I light pillar sono tra i più rari e straordinari fenomeni ottici che si possono osservare nei cieli. Si tratta di colonne di luce verticali che appaiono all'orizzonte riflettendo i più svariati colori. Con i loro fasci di luce proiettati nel cielo, sembrano segnalare il passaggio di una navicella aliena. In realtà il fenomeno ha una spiegazione scientifica. Lo spettacolo si manifesta normalmente nelle sere d'inverno, all'alba e al tramonto, ed è formato da cristalli di ghiaccio che si stagliano al di sopra o al di sotto di una fonte di luce. I cristalli di ghiaccio sono generalmente piatti e di forma esagonale e tendono a disporsi in maniera parallela mentre cadono verso terra, fluttuando nell'atmosfera.

Light Pillar in Colorado – Foto di Eric Magnuson
in foto: Light Pillar in Colorado – Foto di Eric Magnuson

Quello dei light pillar è una variante di un altro fenomeno atmosferico, quello degli aloni o halo. Proprio come un gigantesco specchio, i cristalli riflettono collettivamente le fonti luminose con cui interagiscono. La luce può provenire sia dal Sole, sotto l'orizzonte o dietro di esso, che dalla Luna, ma in genere qualsiasi fonte luminosa, anche artificiale come i lampioni. Tuttavia i cristalli non si trovano al di sopra della colonna di luce, si tratta solo di un'illusione ottica.

I pilastri di luce possono crearsi anche per la riflessione della luce solare al tramonto, generando il fenomeno dei "sun pillar". I più spettacolari sono comunque quelli formati dalla luce artificiale, che possono essere molto più alti di quelli generati dalle luci naturali in quanto i loro raggi luminosi non sono paralleli e i cristalli riescono anche a rifletterli verso il basso creando una colonna più estesa. A volte, infine, possono formarsi in combinazione con l'aurora boreale, creando una visione suggestiva e mozzafiato. Più in alto si trovano i cristalli di ghiaccio, più alto è il pilastro. Allo stesso modo più grandi sono i cristalli di ghiaccio e maggiore sarà la riflessione del light pillar. Quando sono molto in alto sembrano irradiarsi da un unico punto allo zenit mentre quando fluttuano intorno all'osservatore sono visibili a pochi metri di distanza vicino alle luci della città.