2.275 CONDIVISIONI
15 Ottobre 2019
10:42

Visita alla bellissima Abbazia di Morimondo

L’Abbazia di Morimondo è una delle mete preferite per una gita fuori porta nelle vicinanze di Milano. L’edificio abbaziale con la sua imponenza, il monastero e la vallata del Ticino che si estende ai piedi del complesso, la rendono un posto magico e fuori dal tempo assolutamente da non perdere.
A cura di Stefania Lombardi
2.275 CONDIVISIONI
Abbazia Cistercense di Morimondo. Foto di <a href="https://it.wikipedia.org/wiki/File:Morimondo_vista_nord.JPG" target="_blank" rel="nofollow noopener">Francorov</a>
Abbazia Cistercense di Morimondo. Foto di Francorov

Morimondo è un piccolo borgo lombardo, situato a breve distanza da Vigevano, annoverato tra i borghi più belli d'Italia, che custodisce una costruzione che attira tantissimi visitatori. Si tratta dell'Abbazia, un luogo incantevole spesso palcoscenico di eventi suggestivi. Ecco cosa vedere in questo luogo incantato.

L'Abbazia di Morimondo

abbazia di Morimondo. Foto di <a href="https://www.flickr.com/photos/13016192@N00/5427253541" target="_blank" rel="nofollow noopener">Luca Volpi</a>
abbazia di Morimondo. Foto di Luca Volpi

L'Abbazia di Morimondo non è una costruzione qualunque, ma si tratta di un'abbazia madre, da dove i monaci cistercensi partivano per fondare le altre abbazie in tutto il mondo. Questo luogo costituisce il fulcro del paese lombardo, intorno al quale furono costruite le abitazioni. Il borgo è perfettamente conservato anche grazie ad una recente opera di restauro.

L'Abbazia di Morimondo è una importante testimonianza dell'architettura lombarda dell'epoca. Fu fondata da dodici monaci cistercensi provenienti dall'abbazia di Morimond, in Borgogna, da cui deriva il nome del paese. Il periodo di maggior splendore fu intorno al XIV secolo, quando arrivò ad occupare un'area di 24 chilometri quadrati, comprendendo anche i campi coltivati dai monaci. Gli anni successivi furono, invece, abbastanza travagliati. Prima l'abbazia fu trasformata in commenda, ma nel 1490 Giovanni de' Medici, commendatario di Morimondo, volle riportare il monastero alla regola benedettina. Questo comportò varie vicende travagliate, fino alla vendita su base d'asta e all'acquisizione da parte del Comune di Morimondo nel 1805. Il Comune avviò un'importante opera di restauro portata a termine nel 2008.

L'abbazia di Morimondo è un esempio di architettura cistercense già evoluta verso lo stile gotico, come si nota dalla facciata della chiesa. Una particolarità dell'abbazia è il suo sviluppo su quattro piani che sfrutta un terrazzamento ricavato dal terreno. Le forme sono essenziali e le asimmetrie accuratamente volute, poiché seguono la regola, secondo la quale solo Dio è perfetto. All'interno dell'edificio si mischia lo stile romano a quello gotico. Il complesso dell'abbazia comprende anche un chiostro formato da un susseguirsi di colonne che collegano la chiesa al monastero. Sul lato orientale si trova la Sala Capitolare, un ambiente sobrio ed elegante.

L'Abbazia oggi è protagonista di molti eventi e manifestazioni culturali ed è gestita dalla Fondazione Abbatia Sancte Marie de Morimundo.

Durante una visita a Morimondo si può visitare il Museo dell’Abbazia, la fattoria didattica di Cascina Fiorentina e percorrere le bellissime piste ciclabili.

2.275 CONDIVISIONI
Abbazia di Fossanova: eleganza e spiritualità
Abbazia di Fossanova: eleganza e spiritualità
Abbazia di Villers-la-Ville: il suggestivo monastero in rovina
Abbazia di Villers-la-Ville: il suggestivo monastero in rovina
L'inaccessibile Abbazia di San Fruttuoso in Liguria
L'inaccessibile Abbazia di San Fruttuoso in Liguria
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni