Alba a Top Station, Munnar – Foto Wikipedia
in foto: Alba a Top Station, Munnar – Foto Wikipedia

Circondata da picchi scoscesi e colline ondulate, Munnar è la meta ideale per scoprire le bellezze naturalistiche dell'India. Si trova nella splendida regione del Kerala, definito il "Kashmir dell'India del sud". L'area, circondata da piantagioni di tè e spezie, è di grande fascino paesaggistico. Con i suoi scenari da cartolina, Munnar è ritenuta una destinazione popolare per la luna di miele tra gli indiani e una meta imperdibile per i turisti, che possono avventurarsi in emozionanti escursioni nel verde.

Attukad Waterfalls – Foto Wikimedia Commons
in foto: Attukad Waterfalls – Foto Wikimedia Commons

Questa stazione di collina, situata a 1.600 metri sul livello del mare, era la residenza estiva del governo inglese durante il dominio britannico. Qui è possibile scoprire le fasi della produzione del tè in luoghi come la Lockhart Tea Factory o il Tea Museum, tra curiosità, fotografie e macchinari, ma soprattutto è possibile esplorare le bellezze naturalistiche dei dintorni. Con un trekking di una giornata, è possibile ammirare il Pothamedu Viewpoint e raggiungere le splendide Attukad Waterfalls, cascate incorniciate dal verde lussureggiante della giungla: una vera festa per gli occhi. Da vedere anche le cascate Power House Waterfalls, dette anche Chinnakanal Waterfalls, che precipitano da una roccia da un'altezza di 2.000 metri in uno scenario incontaminato.

Anamudi – Foto Wikipedia
in foto: Anamudi – Foto Wikipedia

Top Station offre una splendida vista panoramica dei Ghati occidentali, catena montuosa situata nella parte sud-ovest nella penisola indiana. Molti sentieri escursionistici si percorrono all'interno dell'Eravikulam National Park, il principale parco nazionale del Kerala, situato lungo la catena dei Ghati occidentali. Dalle sue alture si può ammirare una magnifica vista delle piantagioni di tè avvolte dalla nebbia. La vetta più alta, con i suoi 2.695 metri, è l'Anamudi, nella zona meridionale del parco. Il nome del monte significa letteralmente "la fronte dell'elefante" proprio perché il suo aspetto ricorda la testa di un gigantesco pachiderma. Il Parco Nazionale Eravikulam e il monte Anamudi ospitano 26 specie di mammiferi, 132 specie di uccelli, 101 specie di farfalle e 19 specie di anfibi. Qui si trovano specie protette come il Nilgiri tahr (rarissimo stambecco di montagna), ma anche elefanti asiatici, tigri del Bengala, martore del Nilgiri, gaur (bovini selvatici). Sul monte Anamudi si trova una specie di rana autoctona unica al mondo. Per arrivare in vetta all'Anamudi occorre il permesso delle autorità Forest and Wildlife, a Eravikulam. Sempre in questo magico territorio si trova una rara specie di flora endemica: Neelakurinji, il fiore che sboccia ogni 12 anni (la prossima fioritura è prevista nel 2030) e che ammanta le colline di un tappeto blu-violaceo.

Munnar – Foto Pixabay
in foto: Munnar – Foto Pixabay

A 13 km da Munnar troviamo la località di Mattupetty, che si erge a 1.700 metri di altezza con le sue lussureggianti piantagioni di tè, distese erbose e le foreste Shola. L'area è perfetta per il trekking e il birdwatching. Mattupetty è nota per la sua diga di stoccaggio e il meraviglioso lago. In zona si trova anche una fattoria altamente specializzata nei prodotti caseari, un progetto indo-svizzero.

Diga di Mattupetty – Foto Wikimedia Commons
in foto: Diga di Mattupetty – Foto Wikimedia Commons