in foto: San Marco dei Cavoti. Foto da Wikipedia

Benevento è ricca di paesi magici legati alle tradizioni e al folklore. San Marco dei Cavoti è un bellissimo borgo situato nell'entroterra di Benevento ed è famoso per un prodotto dolcissimo e gustoso: il croccantino. Ogni anno a dicembre milioni persone affollano il borgo per una delle più attese della Campania, la festa del Torrone e del Croccantino. L'evento richiama molti turisti che accorrono per assaporare il delizioso prodotto beneventano con nocciole, mandorle o cioccolato. San Marco dei Cavoti si tuffa nella magica atmosfera natalizia del suo ambiente, arricchita dai contorni del paesaggio e dalla dolcezza dei suoi prodotti.

Il megacroccantino di San Marco dei Cavoti.

croccantinoin foto: croccantino

Quest'anno l'evento della festa del Torrone e del croccantino si terrà dal 7 al 10 e dal 16 al 17 Dicembre. Nei due week end della festa l’intero paese si anima attorno al simbolo della tavola natalizia, attendendo l'evento più atteso della manifestazione. La creazione del megacroccantino, entrato a pieno titolo nel Guinnes del Primati per la sua lunghezza. Ammirare questo dolce gigante sarà molto suggestivo, ma sarà ancor più emozionante quando sarà dato il via all'assalto del croccantino, durante la quale tutti potranno accaparrarsi di un pezzo del torrone gigante. In occasione della festa oltre a gustare le dolci prelibatezze, saranno celebrati anche gli altri prodotti tipici locali, come l’olio, il miele, il vin cotto ed i liquori artigianali, mentre gli appassionati di antichi mestieri potranno ammirare all'opera fabbri e ricamatrici, tra le strade del paese che per due settimane ritorna ad essere un antico borgo medievale.

Il torrone, fece la sua comparsa grazie all’inventiva dolciaria del cav. Innocenzo Borrillo. A lui si deve la fortunata intuizione di concentrare, per la prima volta, tutta la dolcezza possibile in un torroncino dalle dimensioni e dalle fattezze innovative. E’ a questo punto, correva l’anno 1891, che la storia di San Marco dei Cavoti segna un passaggio decisivo. Da quel momento, altri, dopo il cav. Borrillo, si cimentarono nella pregevole arte dolciaria del torroncino, creando l’ormai celebre Croccantino.

Cosa vedere nel borgo di San Marco dei Cavoti.

San Marco dei Cavotiin foto: San Marco dei Cavoti

San Marco dei Cavoti è uno dei centri più rinomati della Valfortore, come abbiamo già detto, famoso soprattutto per la produzione del croccantino. Il borgo è di origine medievale e custodisce tanti luoghi interessanti da vedere. Tra questi i Museo degli Orologi, ospitato in uno storico palazzo di via Rovagnera. All'interno si trovano 52 esemplari di orologi da torre che compongono una galleria unica al mondo. Una preziosa collezione di meccanismi di orologi da torre, risalenti a partire dal 1400 circa, appartenenti alla collezione privata del maestro orologiaio sammarchese Salvatore Ricci, dal 2000 divenuti di proprietà del Consiglio Nazionale delle Ricerche. Al centro del paese si trova Piazza Risorgimento pavimentata in pietra calcarea locale, sulla quale affacciano palazzi come Jelardi e Colarusso, al suo centro invece si ammira una fontana ornata da quattro delfini in ghisa.

Porta Grande è una porta del borgo medievale che conduce da via Roma alla Chiesa Madre. Oggi è parte integrante dell'adiacente palazzo de' Conno-Jansitie di proprietà comunale. La Chiesa Madre sorge sulla sommità del centro medievale ed è frutto di un lavoro di restauro. Lo spiazzo davanti alla Chiesa è il Belvedere Grazionella, oggi intitolato Belvedere Mons. Michele Marinella, dal quale si gode di un bellissimo panoramo sul borgo e sulle campagne antistanti.