Montpellier, place del la Comédie
in foto: Montpellier, place del la Comédie. Foto di Wolfgang Staudt

Una città amata dai francesi e forse ancora poco conosciuta dai turisti, Montpellier, è una meta perfetta per chi ama perdersi tra le stradine del centro, partecipare a festival internazionali ed assaggiare vini fuori dal comune. La città di Montpellier dista solo 10 chilometri dalla Costa Azzurra, un elemento che rende il clima molto piacevole durante tutto l'anno.

Cosa vedere durante una visita Montpellier

Cathédrale Saint-Pierre
in foto: Cathédrale Saint–Pierre. Foto di Thomas Bersy

Una delle maggiori attrazioni di Montpellier è la sua Cattedrale intitolata a San Pietro Apostolo, situata al centro del suo nucleo storico. Un edificio austero che custodisce importanti opere d'arte. La chiesa è di origini gotiche e risale al 1300, anche se la sua conformazione con le torri e i bastioni la rendono simile ad una fortezza medievale. Le guerre religiose portarono grandi danni alla struttura, anche se è stata l'unica a restare in piedi. La chiesa fu riedificata nel corso del XVII secolo. All'esterno le attrazioni principali sono le statue dei gargoyl e il porticato sorretto da due enormi colonne. L'interno è tripudio di opere d'arte di gran pregio, tra cui la Caduta di Simon Mago, dipinto realizzato da Sébastien Bourdon nel XVII secolo. Affascinanti sono anche le vetrate dove sono raffigurate delle scene tratte dai racconti della bibbia e il maestoso soffitto a volta e le arcate in pietra. All'interno della Cattedrale di Saint-Pierre da non perdere è anche l'organo che risale al 1776, con le sue 140 canne a vista e più di 5000 nascoste. Se vi trovere a Montpellier da giugno a settembre potrete assistere a concerti per organo gratuiti ad opera di artisti provenienti da tutto il mondo. A fianco alla Cattedrale si trova la più antica facoltà di Medicina di tutt'Europa, ancora oggi in attività.

La piazza principale di Montepellier è Place de la Comédie, una zona molto elegante con al centro la bellissima fontana delle Tre Grazie, le dee della mitologia greca. Su questa piazza da un lato sorge l'opéra di Montpellier, uno dei più importanti teatri francesi inaugurato nel 1888 e sul lato opposto la Esplanade Charles-de-Gaulle, un parco dove fare piacevoli passeggiate o rilassarsi. Sempre nelle vicinanze della piazza si trova un'altra chiesa interessante, la Eglise Saint-Roch, con a pochi metri di distanza la Tour de la Babote, uno degli ultimi resti delle mura antiche della città e oggi osservatorio astronomico. Dalla Piazza si entra nel cuore del centro storico, l'Ecusson, chiamato così perchè la sua forma somiglia a quella di uno scudo. Il cemtro storico è formato da tante strade ricche di negozi, locali e palazzi del seicento e settecento. Altra chiesa che merita una visita è St-Anne, situata nel quartiere omonimo.

Montpellier Antigone
in foto: Montpellier Antigone. Foto di Wolfgang Staudt

Un quartiere da ammirare è quello dell'Antigone che vi porterà in una dimensione totalmente diversa. Si tratta di una zona molto particolare con edifici dalle forme che rimandano all'antica Grecia. Nella parte opposta si imbocca Place de Thessalie, un grande spazio verde delimitato da un lato da un edificio a semicerchio e dall'altro dal fiume Lez che attraversa la città.

A Montpellier si trova il più antico orto botanico della Francia, inaugurato nel 1593. Questo luogo unico ospita specie rare su una superficie di circa cinque ettari. Di rilievo sono l’Albero di Giuda, piantato dal fondatore del museo, e un ginkgo biloba che conta oltre tre secoli. Il giardino botanico è di proprietà dell'Università di Montpellier ed è utilizzato anche per ricerche e studi. Imperdibile anche l'Acquario Mare Nostrum, una struttura che ospita oltre 300 specie animali.