in foto: Centro storico di Montemerano. Foto da Flickr

Circondato dalla campagna maremmana, il grazioso borgo di Montemerano è un luogo magico da visitare e perfetto per un break. Situato nel comune di Manciano, in provincia di Grosseto, e a soli 6 chilometri da Saturnia e le sue terme, il borgo fiorentino ha mantenuto il suo assetto medievale con la chiesa, la rocca e le stradine pavimentate, tutto circondato da ben tre cinte murarie. Montemerano è una perla Toscana fregiata anche del titolo di borgo più bello d'Italia. Molte sono le cose da vedere nel borgo e la vicinanza alle Terme di Saturnia inoltre,  lo rende strategico per soggiorni di riposo e  di rilassamento.

Una visita a Montemerano.

Montemeranoin foto: Montemerano. Foto di Trolvag

Montemerano è un borgo medioevale risalente almeno all'anno mille, che presenta la caratteristica pianta a forma di cuore. Il borgo è un susseguirsi di stradine medievali, dove le case e le scale di pietra sono abbellite con fiori e piante. Al centro del paese si apre la bellissima Piazza Castello, rimasta immutata dal medioevo e continua ad emanare un fascino unico. Questa piazzetta è considerata la più bella della Maremma Toscana, di origine Rinascimentale, un luogo fuori dal tempo dove la quiete regna sovrana tra belle palazzine di sapore medievale. A pochi passi da piazza del Castello, si trovano altre due piazze: piazza del Forno e piazza del Campanile che prende il nome dal campanile dell’antica pieve di San Lorenzo al cui posto oggi c’è un teatro.

Ben tre cinte murarie di diverse epoche e altrettante porte di accesso creano passaggi e scorci bellissimi, uno di questi molto suggestivo è il cosiddetto buco realizzato quando cessarono le ragioni difensive del borgo sulla cinta senese. Nel centro storico la Chiesa di san giorgio rappresenta un tesoro artistico tra affreschi e opere di scuola senese più importanti di tutto il comune di Manciano. In particolare all'interno si trova la celebre "Madonna della Gattaiola", opera dipinta intorno al 1450 da un artista di scuola del Sassetta, soprannominato Maestro di Montemerano. L’opera presenta un foro in basso e la leggenda racconta che fu praticato da un parroco il quale, utilizzando la tavola come porta di un magazzino dove veniva riposto cibo in abbondanza, apportò il foro per consentire il passaggio al suo gatto, nemico dei topi.

Prodotto tipico locale è l'olio, di altissima qualità, e un piatto celebre è la "scottiglia maremmana". Si tratta di un piatto povero e di antica origine, dove il principale ingrediente è il pane avanzato e le parti di carni meno pregiate degli animali. La storia vuole che le parti migliori andassero ai signori del posto, gli scarti rimanevano ai meno abbienti e servivano per la scottiglia, una ricetta sempre diversa a seconda del mix di tipi di carne a disposizione.

Ogni anno nel borgo di Montemerano vengono organizzati due eventi che richiamano la popolazione e tanti visitatori. Una è la festa di San Giorgio, tradizionale evento per celebrare il santo patrono del paese (25 Aprile), durante il quale vengono organizzati un corteo storico in abiti d’epoca, spettacoli, musica e l’imperdibile Giostra del Drago. L'altro evento è la festa delle Streghe, che si tiene ogni anno durante la notte di Halloween, tra streghe, fantasmi, musica e buon cibo.