694 CONDIVISIONI
27 Giugno 2014
19:10

Ospiti seccanti in hotel: ecco le richieste più assurde e stressanti

Chiedono un elicottero, la Coca-cola per il cane, uno spettacolo di gladiatori al Colosseo ed altre assurdità. Sono gli ospiti che si comportano da (e forse sono) star.
A cura di Danilo Massa
694 CONDIVISIONI
Un bagno nel latte: non solo uno "show" di Megan Gale (Foto Getty Images).
Un bagno nel latte: non solo uno "show" di Megan Gale (Foto Getty Images).

Capricci da fanciulli, desideri da re. Il sito Lastminute.com ha chiesto agli albergatori quali richieste assurde si siano trovati a dover soddisfare e l'elenco che ne esce è tanto irritante quanto divertente. Una curiosità: su 500 gestori intervistati, i due terzi hanno rivelato che di solito sono le donne ad aver avanzato le richieste più assurde.

Pelose compagnie di star

Forse voleva un po' di compagnia, oppure era un appassionato di ornitologia: quale che fosse la motivazione, alla reception è giunta la richiesta di far salire in camera… un pappagallo. Un cliente di un albergo milanese a quattro stelle si è invece limitato ad ordinare della Coca-Cola. Era per il cane. A proposito di pasti, un ospite di un hotel 4 stelle di Berlino, avendo una gran fame, ha ordinato cinque chili di ali di pollo. Al ristorante l'albergo avrà dovuto proporre petto di pollo per il resto della stagione.

E questo… a che serve?

Quel bagnoschiuma doveva esserle piaciuto molto, tanto che ne ha ordinati 80 litri per riempire la vasca da bagno: era latte. A proposito di igiene personale, un'altra cliente, dopo lo shopping quotidiano nelle vie di Roma, chiamava l'albergo a 5 stelle per cominciare a far riempire la propria vasca da bagno. Che vitaccia: non un attimo di pausa! Un'altra ospite ancora si è mostrata più preoccupata per lo shopping stesso, dato che ha preteso dalla reception 859 appendiabiti.

Strani rapporti con i mezzi di comunicazione

Per alcuni la televisione è un must in albergo. In questo caso non è che non ci fosse, ma era necessario procurarsene un'altra: a Maiorca un ospite ha chiamato la reception per ricevere una tv da sfasciare e buttare dal nono piano. Il rapporto con il telefono di un altro ospite è stato invece molto più misurato. Quasi ecumenico: ha chiesto il numero di telefono del Papa per sapere che tempo facesse a Roma.

Lo sport: una priorità

Quando vi dovete spostare in una città potete scegliere i vostri piedi volenterosi, gli autobus o, se proprio volete spendere tanto, i taxi. C'è chi chiede (e riceve) alla reception un elicottero e si dirige senza impedimenti al Gran Premio di Formula 1. Altri invece vogliono vedere la partita di Champions League all'ultimo momento e pretendono un biglietto dal personale dell'albergo. Fin qui ci vuole buona volontà e fortuna per lo staff stressato dell'hotel, ma quando uno di questi gentili ospiti pretende di vedere uno spettacolo di gladiatori al Colosseo, è davvero troppo!

Seccatori romantici

Anche un albergo superlussuoso a volte appare freddo ed inospitale (andiamo per immaginazione…): così ecco che un membro del personale dell'albergo si è trovato a dover rispondere alla richiesta di un ricco ospite di uscire la sera con lui. Un altro cliente a Dublino, dovendo impegnarsi in una promessa di matrionio, ha chiesto a dieci membri del personale di salire fino all'uscio della camera per gridare auguri e stappare lo champagne al "sì". Ma la promessa di matrimonio, divorzi a parte, si pronuncia una volta nella vita, mentre lo staff di un albergo ogni mattina, per tutto il soggiorno dell'ospite, ha dovuto portare in camera fiori freschi.

694 CONDIVISIONI
Atari Hotel, gli alberghi per gli appassionati di videogames
Atari Hotel, gli alberghi per gli appassionati di videogames
La moda vintage supera il fast fashion: ecco perché gli abiti usati sono sempre più richiesti
La moda vintage supera il fast fashion: ecco perché gli abiti usati sono sempre più richiesti
Lisbona, IKEA apre il suo primo hotel pop up
Lisbona, IKEA apre il suo primo hotel pop up
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni