spiaggia rosa Bahamas

[Foto di Mike's Bird]

Nell'isoletta di Harbour Island, accessibile solo in barca e situata a nord della grande isola di Eleuthera, si trova una delle spiagge più belle e più famose delle Bahamas: la Pink Sand Beach. Dimenticate le auto, ma pensate a piccoli paesini dove la vita scorre lenta, e nessuno vi corre dietro, pensate ad un mare incantevole ed una spiaggia dal colore davvero sublime che mette serenità, infatti, nvi sembrerà un'allucinazione, ma questa spiaggia è completamente rosa, questa tinta è dovuta a minuscole particelle di corallo mischiate ai granelli bianchi. L'effetto del colore rosato mischiato all'azzurro dell'acqua e del cielo lascia molti a bocca aperta. In quest'angolo di paradiso potrai goderti le tue vacanze al mare, in un'atmosfera piacevole, niente fracasso, neanche in alta stagione,  poca e tranquilla vita notturna. Questa sottile lingua di terra nelle Bahamas è meta ambita per le vacanze dell'alta società, attirata dai resort esclusivi ed eleganti e dalle sfumature della sabbia. La magia del posto è aumentata dal fatto che non troverete mai troppa gente, gli ombrelloni si contano sulle dita di due mani ed appartengono ai lussuosi resorts che si affacciano sul questo lato dell’isola.

Dove si trova
La spiaggia
Dove dormire
Come arrivare
Quando andare

spiaggia di Eleuthera

[Foto di Trish Hartmann]

Dove si trova

Eleuthera, è un'isola delle Bahamas situata ad 80 Chilometri ad est da Nassau. Si tratta di un'isola molto particolare, poichè è lunga 160 Chilometri e larga solo 2, questa particolare conformazione le dona la sua forma a mezzaluna, attraversata da un'unica strada che collega le due estremità di quest'oasi. Tra i suoi insediamenti più importanti troviamo Harbour Island, facilmente raggiungibile con soli dieci minuti di navigazione a Nord di Eleuthera. E' qui che sorge la fantastica spiaggia rosa lunga 5 Chilometri di cui stiamo trattando. Harbour, che è un luogo esclusivo anche perchè arrivarci non è molto semplice.L'isola è interamente in stile vittoriano, con le abitazioni tutte in colori pastello, e dove è possibile spostarsi noleggiando un golf cart e provare un modo diverso di spostarsi.

Qui si trova il più vecchio insediamento delle Bahamas, Dunmore Town, che è la capitale del Paese. Si affaccia sulla laguna interna lungo il lato orientale di Harbour Island ed è un villaggio sonnolento, straordinariamente tranquillo, con poche viuzze assolate, con qualche negozietto qua e là, una chiesa, e qualche piccolo albergo tutto bianco. Anche questo villaggio è costellato da piccole casette colorate allineate lungo la Bay Street, la strada che costeggia la costa. La mancanza di auto e traffico dona al paesino un’aria un pò fuori dal tempo, dove rilassarsi e ricaricare le batterie. Infatti Donmore Town è la località giusta per rilassari in spiaggia per tutto il giorno, in tipico stile vacanze alle Bahamas.

Pink Sand

[Foto di Willy Volk]

La spiaggia

La spiaggia di Pink Sand è lunga oltre tre miglia e la sua caratteristica principale è che la sabbia è di un magnifico colore rosa. Questo colore che la rende celebre è dovuto alla presenza di coralli, e da dei minuscoli organismi che vivono al di sotto delle barriere coralline, dopo la morte dell'insetto, le onde rompono il guscio e spargono i resti a riva mischiandoli con la sabbia e pezzi di corallo, che le donano alla spiaggia questa tinta unica al mondo. In questa zona l'oceano sembra una tavola da surf, e sembra racchiudere tutte le tonalità esistenti di azzurro. Il rosa dei suoi minuscoli granelli risplende al sole e contrasta con i colori del mare.

La spiaggia assomiglia ad una distesa desertica che si estende fino all'acqua, niente alberi, pochi ombrelloni e soprattutto pochi visitatori. Gli unici alberi di palma sono quelli dei resort, che si affacciano su questo lato dell'isola. La spiaggia, come del resto tutta l'isola è davvero un'isola di pace, disseminata d tante case di legno colorate, tipiche dei Caraibi. Qui la sabbia è sempre fresca e consente di camminare liberamente a piedi nudi, ed è il posto ideale per praticare snorkelling e nuoto grazie alle acque calme e poco profonde. Un'immagine davvero da fiaba: una distesa di sabbia rosa che bacia le bellissime acque dai mille colori dell'oceano Atlantico.

