volo-low-cost

Quando si viaggia all’estero, la scelta della compagnia aerea con cui volare è la discriminante principale su quello che andremo a risparmiare nel nostro viaggio. Soprattutto in Europa le low-cost offrono spesso tariffe vantaggiose, anche se sostanzialmente i prezzi non differiscono molto tra le varie compagnie e sono rare le occasioni davvero economiche.

Chi non ha molto tempo o voglia si rivolge generalmente ai motori di ricerca come Expedia o VolareWeb (quest’ultima tra l’altro è stata per un po’ una compagnia low-cost prima di essere assorbita dalla cordata Alitalia). Se da un lato la ricerca è più immediata, perché permette di visualizzare velocemente le offerte più economiche per un dato periodo, dall’altra è abbastanza limitativa, perché non ci consente di organizzare il viaggio a nostro piacimento.

Insomma, vogliamo fare un viaggio in un qualsiasi periodo dell’anno, a basso costo? Allora conviene iscriversi alle newsletter di compagnie come EasyJet o RyanAir per avere le offerte in tempo reale. Da notare però che spesso un’offerta come “Londra a 20 €” si riferisce al solo viaggio d’andata, mentre una data di ritorno altrettanto accessibile sarà spostata talmente in là nei giorni che quello che risparmieremmo in viaggio lo spenderemmo in alloggio.

Tra l’altro pochi hanno questa libertà di movimento. Se quindi sappiamo dove e quando andare (di solito sfruttando ferie o ponte) ci conviene prenotare per tempo andando direttamente alla fonte. Anche per le low-cost i prezzi levitano mano mano che la data di prenotazione si avvicina a quella della partenza. Inoltre meglio prenotare direttamente con le compagnie che fanno scala nella nostra meta, senza affidarci a motori terzi.

Per cui, ad esempio, voglio andare da Roma a Berlino? Vedrò gli aeroporti presenti in una delle due città e controllerò le compagnie aeree che li servono (si può vedere tranquillamente su Wikipedia). Per cui vedrò che Easyjet lavora a Ciampino, mentre a Fiumicino potrò prendere la AirBerlin. Dai siti delle compagnie potrò vedere le tariffe di andata e ritorno per ogni giorno, e organizzarmi così il viaggio.

La ricerca è ovviamente immediata qualora scegliessimo voli diretti, anche se su territorio europeo è quasi condizione indispensabile dal momento che le distanze maggiori non coprono più di sei ore di volo. Dal momento che vogliamo risparmiare, evitiamo il rischio di perdere bagagli nel trasferimento.

Giuseppe D’Angelo