Foto di Jon Candy
in foto: Foto di Jon Candy

Luoghi dal significato arcano e simbolico, i labirinti botanici sprigionano tutto il fascino del mistero. Con il loro sentiero contorto permettono di affinare l'intuito e l'orientamento, lasciandoci senza parole di fronte all'abilità creativa dei progettisti. Un capolavoro di ingegno e fantasia è il Longleat Hedge Maze, il labirinto più grande del Regno Unito. Si trova nella campagna inglese tra Warminster e Wiltshire, all'interno della splendida residenza nobiliare di Longleat, di proprietà dei marchesi di Bath. La villa è dotata di un giardino ampio e curatissimo, comprendente un safari park con oltre 500 animali esotici.

Studiato e disegnato nel 1975 da Grez Bright, il labirinto è formato da 16.000 siepi di tasso, è lungo 2,72 km e si estende per 1,5 ettari, risultando così uno dei più grandi del mondo. Le siepi alte quasi 3 metri impediscono di vedere ciò che c'è all'esterno, rendendo il sentiero ancora più suggestivo. Tra vicoli ciechi e ponti sollevati, il percorso è talmente complesso che può richiedere anche 90 minuti per trovare l'uscita. Ultimamente alcuni visitatori arrivano addirittura a "barare", facendo uso dei GPS sul proprio smartphone per ottenere la posizione esatta su Google Maps.

La ricerca della via d'uscita (senza trucchetti tecnologici) regala emozioni indimenticabili e quando finalmente arriveremo alla strada giusta, segnalata da una torre di osservazione centrale, saremo indecisi se tirare un sospiro di sollievo o desiderare di perderci in quell'intrico di siepi verdeggianti. Una curiosità: a mantenere tagliate le siepi ci pensa una squadra di sedici giardinieri muniti di tagliaerba a benzina per più di un mese di lavoro. L'operazione si ripete ogni sei mesi.