Montagne Slovacchia. Foto da pixabay
in foto: Montagne Slovacchia. Foto da pixabay

Arriva l'inverno e con esso la prima neve. Tutti gli amanti degli sci stanno già pensando a dove trascorrere una tranquilla settimana bianca, ma la speranza è quella di non dover spendere una fortuna. In Europa, oltre alle mete più blasonate ci sono anche mete dove sciare è low cost, ma il divertimento è lo stesso.

Bulgaria

Bansko, Bulgaria. Foto di John Blackbourn
in foto: Bansko, Bulgaria. Foto di John Blackbourn

Bansko, Borovets e Pamporovo sono solo alcune delle più importanti località che si trovano sulle catene montuose della Bulgaria. In questi luoghi i prezzi sono minori rispetto alle rinomate località sciistiche che si trovano in Europa Occidentale. Uno skipass per sei giorni non vi verrà più di 80 euro, prezzo più che accettabile, così pure come sul Monte Musala. Le piste da sci sono comunque molto belle e dotate di tutti i servizi, di sicuro non alle stesse pendenze delle Alpi, ma sono un'ottima meta per una settimana bianca. In particolare a Bansko la lunghezza delle piste è di 65 chilometri, sono di varia difficoltà in modo da assicurare il divertimento di esperti e principianti.

Slovacchia

Sciare in Slovacchia. Foto di Walkerssk
in foto: Sciare in Slovacchia. Foto di Walkerssk

Ci troviamo sulla catena montuosa del Tantra, dove si trovano dei comprensori sciistici stupendi, anche se poco conosciuti. La pendenza delle montagne slovacche è impressionante ed sta iniziando ad essere considerato la nuova frontiera dello sci europeo. Insomma, lo sci in Slovacchia è una scelta avventurosa ed economica per godersi le piste e praticare sport invernali. Segnaliamo Jasna, con 36 chilometri di piste nello splendido paesaggio dell’adiacente parco nazionale, 11 chilometri coperte con neve artificiale, 1,6 chilometri di piste illuminate per sciare anche di sera, Jasna può rappresentare un’alternativa per chi vuole uscire dai soliti sentieri battuti.

Polonia

Zakopane, Polonia. Foto di Ahmed Said
in foto: Zakopane, Polonia. Foto di Ahmed Said

La Polonia vanta alcune delle vette più frequentate della parte orientale dell'Europa. I prezzi sono minori rispetto al resto d'Europa. La località più celebre dove sciare è Zakopane, conosciuta anche come la "capitale invernale della Polonia". Le stazioni sciistiche sono moderne e non hanno niente da invidiare alle più popolari. Altra pista famosa è quella di Zieleniec, dove si scia addirittura da novembre agli inizi di maggio e i prezzi per gli hotel arrivano a soli 15 euro a notte.

Ucraina

Bukovel, Ucraina. Foto di Nick Savchenko
in foto: Bukovel, Ucraina. Foto di Nick Savchenko

La nazione che affaccia sul Mar Nero ospita alcune interessanti piste da sci, ma viene spesso trascurata quando si sceglie un posto in Europa dove trascorrere una settimana bianca. Le infrastrutture probabilmente non sono all'altezza del resto d'Europa, ma in Ucraina ci sono molti villaggi, grandi e piccoli, dove trascorrere qualche giorno in completo relax lontano da tutto e da tutti.

Serbia

Kapaonik. Foto da Wikipedia
in foto: Kapaonik. Foto da Wikipedia

La Serbia è candidata ad essere una tra le più interessanti destinazioni sciistiche alternative in Europa orientale. Molto popolari tra i turisti inglesi, le località serbe stanno diventando sempre più moderne ad ogni stagione. La varietà del territorio la rende un posto ideale per le famiglie, ma i buoni prezzi e la vita notturna attirano anche molti giovani. Una località tra tutte è Kapaonik, uno dei posti migliori per sciare in un angolo di mondo ancora poco conosciuto dalla maggior parte dei turisti.