Grottaglie, in provincia di Taranto, non è nota solo per le sue pregiate ceramiche ma anche per quello che è l'evento enologico di punta dell'estate pugliese. Riapre i battenti Vino è Musica, la manifestazione che celebra la cultura del vino, le tradizioni, l'arte e il territorio, nella cornice di location suggestive e con il sottofondo di tanta buona musica. Giunta al suo decimo anno, la rassegna si prospetta più entusiasmante che mai anche per l'edizione 2019. Quest'anno l'evento vedrà la partecipazione di 100 aziende vitivinicole provenienti dalla Puglia, con due giorni dedicati alle attività di settore e al blind tasting e due giorni aperti al grande pubblico nel suggestivo Quartiere delle Ceramiche.

Si partirà con il "Premio Vino è Musica". Il 23 e il 24 luglio, nell'affascinante Sala San Francesco del Monun, si darà il via al blind tasting: una degustazione "alla cieca" che vedrà confrontarsi in gara 300 etichette vinicole. Sarà una commissione capeggiata dall'assaggiatore internazionale Enzo Civetti a valutare i vincitori in base ai criteri di colore, gusto e profumo.

Dal 26 al 27 luglio la manifestazione sarà aperta al pubblico, che avrà l'imbarazzo della scelta fra 300 etichette da degustare, 9 laboratori del gusto e 3 enoteche "en plein air". Nel Quartiere delle Ceramiche, 5 chef presenteranno ai winelovers la rivisitazione di piatti tradizionali in chiave slow food, mentre 14 gruppi "made in Puglia" daranno un tocco di energia alla rassegna con le loro note pop, jazz, folk e rock. La presenza delle enoteche #Vinoèmusica consentirà di degustare le migliori produzioni artigianali. Inoltre, le terrazze panoramiche delle botteghe dei ceramisti si animeranno con una serie di laboratori del gusto. L'attenzione sarà rivolta anche al sociale, con la presentazione il 27 luglio del progetto veneto "Fuori di Campo", iniziativa legata all'agricoltura biologica per promuovere l’integrazione lavorativa di persone svantaggiate in contesti protetti. Ci sarà spazio anche per il sano gusto dell'ironia: il 27 luglio è previsto un TG satirico dedicato al food, al wine e all'attualità nazionale, scritto e ideato dalla redazione di Lercio.it.

Numerosi anche gli eventi dedicati all'arte. Nel Quartiere delle Ceramiche avrà luogo il "Mondial Tornianti", competizione nata 30 anni fa a Faenza. Si tratta di una vera e propria sfida al tornio per plasmare oggetti opere d'arte con creatività e destrezza. L'interno del Museo della Ceramica ospiterà laboratori per i più piccoli. Sarà inoltre possibile visitare la mostra di ceramica contemporanea “MediTERRAneo” e osservare il lavoro di oltre 50 botteghe artigiane dove tra le mani dei maestri ceramisti rivivono emozioni e tradizioni senza tempo.