Watamu Beach

Per coloro che hanno interesse a coniugare nelle proprie vacanze al mare la ricerca di spiagge bianche e acque turchesi e l'interesse per paesaggi naturalistici mozzafiato, il piccolo villaggio di Watamu in Kenya può rappresentare la scelta più appropriata. Soprattutto se non si ha alcun interesse ad alloggiare in un centro ricco di divertimenti creati ad hoc per il turista e anzi, si vuole godere di più dell'aspetto più intimo e naturale del paese… senza però rinunciare alle comodità e a servizi progettati per gli italiani.

Watamu è infatti un piccolo villaggio di pescatori a un'ora e mezza dall'aeroporto di Mombasa. Qui il turismo si è sviluppato in maniera discreta concentrando le sue strutture sulla spiaggia, chiamata per l'appunto Watamu Beach. La spiaggia principale del villaggio, conosciuta come l'Isola dell'Amore, è un enorme distesa di sabbia di corallo bianco che, quando la marea è bassa, è l'ideale per lunghe passeggiate e per dei bagni rilassanti in alcune piscine naturali che si formano in piccole depressioni. Quando la marea sale invece la spiaggia si divide in piccoli isolotti dominati da immensi roccioni sui quali rischiate di rimanere bloccati se vi addormentate sotto uno di essi e vi fate cogliere dall'acqua alta. Ma niente paura: per pochi euro i pescatori della zona vi traghetteranno alla riva opposta. Non solo, potete mettervi d'accordo con loro per avere un pranzo a base di aragosta alla griglia direttamente sulla spiaggia.

La parte del villaggio che si collega alla spiaggia ha subito ovviamente l'influenza dell'arrivo degli italiani, che hanno scelto Watamu tra le mete favorite per le proprie vacanze in Kenya. Oltre a vari negozietti per i turisti potrete trovare una gelateria italiana e un supermercato molto fornito. Se invece volete addentrarvi all'interno per un escursione non potete trovare di meglio: l'area di Watamu è infatti a pochi passi dalla riserva naturale dell'Arabuko-Sokoke Forest, della quale fa parte anche Mida Creek. Il piccolo vilaggio di Mida è situato a qualche chilometro di distanza sulle sponde di un'enorme laguna, dove potrete compiere un'interessante percorso naturalistico che vi porterà, a bordo di una canoa, prima in una foresta di mangrovie e poi in una palude popolata da fenicotteri. Numerosi sono gli uccelli che popolano quest'area, vero paradiso per gli ornitologi e gli amanti del bird-watching.

A pochi chilometri da Mida c'è il villaggio di Gedi, punto di raccordo per visitare le omonime rovine: un sito archeologico dove si potrà avere una reale idea di come fosse una città araba delle coste del Kenya. Abbandonata nel XVII secolo la città fu riscoperta nel 1927 e sono state riportati alla luce le rovine di una Grande Moschea, il Palazzo, varie case residenziali e delle tombe, di cui sono sopravvissuti per lo più le fondamenta e i pilastri.

Tutta la zona costiera circostante è racchiusa all'interno del Parco Marino Naturale di Watamu, un'area protetta che gli amanti dello snorkeling non possono fare a meno di esplorare con una bella gita in barca. Tra oltre 600 specie di bellissimi pesci tropicali che abitano la barriera corallina sarà impossibile rimanere delusi.