livigno centro divertimenti invernale

Questa volta vi portiamo sulle cime dell'Italia: Livigno è infatti uno dei comuni più alti del nostro paese, nella provincia di Sondrio in Lombardia, collocato a ben 1.816 metri sul livello del mare. La sua straordinaria altitudine ne fa una delle mete turistiche più ambite per le vacanze in montagna, in quanto a Livigno la stagione invernale comincia molto presto (a novembre) e l'innevamento è quasi perenne fino ad aprile. Una coltre di neve secca, autentica, il paradiso degli sciatori che non vedono l'ora di imbracciare la loro attrezzatura appena i primi freddi lo consentono.

livigno sci

Foto di Glenn Wood

A differenza di molte altre località situate a quote elevate, che per aprire la stagione sciistica devono ricorrere spesso alla neve artificiale, Livigno non gode di questo problema. A dirla tutta, a queste altitudini, non si avverte praticamente il cambio di stagione: ci sono infatti solo l'estate e l'inverno, con i due mesi di transizione di maggio e ottobre. E naturalmente, Livigno ha una particolare attrattiva anche durante la bella stagione.

livigno panorama

Foto tratta da Wikipedia

Il comune si trova nella regione alpina della Valtellina, e precisamente nella Val di Livigno. La sua conformazione geologica, quella cioè di un altopiano circondato da alte montagne, le hanno guadagnato il soprannome di "piccolo Tibet", dal momento che il panorama a cui si assiste è simile a quello che si può trovare vicino alle vette himalayane. La città è tutta costruita lungo il torrente Spöl, e questo giustifica la sua particolare conformazione "allungata", piuttosto che centralizzata.

livigno comune di italia

Foto di hdzimmerman

Con i suoi quasi 6.000 abitanti il comune è il più popolato tra quelli situati oltre i 1500 metri di altitudine; inoltre la sua frazione Trepalle, a quota 2069, è il centro abitato più alto di Italia e il secondo in Europa, dopo Juf in Svizzera. Ovviamente le cifre relative alla popolazione esplodono durante la stagione invernale. I 31 impianti di risalita, tra telecabine, seggiovie e skilift, possono muovere 47.300 persone l'ora. Naturalmente anche le offerte di alloggio, tra hotel, appartamenti e agriturismi, sono varie e numerose.

livigno impianti

Foto di Glenn Wood

A Livigno si praticano e si insegnano i più popolari sport invernali: sci alpino, sci di fondo, telemark, snowboard, pattinaggio… Ma anche sport più estremi come l'arrampicata su ghiaccio e la guida sportiva. Il racing è infatti una disciplina che sfrutta qui le pessime condizioni invernali e vengono tenuti dei corsi di guida su ghiaccio. Ma anche in estate l'offerta è varia: scuole di mountain bike, arrampicata, equitazione soddisfano le esigenze per la bella stagione.

livigno estate

Foto tratta da Wikipedia

Durante l'anno si tengono numerose competizioni sportive. In inverno: la Sgambeda, gara di sci di fondo; la Skieda, il festival internazionale del telemark. In agosto si tengono invece la Pedaleda, maratona in bici di 60 km; la Stralivigno, mezza maratona; e il motoraduno internazionale. Chi invece vuole solo divertirsi sulla neve al di là delle competizioni sportive può dedicarsi al parapendio, affittare una motoslitta, o pattinare sul ghiaccio su una delle tre piste della città. Chi invece è in cerca di tranquillità può concedersi un giro in carrozza per le vie del paese.

livigno by night

Foto di lukw

Naturalmente non mancano le escursioni e le visite guidate per i sentieri della valle. Se invece vi interessa un giro per le vie cittadine, potete visitare le numerose chiese attorno alle quali, nel corso dei secoli, si sono sviluppate le contrade di Livigno. Potete andare al cinema o in sala giochi se siete in cerca di distrazioni. E la sera potete cercare calore in un pub o andare a ballare nella discoteca Kokodì, che soprattutto in inverno non vede l'ora di accogliere i giovani che, dopo una giornata intera a sciare, vogliono consumare le ultime energie nel ballo. Insomma, regalatevi una settimana bianca a Livigno e vedete che non vi mancherà proprio niente.

[In apertura: foto di RebusIE]