Salò
in foto: Salò. Foto di Josef Grunig

Un viaggio sul Lago di Garda regala tante sorprese, che non si esauriscono nelle città principali del lungolago. Sulle sponde del Garda, sono tantissimi i borghi e i punti da ammirare, tanto che risulta molto difficile elencarli tutti. In questa guida vi porteremo a Salò, sulla sponda bresciana del Lago di Garda. Questa città vanta un bellissimo centro storico, famoso soprattutto per il Duomo di Sant'Annunziata, costruito nel quattrocento. Il nome Salò è circondato da un velo di mistero, infatti, è ancora incerta la sua vera origine. Secondo alcuni il nome deriverebbe da una regina etrusca, Salodia, mentre per altri sarebbe il nome del re Saloo. Molto più probabilmente, in realtà, il nome è legato al commercio del sale, poichè in passato era un importante collegamento tra lago e Mar Adriatico. La città di Salò è diventata famosa poichè nel periodo fascista Benito Mussolini aveva proclamato il comune come la "Repubblica di Salò", uno stato utile per controllare meglio i ministeri a cui aveva dato sede. La città di Salò può essere visitata in poco tempo e ogni anno attira tanti turisti che vogliono conoscere quella che fu la capitale della Repubblica Sociale Italiana dal 43 al 45.

Cosa vedere a Salò

Cosa vedere a Salò
in foto: Cosa vdere a Salò. Foto di Heather Jonasson

Salò è situato ai piedi del Monte San Bartolomeo al centro di un piccolo golfo. La prima cosa da ammirare nel borgo di Salò è il celebre Duomo di Sant'Annunziata, una struttura del quattrocento perfettamente conservata. Anticamente il duomo era conosciuto come la pieve di Santa Maria e presenta una facciata incompleta, ma valorizzata grazie ad un'entrata rinascimentale. L'interno della chiesa è molto ricco, con affreschi ed altre opere d'arte e un crocifisso ligneo del XV secolo, considerato uno dei più belli del mondo. Tra gli altri edifici sacri ricordiamo la Chiesa della Visitazione, la Chiesa di San Bernardino e la Chiesa del Convento dei Frati Cappuccini, ubicata nella frazione di Barbarano.

Il centro storico è un intreccio di stradine e piazzette sulle quali si affacciano dimore signorili, negozi, ristoranti e bar. Le frazioni del Comune di Salò (Barbarano, Campoverde, Cunettone, Renzano, San Bartolomeo, Serniga e Villa) offrono molte opportunità per gite e passeggiate. Nel centro della città si può ammirare anche il Palazzo Del Potestà, in buona parte ricostruito a causa del terremoto, il Palazzo Fantoni, oggi biblioteca comunale, il Teatro civico, il Palazzo Martinengo e il Museo MU.SA, centro culturale che ospita spesso eventi e mostre.

Il lungolago, che ha il nome di Zanardelli, è stato inaugurato nel 900 e conduce fino a Piazza della Vittoria, dove si affaccia il palazzo della Magnifica Patria di Jacomo. Un aspetto molto particolare ed interessante della passeggiata del lungolago sono le venti targhe che si trovano lungo il percorso, ognuna delle quali rivela qualche curiosità sulla storia e sulle origini della città.

Proprio di fronte alla città di Salò si estende una lunga spiaggia dalla quale partono dei battelli che permettono di visitare le altre città del Lago di Garda. In estate il lungolago con le sue spiagge vengono prese d'assalto da molti turisti che cercano relax, ma anche divertimento. Le spiagge migliori sono quelle del Mulino e la spiaggia di Rimbalzello che si trova vicino a Gardone Riviera.

Salò offre tante opportunità anche per chi ama le escursioni. Il comune, infatti, si trova nel parco Alto Garda Bresciana, ed il Monte Bartolomeo offre la possibilità di fare escursioni e trekking davanti allo spettacolo di scorci bellissimi.

Come arrivare a Salò

Il comune di Salò è molto comodo da raggiungere in auto. Infatti, basta seguire l'autostrada A4, uscendo al casello di Brescia Est e proseguendo per la tangenziale che conduce fino alla destinazione. Salò può essere raggiunto anche in treno, con le fermate si Brescia o Desenzano. L'aeroporto più vicino è quello di Orio al Serio a Bergamo, oppure il Valerio Catullo di Verona e il Montichiari di Brescia.