18 Marzo 2011
19:35

Barcellona in 3 giorni: itinerari per una vacanza “lampo”

Un soggiorno di tre giorni a Barcellona è sufficiente a vedere l’essenziale e nulla di più. Si tratta comunque di una possibilità da non perdere, a patto che abbiate ben chiaro cosa vedere nel capoluogo catalano.
A cura di Fernanda Pica

Barcellona, il capoluogo della Catalogna, è una delle tappe obbligate delle vostre vacanze in Spagna. Tre giorni non bastano per apprezzare a pieno la città catalana, ma le "toccate e fuga" sono sempre più frequenti in una metropoli così ben collegata al traffico aereo internazionale (soprattutto quello low cost) e, soprattutto, così bella. Ci soffermeremo soltanto sui monumenti più noti, evitando un eccesso di stress. Va precisato che l'ipotesi da cui partiamo è quella di una vacanza di soli adulti, senza bambini a seguito e che non vogliono spendere una follia. Di seguito vi riportiamo una soluzione di itinerario da seguire in 3 giorni.

1° giorno a Barcellona

Diamo inizio alla nostra visita di Barcellona, esplorando il suggestivo Barri Gòtic, l'antico quartiere medievale della città, che si snoda in un complicato reticolo di stradine. Qui, a Plaça del Seu, si trova la splendida cattedrale gotica di Barcellona, realizzata tra il XIV e il XV secolo. Dopo aver visitato la chiesa, raggiungiamo Plaça Jaume I nella quale possiamo ammirare gli edifici dell’Ajutament e il Palau de la Generalitat. Da Plaça Jaume I, ci dirigiamo invece, verso le Ramblas, percorrendo Carrer de Ferran e facendo una sosta presso Plaça St. Josep Oriol dove sorge l'incantevole chiesa gotica di Santa Maria del Pi. In questa zona si trovano numerosi ristoranti e trattorie tipiche.

2° giorno

La seconda giornata invece, comincia con una piacevole passeggiata lungo le Ramblas, le movimentate arterie principali di Barcellona, sempre affollate di turisti e bancarelle. Qui si affaccia il Gran Teatre del Liceu, il Mercat Sant Josep, detto anche La Boqueria. Salendo lungo la Rambla si approda alla Plaça de Catalunya, nei pressi della quale sorge L’Exaimple, un quartiere borghese realizzato alla fine dell'Ottocento. Qui si snoda Passeig de Gràcia, una delle vie principali del quartiere. Qui vi imbatterete nella Casa Lleo Morera, nella Casa Amatller, nella Casa Battlo, realizzata da Antoni Gaudi. Proseguendo lungo la Avinguda Diagonal approdiamo poi al monumento simbolo di Barcellona: la Sagrada Familia, il capolavoro incompiuto di Gaudì.

3° giorno

La terza giornata la dedichiamo invece, al controverso quartiere di Raval. Qui sorgono la Eglesia de Sant Pau del Camp, lungo il Carrer Sant Pau, la chiesa più antica di Barcellona, realizzata in stile romanico, e l’Hospital de la Santa Creu, l’antico ospedale del XV, al cui interno si trova la Biblioteca nazionale. Infine concludiamo la nostra visita con lo splendido parco di Montjuїc, il polmone verde di Barcellona. Qui si trovano l'omonimo castello, la Fundacio’ Joan Miro’, il Pavello’ Mies van der Rohe ed il sontuoso Palau Nacional, il Museu Etnòlogic e il Museu d’Arquelogia.

Una settimana in Francia: gli itinerari d'Oltralpe da 7 giorni a 1 mese di vacanza
Una settimana in Francia: gli itinerari d'Oltralpe da 7 giorni a 1 mese di vacanza
Itinerari per vedere Roma in un giorno: 3 mappe, 3 cammini
Itinerari per vedere Roma in un giorno: 3 mappe, 3 cammini
Vacanze alternative in estate: per gli amanti dell'avventura
Vacanze alternative in estate: per gli amanti dell'avventura
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni