Pluto, Paperino, Topolino e Minnie (Foto @Ilaria Vangi/Fanpage.it).
in foto: Pluto, Paperino, Topolino e Minnie (Foto @Ilaria Vangi/Fanpage.it).

Prima di elencare quelle che, secondo me, potrebbero essere le situazioni che rovinerebbero la vostra vacanza a Walt Disney World (vissute in prima persona durante il #fanpagetour) vorrei dire però che il parco è sicuramente un luogo magico, dove i bimbi perdono la testa ma dove anche agli adulti, per un breve periodo, riescono a scrollarsi di dosso le preoccupazioni dell'essere "grandi" per ritrovarsi a sognare come da piccoli. Tutto questo però ha un prezzo… non solo economico!

1 – Il traffico

Arrivare a Walt Disney World è un piccolo viaggio. Soprattutto durante il fine settimana il traffico è praticamente congestionato, se non partite relativamente presto potreste rischiare di rimanere imbottigliati e passare metà della giornata in coda. Potreste utilizzare la vostra auto ma sappiate che il parcheggio non è proprio a buon mercato. Nel caso vorreste utilizzare i mezzi pubblici informatevi per tempo sugli orari. Tenete presente che il parco è aperto fino a tarda notte.

2 – Le navette degli alberghi

Molti alberghi offrono ai visitatori la possibilità di utilizzare un servizio gratuito di shuttle per recarsi ad uno dei quattro parchi ma anche per questo, prima di prenotare, informatevi bene. Servizio apparentemente utile salvo che alcuni hotel offrono il trasporto in orari assurdi e insufficienti, sia per l'andata ma soprattutto per il ritorno. A causa dell'ultima corsa della mia navetta ho perso la possibilità di vedere il bellissimo spettacolo pirotecnico che ogni sera illumina in castello di Cenerentola, credetemi mi sono mangiata le mani.

3 – Un mondo, quattro parchi, tanti giorni

Ingresso del Magic Kingdom (Foto @Ilaria Vangi/Fanpage.it).
in foto: Ingresso del Magic Kingdom (Foto @Ilaria Vangi/Fanpage.it).

Walt Disney World è composto da quatto parchi a sua volta suddivisi in varie sezioni tematiche. Magic Kingdom è il primo, voluto fortemente da Walt Disney in persona, forse il più famoso e importante. Epcot è una specie di piccolo mondo in miniatura dedicato alla tecnologia e alla scoperta scientifica. Animal Kingdom, ovvero il regno degli animali suddiviso in ben sei territori e Disney's Hollywood Studios. Non fate il mio errore, dedicate al parco più giorni che potete; girare in un giorno, anche solo una parte del Magic Kingdom, è praticamente impossibile!

4 – Il biglietto, attenzione alla prima coda

Coda al Monorail (Foto @Ilaria Vangi/Fanpage.it).
in foto: Coda al Monorail (Foto @Ilaria Vangi/Fanpage.it).

I biglietti costano, questo non posso negarlo, ma in definitiva il prezzo che pagate vale quello che vedrete ma acquistate il ticket on line, altrimenti preparatevi a fare la vostra prima interminabile coda della giornata. Scoprirete leggendo che la parola "coda" sarà una delle grandi costanti di questo post. Come detto prima dedicate al parco quanti più giorni potete, non solo per avere la possibilità di visitarlo con calma ma anche perché, acquistando pacchetti di più ingressi, risparmierete.

5 – Il tremendo fine settimana

Evitate assolutamente il fine settimana, le feste nazionali e le ricorrenze. Il parco è una giungla di famiglie e di genitori (detto con tutto il rispetto) che ti passano continuamente sui piedi con i passeggini dei figli.

6 – Accoglienza

Anche se tutti i dipendenti del parco sono efficenti, cordiali e gentili le code al punto informazioni sono epiche, come epiche sono quelle per accedere alla biglietteria quindi informatevi bene su tutto prima di entrare.

7 – Le attrazioni senza "fast pass"

Una delle tante file per un'attrazione (Foto @Ilaria Vangi/Fanpage.it).
in foto: Una delle tante file per un'attrazione (Foto @Ilaria Vangi/Fanpage.it).

Sempre per la quantità di visitatori le attrazioni diventano un incubo, code interminabili di due, tre ore d' attesa, però attenzione! Se acquistate un braccialetto chiamato fast pass, al costo di circa 13 dollari cadauno, avrete la possibilità di annullare praticamente le attese e accedere in meno di tre minuti.

8 – Le sfilate: accamparsi o snobbarle

Mentre le attrazioni sono più avvincenti per i bambini, le sfilate e gli spettacoli riescono ad affascinare sia grandi che piccini. Una tra queste vorrei citare la bella "electrical parade" però, anche per vedere la parata sfavillante che quasi ogni sera illumina le strade del Magic Kingdon, (ahi me) già tre ore prima della partenza le persone iniziano ad accamparsi lungo la Main Street in attesa del passaggio dei carri. Risultato: o rischiate la sorte e continuate a girare sperando di trovare un posticino last minute oppure vi accampate per un'attesa di circa due, tre ore.

9 – Deperire in attesa di cibo

Dentro il Magic Kingdom potrete trovare vari punti di ristoro, ma preparatevi a spendere e ad interminabili code… come sempre!

10 – Il castello (inespugnabile) di Cenerentola

Il castello di Cenerentola (Foto @Ilaria Vangi/Fanpage.it).
in foto: Il castello di Cenerentola (Foto @Ilaria Vangi/Fanpage.it).

Arrivata a Walt Disney World avrei voluto avere la possibilità di visitare il famoso castello di Cenerentola. Niente da fare… mi è stato detto che per accedervi le persone riservano il posto anche un anno prima, pazienza…. sarà per la prossima volta!

Statua di Walt Disney con Minnie (Foto @Ilaria Vangi/Fanpage.it).
in foto: Statua di Walt Disney con Minnie (Foto @Ilaria Vangi/Fanpage.it).

Detto questo, se state pianificando una vacanza ad Orlando non fate come me: dedicategli più giorni che potete, acquistate il vostro biglietto on line, informatevi sui mezzi di trasporto ma soprattutto non andateci nel fine settimana!