Bahamas Pink Sand

[Foto di Mike's Bird]

Dove dormire

Sull'isola i resort sono pochi, e tutti molto costosi. Ma alloggiando nel paesino di Dunmore Town ci sono alcune possibilità per trovare una buona sistemazione ad un prezzo non esorbitante. Infatti, nel piccolo paese sono presenti resort di lusso che offrono ogni tipo di comfort, ma anche qualche bed & breakfast. L'unico inconveniente è che da questo lato dell'isola non c’è la spiaggia. Ma raggiungere la Pink Sand Beach non è un grosso problema, infatti a piedi si raggiunge in una ventina di minuti. Ma se non amate camminare potete sempre noleggiare una bicicletta, un motorino o una golf cart. Se invece sognate di pernottare direttamente sulla spiaggia di Pink Sand, si trovano dei resort sicuramente belli e lussuosi, ma spesso estremamente costosi.

spiaggia rosa

[Foto di Trish Hartmann]

Come arrivare

Per arrivare ad Harbour Island, e quindi alla dolce spiaggia di Pink Sand, non esistono voli diretti dall'Italia, ma si arriva a Miami e ci si imbarca con un volo low cost con destinazione Nassau. L’alternativa è fare scalo a Londra e arrivare dopo 11 ore di volo. Da Nassau, l’aeroporto che vi permette di arrivare all'isola di Harbour è il North Eleuhera Airport, ed è uno dei 3 aeroporti di cui dispone Eleuthera. Questo scalo è ben collegato con con Miami e Fort Lauderdale in Florida e naturalmente Nassau, con soli 25 minuti di volo. I voli sono ancora pochi, non più di tre al giorno, quindi bisogna accontentarsi degli orari e dei tempi dettati dalle partenze. Importante è da sapere che gli orari dei voli in partenza da Miami e Fort Lauderdale per l'isola non permettono di arrivare dall'Italia e proseguire lo stesso giorno il proprio viaggio verso Harbour Island, quindi siete costretti a soggiornare almeno una notte negli Stati Uniti, e questa può essere una buona occasione per una visita agli USA. Discorso identico se si sceglie la tratta da Londra a Nassau, qui l'aereo atterrà in un'ora troppo tarda per continuare il viaggio per Eleuthera. Quindi bisognerà dormire almeno una notte a Nassau, per partire riposati il giorno seguente alla scoperta della mitica spiaggia pink.

Raggiunto il Nord di Eleuthera con piccoli voli interni, per arrivare alla nostra meta Harbour, bisogna fare un breve percorso via terra di soli 5 minuti, di solito con un taxi, e  poi attraversare con una barca la laguna interna fino al pontile di Dunmore Town. Al porto sarete accorti da tantissimi barcaioli, tutti in fila ad attendere i turisti. Preso uno dei tanti motoscafi, in pochi minuti si giunge sul molo di Dunmore Town. Un'altro modo per raggiungere l'isola è con il ferry da Nassau, che però opera solo poche volte alla settimana. Non è altro che un catamarano, ma la sua peculiarità è di essere il più veloce delle Bahamas, lascia Nassau al mattino per attraccare direttamente al molo di Dunmore Town ad Harbour Island dopo circa 3 ore. Il ritorno di norma è previsto il primo pomeriggio da Harbour Island.

spiaggia rosa

[Foto di Don Graham]

Quando andare

Il periodo migliore per organizzare le proprie vacanze ad Harbour Island va da marzo a maggio, in questi mesi infatti il clima è perfetto e non si corre il rischio di trovare giornate piovose o ventose, il mare è calmo e c'è tanto sole. Nelle Bahamas la stagione secca corrisponde a quella invernale, vale a dire da novembre a marzo, in questo periodo il cielo è quasi sempre azzurro e la pioggia davvero molto rara. Bisogna sottolineare, però che Harbour Island, trovandosi nella zona più settentrionale, tra dicembre e gennaio, si può rischiare di trovare qualche giornata più fredda, che però non rovinerà le vacanze al mare. Da evitare è invece la nostra estate, poichè è periodo di uragani, soprattutto tra settembre ed ottobre.