193 CONDIVISIONI
28 Agosto 2018
00:29

Palazzuolo sul Senio, un piccolo borgo immerso nel verde

Tra i boschi del Mugello, in uno scenario incontaminato, sorge Palazzuolo sul Senio. Questo borgo a misura d’uomo si distingue per la sua atmosfera genuina. Tra chiesette, palazzi antichi e piccoli musei, il suo centro storico vi farà scoprire un angolino di Toscana fuori dai soliti circuiti turistici.
A cura di Angela Patrono
193 CONDIVISIONI
Palazzuolo sul Senio – Foto <a href="https://it.wikipedia.org/wiki/File:Palazzuolo_full.jpg" target="_blank" rel="nofollow noopener">Wikipedia</a>
Palazzuolo sul Senio – Foto Wikipedia

Palazzuolo sul Senio è un centro dove si respira un'atmosfera davvero genuina. Su questo borgo di montagna sembra regnare un incantesimo che lo mantiene fuori dal tempo. L'accogliente paesino sorge nel Mugello, tra boschi di querce, faggi e castagni. Siamo nel cuore della cosiddetta Romagna Toscana, in uno scenario unico, fatto di antiche tradizioni, paesaggi da sogno e una gastronomia che combina il meglio della cucina toscana con le specialità romagnole. Per la sua unicità, Palazzuolo è stato dichiarato "Villaggio ideale d'Italia" dalla rivista Airone e dalla CEE. Scopriamo tutte le meraviglie di questo piccolo gioiello.

Cosa vedere a Palazzuolo sul Senio

Chiesa di Santo Stefano – Foto <a href="https://de.m.wikipedia.org/wiki/Datei:PalazzuoloChiesaSantoStefano.JPG" target="_blank" rel="nofollow noopener">Wikimedia Commons</a>
Chiesa di Santo Stefano – Foto Wikimedia Commons

Il borgo antico è un vero scrigno di tesori artistici, a cominciare dalle chiese. La Pieve di S. Stefano, risalente al IV secolo, è composta da un'unica navata a cappelle laterali. L'interno ospita dipinti che vanno dal XVI al XIX secolo. La Chiesa dei SS. Antonio da Padova e Carlo Borromeo presenta una struttura seicentesca con un portico a tre archi, mentre all'interno troviamo tele e stucchi del Seicento e una splendida Via Crucis in ceramica ad opera del maestro Tito Chini, restaurata di recente. Non mancano edifici d'epoca come Palazzo Strigelli (1804), situato nell'omonima piazza, che ospita al pianterreno la Biblioteca Comunale, sede della mostra permanente di oggetti dell’artista Lorenzo Macchi e di esposizioni, convegni, corsi e cineforum. Di particolare raffinatezza architettonica è il Palazzo dei Capitani, la cui facciata riporta gli stemmi di tutti i capitani del popolo. All'interno racchiude il Museo della vita e del lavoro delle genti di montagna, che racconta le tradizioni di una volta con oltre 800 oggetti in esposizione, e il Museo Archeologico dell'Alto Mugello, dove si conservano reperti preistorici che testimoniano la presenza umana nel territorio. In Piazza Alpi, tra il Palazzo dei Capitani e il Municipio, si trova una fontana monumentale dove in estate si svolgono spettacoli e iniziative culturali. Nei dintorni non potete perdere la Villa di Gruffieto di fine XVII secolo, situata tra Palazzuolo e Marradi, dove soggiornò il poeta Dino Campana. E se il tour culturale vi ha messo appetito, fiondatevi in una trattoria a gestione familiare e assaporate le specialità della gastronomia locale: il marrone IGP del Mugello, formaggi, funghi, tartufi. Le regine incontrastate sono le castagne che danno vita a golose ricette, come i tortellini fritti e la torta di marroni, ma anche i tortelli di patate hanno il loro perché. Tra gli eventi più importanti dell'anno, ogni estate si tiene la rievocazione storica "Medioevo alla corte degli Ubaldini". Tra mercatini, giochi, spettacoli e visite didattiche, la manifestazione fa rivivere le usanze medievali e permette ai turisti di degustare i prodotti della cucina mugellana.

Bosco a Palazzuolo sul Senio – Foto <a href="https://it.wikipedia.org/wiki/File:Bosco_a_Palazzuolo_sul_Senio.JPG" target="_blank" rel="nofollow noopener">Wikipedia</a>
Bosco a Palazzuolo sul Senio – Foto Wikipedia

Ma Palazzuolo sul Senio significa anche natura, nella sua dimensione più autentica. I numerosi itinerari tra gli Appennini consentono escursioni in mountain bike, in moto, a cavallo o a piedi. Nei dintorni di Palazzuolo si trovano numerose frazioni immerse nei boschi che creano un effetto scenografico. Una di queste è Quadalto, con il Santuario della Madonna della Neve (XV secolo). L'interno ospita affascinanti opere d'arte, tra cui l'effigie quattrocentesca della Madonna col Bambino attribuita a un pittore fiorentino di scuola botticelliana. Notevoli anche gli altari seicenteschi e l'organo del XVIII secolo. La Pieve di San Giovanni Battista a Misileo, di origine medievale, custodisce una  Madonna col Bambino e sei santi del XV secolo, oltre a un edificio interrato e inaccessibile dal XVII secolo: un tempo ritenuto una cripta, è oggi considerato il protoportico dell'antica chiesa medievale.  Da vedere anche la Chiesa dei Santi Egidio e Martino a Solecchio.

Palazzuolo sul Senio – Foto <a href="https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Palazzuolo_sul_Senio,_Metropolitan_City_of_Florence,_Italy_–_panoramio_(4).jpg" target="_blank" rel="nofollow noopener">Wikipedia</a>
Palazzuolo sul Senio – Foto Wikipedia
193 CONDIVISIONI
Alla scoperta di Pietralunga: un fantastico borgo della verde Umbria
Alla scoperta di Pietralunga: un fantastico borgo della verde Umbria
Capistrello, un borgo autentico nel verde dell'Abruzzo
Capistrello, un borgo autentico nel verde dell'Abruzzo
A Santa Maria Maggiore, nel bellissimo borgo dei pittori e degli spazzacamini
A Santa Maria Maggiore, nel bellissimo borgo dei pittori e degli spazzacamini
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni