Parco del Krka

Tra le attrazioni della Croazia non troviamo soltanto il mare e i borghi medievali. Terra di paesaggi straordinari (leggi qui la GUIDA DELLA CROAZIA), questa terra offre ai turisti anche parchi naturali che costituiscono, nel corso della nostra vacanza al mare, una piacevole alternativa. Qui potremo riposarci sui freschi prati, guardare le cascate che impattano il quieto specchio d'acqua, incamminarci in lunghe escursioni e – perché no? – rinfrancarci in laghi e fiumi.

Tra queste oasi, il Parco nazionale del Krka (sito ufficiale: npkrka.hr) costituisce decisamente una delle principali attrattive turistiche. In parte per la ricchezza del luogo, in parte perché particolarmente facile da raggiungere. Questo parco, infatti, si pone lungo una direttrice turistica particolarmente battuta da chi sceglie di trascorrere la propria vacanza in Croazia: a pochi chilometri da Sibenico, ci troviamo praticamente nel mezzo della costa croata, tra Pola e Spalato. Il nome del parco proviene da quello del fiume di origine carsica – il Krka – che disegna un percorso frastagliato, con inabissamenti nel sottosuolo, riapparizioni, aperture in laghi e cascate vigorose verso altri livelli del letto.

Visovac

Sommario

Come arrivare nel parco del Krka
Cosa vedere
Prezzo dei biglietti
Dove dormire
Dove mangiare

Come arrivare al parco con auto, traghetto o autobus

Il Parco nazionale del Krka, come già detto, si trova in una posizione particolarmente fortunata, giacché vicino alla città di Sibenico e non troppo distante né da Zara, né da Spalato. Facciamo una sintesi sulle distanze, calcolate su strada o autostrada, che ci separano dall'ingresso principale di Skradin (Scardona) a partire dalle principali città:

  • Fiume (Rijeka): 335 km,
  • Zagabria: 327 km
  • Zara: 83 km,
  • Sibenico: 20 km,
  • Spalato: 92 km,
  • Ragusa (Dubrovnik): 314 km.

Quello di Skradin, comunque, non è l'unico accesso al parco. A parte questo, infatti, abbiamo altre tre alternative per raggiungere questo luogo di ristoro: Lozovac, il traghetto da Sibenico o quello da Zara. Per tutte le entrate, comunque, è previsto un luogo di ristoro e una biglietteria.

Skardin. Una volta giunti fin qui, dovrete prendere un traghetto che in alta stagione parte ogni ora ed effettua l'ultimo viaggio di ritorno verso le 17.00 (ma nel periodo estivo l'orario del parco dovrebbe prolungarsi di 30 minuti). Il traghetto, che dà comunque la possibilità di apprezzare il panorama con un gradevole colpo d'occhio generale, giunge dopo circa 25 minuti allo Skradinski Buk.

Dal nord o dal sud del paese, chi vuole raggiungere questa entrata al parco deve semplicemente prendere la A1/E65 e svoltare poi per l'uscita 21-Skradin, in direzione della statale 56. Le indicazioni del parco, in ogni caso, le troverete ben segnalate già a partire dall'autostrada.

Lozovac. Una volta arrivati a Lozovac vi raccoglierà un bus dello stesso ente che gestisce il parco – e dunque incluso nel prezzo del vostro biglietto – e vi porterà nei pressi delle cascate. Anche in questo caso vi sarà sufficiente sapere che sulla A1/E65 l'uscita per Lozovac è la 22-Sibenik, in direzione Knin/Drniš/Primošten.

Da Sibenico e Zara. Se non volete usare l'auto, allora la vera alternativa è il traghetto che parte direttamente da Sibenico. Una delle caratteristiche di questa città, del resto, è quella di affacciare in un "lago" che da un lato viene alimentato dal fiume Krka, e dall'altro sfocia nell'Adriatico. Ebbene, proprio risalendo quel fiume per circa un'ora ci si ritrova nell'omonimo parco. Il trasporto, comprensivo dell'ingresso al parco, ha un costo che si aggira intorno alle 320 kune (43 euro circa).

Lo stesso tragitto viene compiuto dai traghetti che partono da Zara, oltre ovviamente a quel tratto di costa (peraltro non brevissimo) che separa Zara da Sibenico. Il viaggio in questo caso dura e costa di più: ogni agenzia applica un  prezzario diverso.

Con l'autobus potete raggiungere il Parco e mettere da parte viaggi in auto e traghetti. Pullman pubblici partono da diverse città, specie Zara e Sibenico. In quest'ultimo caso ci sono circa 6 autobus al giorno che lasciano la città per raggiungere l'ingresso di Skradin e altri 5 che arrivano a Lozovac.

