Avere il passaporto giusto è indispensabile per entrare liberamente in un paese. Certi passaporti forti permettono il libero ingresso in decine di stati semplicemente presentando il documento, altri invece richiedono lunghe trafile burocratiche per ottenere un visto. La società di consulenza Henley & Partners ha stilato il Visa Restriction Index, uno studio sulla libertà di viaggio in base alla nazionalità. L'indice si basa sul numero di paesi che i cittadini possono visitare senza richiedere il visto. Alcuni risultati sono a dir poco sorprendenti: la Corea del Nord e Cuba, normalmente note per le loro restrizioni, si sono classificate rispettivamente alle posizioni 86 e 69 su un totale di 94. Tra i migliori passaporti, comunque, risultano Finlandia, USA, Regno Unito e Germania, in grado di visitare 174 paesi senza visto. Sul podio dei paesi più liberi figura anche l'Italia, che ha un piazzamento di tutto rispetto con 172 punti.

La ricerca classifica i paesi in base al libero accesso negli altri stati. A ogni nazione è stato assegnato un punteggio in base alle norme internazionali sull'accesso agli altri stati e al numero dei paesi in cui i cittadini possono circolare liberamente senza visto. Ovviamente i paesi europei e americani sono più avvantaggiati rispetto a quelli africani o del Medio Oriente, che hanno un'autonomia decisamente minore. Come spiega la stessa società Henley & Partners:

La nostra classifica globale riflette la libertà internazionale dei viaggiatori provenienti dalle varie nazioni, ma anche le relazioni internazionali e la qualità dei diritti individuali dei vari paesi, in relazione agli altri stati.

In fondo alla classifica sono risultati Iraq, Pakistan, Somalia e Palestina. Fanalino di coda l'Afghanistan, i cui abitanti possono entrare liberamente in soli 28 paesi.

Paesi con maggiore libertà di viaggio:

  1. Finlandia, Germania, Svezia, USA, Regno Unito (174 punti)
  2. Canada, Danimarca (173 punti)
  3. Belgio, Francia, Italia, Giappone, Corea del Sud, Lussemburgo, Olanda, Portogallo, Spagna (172 punti)

Paesi con maggiori restrizioni di viaggio:

  1. Eritrea, Libia, Sudan, Siria (38 punti)
  2. Nepal (37 punti)
  3. Palestina (35 punti)
  4. Pakistan, Somalia (32 punti)
  5. Iraq (31 punti)
  6. Afghanistan (28 punti)

[Foto di Ben Carr]