Le coppie si preparano a festeggiare San Valentino – Foto di ProFlowers
in foto: Le coppie si preparano a festeggiare San Valentino – Foto di ProFlowers

Ormai è questione di giorni. Sta per rintoccare il fatidico gong di San Valentino, che alle orecchie degli innamorati risuonerà come la melodia più dolce del mondo. La data del 14 febbraio scatena la fantasia di tutti i "Valentini" del mondo, pronti a sfoderare il loro talento poetico per la dichiarazione più romantica o sbizzarrirsi nell'architettare la sorpresa più inaspettata, senza contare il potere di regali evergreen come fiori e cioccolatini. Eppure, accanto alle manifestazioni d'amore "canoniche", ce ne sono alcune decisamente fuori dagli schemi. Facciamo un tour intorno al mondo per scoprire le tradizioni più bizzarre di San Valentino.

  • Scozia. Se siete single e prevedete di trascorrere un San Valentino in solitudine, cambiate i vostri piani. Almeno se siete in Scozia. Qui infatti la prima persona del sesso opposto che si incontra per strada è destinato ad essere il vostro Valentino per tutto il giorno. Si tratta comunque di una tradizione puramente simbolica, quindi no ai regali o alle cene a lume di candela. A meno che non scocchi la scintilla.
  • Danimarca. I danesi usano scambiarsi poesie in rima dal tono umoristico chiamate "gaekkebrev" e accompagnate da mazzi di bucaneve. L'autore del misterioso messaggio, però, deve essere rigorosamente anonimo e deve firmarsi solo con un numero di punti corrispondenti a quello delle lettere che compongono il suo nome. Se la donna è così abile da scoprire l'identità del mittente, riceverà in regalo… un uovo di Pasqua.
  • Giappone. Nel paese del Sol Levante sono solamente le donne a fare doni agli uomini il 14 febbraio. I regali non sono destinati solamente al partner, ma anche ai colleghi di lavoro. Tuttavia esattamente un mese dopo, il 14 marzo, anche i maschietti possono ricambiare il favore nella ricorrenza chiamata White Day, in cui regalano alle donne oggetti di valore superiore rispetto a quelli che hanno ricevuto.
  • Germania. In Germania a San Valentino si verifica una vera e propria invasione di… maiali. Questi animali infatti sono visti come veri portafortuna e si dice che attirino le relazioni sessuali. I maialini sono onnipresenti nelle cartoline e gadget di San Valentino, spesso accompagnati da un altro simbolo portafortuna, il quadrifoglio.
  • Thailandia. San Valentino è il quinto giorno più importante dell'anno per i thailandesi. L'aspetto commerciale della festività è estremamente sentito: venditori di rose si appostano spesso davanti alle scuole, ma attenzione al numero di fiori nel bouquet! Una rosa indica "la sola e unica", undici rose "la preferita", 99 rose "per sempre", mentre 108 rose indicano una vera proposta di matrimonio!
  • Singapore. Una variazione sul tema del classico messaggio in bottiglia: il giorno di San Valentino le donne non sposate scrivono il loro numero di telefono e dei messaggi su dei… mandarini e questi ultimi sono poi gettati nel fiume. La tradizione sarebbe di buon auspicio per le donne single in cerca dell'anima gemella.
  • Galles. La festa degli innamorati è chiamata "Dydd Santes Dwynwen" in onore di St. Dwynwen, il santo protettore degli innamorati. Cosa cambia rispetto al canonico San Valentino? Innanzitutto i regali: gli uomini offrono alle donne dei cucchiai di legno con intagliati dei cuori, lucchetti e chiavi.
  • Arabia Saudita. La ricorrenza di San Valentino è bandita in Arabia Saudita, dove le manifestazioni di affetto in pubblico sono considerate un tabù e perseguibili per legge. Spiegazione? Celebrare il 14 febbraio incoraggerebbe i rapporti extraconiugali. Tuttavia qui prolifera il mercato nero delle rose rosse e della gadgettistica legata alla "peccaminosa" festività.