Cosa vedere nel parco del Krka

I percorsi, in tutti i casi, sono segnalati da passerelle di legno che vi indicano la direzione da seguire, in modo tale che i visitatori sprovvisti di guida e intenti ad un giro non eccessivamente impegnativo del paesino etnico di Skradinski Buk si ritrovino al punto di partenza, dopo essere passati per le cascate di Roški slap. Proprio qui sarà possibile alternare il bivacco al sole e i bagni nell'acqua dolce.

Nel tragitto circolare vedrete anche una chiesetta ed il delizioso mulino ad acqua, ancora attivo. La vera "chicca", comunque, sarebbe raggiungere l'isola di Visovac (più vicina se entrate da Lozovac), poco più di una grande roccia in cui troviamo, circondata da alberi, il monastero francescano. Ovviamente, pur potendoci avvicinare a piedi, è necessario che per raggiungere questo isolotto chiediate un passaggio a un barcaiolo.

Ovviamente, a parte il percorso pedonale prestabilito, possiamo anche impegnarci nelle escursioni alternative che hanno una durata variabile dalle 2 alle 4 ore. In questi casi al prezzo del biglietto – che vedremo di seguito – dovremo aggiungere dei supplementi.

Escursione 1: Skradinski Buk-Visovac-Skradinski Buk. Si tratta di un percorso in traghetto che impegnerà due ore e che, risalendo il fiume,vi condurrà dal villaggio etnico al monastero: potrete apprezzare la natura del posto fino all'ultimo punto navigabile, dandovi inoltre il tempo di girare Skradinski Buk e arrivare a piedi alle cascate di Roški slap.

Escursione 2: Roški slap-Visovac-fortezze di Trošenj e Nečven. Per questa escursione impiegherete circa due ore e mezzo, ma vi darà una conoscenza del luogo che va al di là della natura incantevole del parco. Dalle cascate, vostro punto di partenza, arriverete al monastero che, stavolta, potrete anche visitare. Non solo: il traghetto vi permetterà di arrivare anche al ponte che attraversa il fiume, ai cui lati potrete osservare le fortezze di Trošenj e Nečven. Si tratta di due roccaforti dal significato fortemente simbolico, dal momento che rappresentano la battaglia contro i turchi e la strenua resistenza delle famiglie locali. Tuttavia, nel 1522 i turchi conquistarono le terre bagnate dal Krka fino a Skradin, facendo di Trošenj una guarnigione militare. All'arrivo dei veneziani le forze turche furono respinte e le roccaforti abbandonate all'incuria del tempo.

Escursione 3: Skradinski Buk-Visovac-Roški slap-Skradinski Buk. E' il tragitto più lungo: dura in tutto 4 ore. Ricalca per molti versi l'escursione n. 1, ma acquista maggiore profondità dal momento che in questo caso si scende sull'isola di Visovac e si visita la biblioteca del monastero. Prima di riportare i visitatori al punto di partenza, inoltre, si fa tappa alle cascate di Roški slap.

Oltre alle escursioni, potete comunque raggiungere il monastero e l'isola di Visovac con i mezzi pubblici, come i tre autobus che quotidianamente partono da Skradinski Buk per arrivare alle cascate di Roški slap. Qui potrete salire su una barca che vi porterà al monastero (se prendete quelle messe a disposizione dalla stessa organizzazione del parco pagherete 50 kune).

Prezzi dei biglietti

L'ingresso nel parco ha un prezzo che varia sensibilmente in base al periodo. Il biglietto di ingresso per gli adulti in inverno è di 30 kune (4 euro circa), mentre in estate è di 95 (12 euro circa). Per quanto riguarda il prezzo dell'ingresso comprensivo delle escursioni, abbiamo, nel caso dell'escursione 1 e 2 un costo di 100 kune e di 130 per l'escursione 3.

Dormire

Non è possibile dormire all'interno del parco, ma nelle immediate vicinanze troverete un paio di hotel. Lo Skradinski Buk Hotel (Skradin 22 222 Burinovac bb) è un 3 stelle nelle immediate vicinanze dell'ingresso di Skradin (ad agosto 55-95 euro una doppia). Nei pressi dell'ingresso di Lovac, invece, abbiamo il Vrata Krka, anch'esso un 3 stelle (ad agosto una doppia a mezza pensione 75 euro circa).

Se siete orientati verso alloggi più economici, nelle vicinanze del parco abbiamo il Camping Krka, che mette a disposizione sia aree per il campeggio, sia appartamenti "low cost". Per quanto riguarda l'area camping, in alta stagione ogni persona paga 4 euro al giorno, mentre l'area per una tenda grande costa 5 euro, il parcheggio dell'auto 2. Camere e appartamenti costano, rispettivamente, 12 e 17 euro al giorno.

Dove mangiare

I ristorantini non mancano in tutta la zona nei pressi delle due entrate. Se si tratta di fare semplici spuntini potrete anche accontentarvi, se invece cercate piatti elaborati, forse, dovreste allontanarvi un po'. Va detto che alcuni hotel aprono il risotarante anche ai turisti che non sono ospiti dell'albergo.