L'idea non è certo nuova e ciclicamente viene riproposta dal vulcanico amministratore di Ryanair: fare il low cost intercontinentale che renderà accessibile a tutti un viaggio dall'Europa agli Stati Uniti. Ora l'idea è stata rilanciata da Michael O'Leary in occasione della conferenza della Irish Hotels Federation in toni sicuramente più canonici rispetto a quelli che nel 2009 portarono il ceo della compagnia irlandese ad esporre il suo progetto: in classe economica viaggio a 10 euro e in classe business tutto incluso, anche il sesso orale. Di seguito il video di quella singolare conferenza:

L’eccentrico Michael O’Leary, CEO di Ryanair
in foto: L’eccentrico Michael O’Leary, CEO di Ryanair

Questa volta vengono messi da parte i servizi offerti ai viaggiatori dell'all inclusive e ci si concentra sul volo low cost verso e dagli States. ‘O Leary ha precisato che contro il prezzo ridotto a 10 dollari, il passeggero dovrà pagare tutto, acqua compresa. Una precisazione non da poco, dato che – come ha osservato la blogger Federica Piersimoni – un conto è astenersi da un bicchiere d'acqua su un viaggio di un'ora e mezzo, altro lo è su un volo intercontinentale. In ogni caso la notizia è di quelle esplosive. Almeno in termini di visibilità, dal momento che, come osservato, ‘O Leary non è nuovo a questo annuncio. Durante il suo discorso, del resto, il numero uno di Ryanair ha ammesso che ci vorranno anni prima che ciò diventi possibile. In ogni caso, 6 mesi dopo aver parcheggiato il primo aereo intercontinentale, ecco che Ryanair renderà possibile un viaggio per New York con appena 10 dollari, che, tradotto in euro, vuol dire 7,2 euro. Gli aeroporti interessati non saranno pochi, dato che ‘O Leary ha parlato di 12-14 scali negli Usa e altrettanti tra le principali città europee. Ma ai viaggiatori del low cost e a chi può permettersi la business class all inclusive ricordiamo: "tra qualche anno".