Visitare il Colosseo di notte

Spesso i nostri viaggi sono motivati da ragioni puramente turistiche: innamorati delle immagini da cartolina che fanno il giro del mondo, tutti sognano di prendere un caffè sotto la Torre Eiffel o di sostare all'ombra delle piramidi. E come al solito, ci dimentichiamo che non abbiamo bisogno di andare così lontano per poter godere di esperienze di questo tipo, dal momento che abbiamo la fortuna di vivere in un paese che ospita monumenti di rilevanza mondiale. Le vacanze in Italia sono sempre il fiore all'occhiello dei viaggi: mettiamoci nei panni di un turista straniero e cerchiamo di cogliere l'emozione nel suo sguardo quando si trova di fronte a capolavori dell'umanità come il Duomo di Firenze, la Torre di Pisa o il Colosseo. Allora sapremo sì apprezzare quello che abbiamo, ricordandoci di cosa ci può offrire la nostra bella penisola.

Ma, anche da italiani, immaginate cosa può voler dire svegliarsi la mattina e fare colazione con il panorama del Colosseo di Roma sullo sfondo. Routine per tutti gli abitanti della capitale, forse, ma basta venire da un paese che sia appena fuori la provincia per rimanere estasiati di fronte ai resti di questa enorme testimonianza storica dell'impero Romano. Insomma, non è roba di tutti i giorni poter assistere allo spettacolo di un edificio di duemila anni ergersi nel centro di una capitale europea. Soprattutto quando si cammina la sera, e il monumento in questione è illuminato da centinaia di luci tutto intorno: visitare il Colosseo di notte è come visitarlo una seconda volta.

Per questo per l'estate il comune di Roma ha ampliato l'orario di apertura del monumento, dando la possibilità di potervi entrare anche di notte: non solo una veduta esterna quindi, ma molti privilegiati hanno anche avuto modo di dare un occhio al suo interno sotto la luce delle stelle. Non solo, nello stesso periodo sono state ampliate anche le zone di accesso ai visitatori: finalmente si è potuto accedere alla terza terrazza e ai sotterranei dei gladiatori, dove i protagonisti dei giochi circensi si preparavano a sanguinose battaglie a colpi di gladio. Anche se poche persone al giorno avrebbero potuto visitare le "zone probite" e solo su prenotazione, l'iniziativa ha avuto successo, e si spera si possa ripetere anche per l'estate. Tra una vacanza al mare o un escursione in montagna si può anche optare per l'itinerario urbano, e una visita al Colosseo di Roma rientra tranquillamente nella lista delle gite da uno o due giorni più belle che si possano organizzare.