Chiesa di Campogalliano – Foto Wikimedia Commons
in foto: Chiesa di Campogalliano – Foto Wikimedia Commons

Situato in provincia di Modena, il comune di Campogalliano è una destinazione a misura d'uomo che offre un soggiorno ricco di serenità. Il senso di pace e relax è enfatizzato dalla splendida natura dei dintorni, che dona al borgo un tocco di magia.

Chiesa di Campogalliano – Foto Wikimedia Commons
in foto: Chiesa di Campogalliano – Foto Wikimedia Commons

I primi insediamenti a Campogalliano risalgono all'età del bronzo. Secondo alcuni, il toponimo deriverebbe dalla discesa dei Galli nella Pianura Padana, da cui il nome del paese "Campo dei Galli". Il nucleo medievale del paese si concentrava in Piazza Castello con l'Oratorio di San Rocco. Dopo la seconda guerra mondiale il paese si è ampliato e il centro della vita cittadina è diventato Piazza Vittorio Emanuele, con la Chiesa parrocchiale dedicata a Sant'Orsola e il Municipio.

Campogalliano, Piazza Castello – Foto Wikimedia Commons
in foto: Campogalliano, Piazza Castello – Foto Wikimedia Commons

Campogalliano è rinomata soprattutto per la produzione di bilance. Già nel 1860, l'anno prima dell'Unità d'Italia, nella cittadina si costruivano bilance, e la loro produzione è tuttora un'attività molto importante. Nel centro cittadino si trova infatti il Museo della Bilancia, aperto dal 1989. Il luogo espone una vasta documentazione relativa a questo strumento di misura, mettendo in mostra esemplari antichi e moderni, fino ad arrivare ai congegni elettronici più recenti. Si intraprende così un viaggio dalla preistoria fino a oggi attraverso i sistemi di pesatura che hanno accompagnato da sempre il percorso umano. Attività multimediali e laboratori didattici renderanno ancora più interessante la visita, condotta da guide preparate. La divulgazione scientifica si tinge dei colori del divertimento come nel caso del Muro Solare, esperienza interattiva per calcolare il proprio peso sulla Terra, sulla Luna e su Giove.

Piazza di Campogalliano – Foto Wikimedia Commons
in foto: Piazza di Campogalliano – Foto Wikimedia Commons

Appena fuori dal centro abitato si trova il Santuario della Beata Vergine della Sassola, oggetto di devozione da parte dei locali che vengono spesso qui in pellegrinaggio. Sull'altare maggiore si trova l'effigie della Madonna della Sassola, immagine venerata fin dal XVIII secolo e considerata miracolosa, come dimostrano i numerosi ex voto in segno di grazia ricevuta. A 3 km da Campogalliano si trova la Riserva Naturale del Fiume Secchia con la splendida oasi naturalistica dei Laghi Curiel. Un luogo tranquillo e rilassante, immerso nel verde e nel silenzio, dove in estate è possibile persino farsi il bagno. L'area è prediletta dalle famiglie che spesso vengono qui in gita sui pedali di una bici per un picnic.