Quella che poteva essere un’idea davvero fuori dagli schemi per San Valentino è scoppiata come una bolla di sapone. Il Mildred's Temple Kitchen, un ristorante di Toronto in Canada aveva infatti varato una singolare iniziativa per i giorni dal 12 al 15 febbraio: fare sesso nelle toilette del ristorante.

Da quando il ristorante ha lanciato l’annuncio, con lo slogan di “Sai farlo solo a letto?” la notizia è rimbalzata immediatamente nel web e il sito ha avuto un boom di accessi. Ma questi non hanno corrisposto a un aumento delle prenotazioni. Ci sono anzi ancora dei posti vacanti tra le 10 e le 10.30 di sera il giorno di San Valentino. Ma nessuno ha cancellato la prenotazione dopo la smentita dell’”offerta”.

Nonostante la Commissione di Sanità Pubblica non avesse posto nessun veto all’iniziativa (i “fluidi corporei” che si scatenano durante l’attività sessuale sono al pari di quelli espulsi durante le proprie funzioni fisiologiche, basta quindi che i bagni vengano tenuti puliti) le reazioni pubbliche sono state sia positive che negative. La chef e co-proprietaria del ristorante Donna Dooher ha dichiarato in un’intervista a una radio australiana che si trattava solo di uno scherzo. “Pensano tutti che spingessimo i clienti a fare sesso nei nostri bagni. Tutto quello che stavamo cercando di fare è di stimolare un po’ di spontaneità”. Che sia stata una grande manovra pubblicitaria da parte di una trentennale veterana del campo lo sostengono numerosi blogger, che hanno sottolineato come il riferimento al sesso abbia subito scatenato l’attenzione mondiale. Mentre invece le reazioni negative sono andate da un oltraggiato “Come possiamo io e i miei figli mettere di nuovo piede nel vostro ristorante?” a un deluso “Avete rovinato tutto. Adesso nessuno farà mai più sesso lì dentro”.

Un consiglio per i clienti nervosi che devono farla? “Usate il bagno e basta” dice Dooher.

Giuseppe D’Angelo