pixabay
in foto: pixabay

Approfittare di offerte incredibili e prezzi stracciati fa gola a tutti, soprattutto quando si tratta di viaggi. Ma purtroppo, spesso, dietro a luoghi da favola offerti a costi troppo convenienti si nascondono delle vere truffe. Al mondo di oggi nessuno regala niente, quindi trovarsi di fronte ad una vacanza quasi regalata o ad un prezzo troppo al di sotto rispetto al mercato dovrebbe far accendere un campanello d'allarme. Probabilmente si tratta di una truffa. I tentativi di fregature nel mondo dei viaggi sono abbastanza, come del resto negli altri settori. I malintenzionati cercano sempre di gettare la loro esca dove pensano di trovare delle potenziali vittime e ora che tutto il mondo utilizza Internet per acquistare viaggi hanno focalizzato le loro strategie criminali proprio su questo mezzo. Inoltre, per le vacanze spesso è richiesto in pagamento anticipato ed è proprio qui che agiscono i ciarlatani, che una volta ricevuto il malloppo diventano introvabili.

Ebbene quindi conoscere bene i consigli salva vacanza, da tenere bene a mente prima di prenotare per le proprie ferie. Per chi purtroppo cade nella trappola è utile sapere a chi rivolgersi. Oltre alla Polizia di Stato, ai Carabinieri o alla Guardia di Finanza per denunciare i truffatori, ci sono anche molte associazioni per la difesa dei consumatori a cui potersi affidare per risolvere imprevisti nell'ambito del turismo, in alcuni casi richiedendo anche consulenza e assistenza legale. Quelli che seguono sono dieci indizi che potrebbero nascondere una truffa in atto.

1. Richiesta di pagamento anticipato senza un contratto scritto

Per qualsiasi cosa paghiate avete bisogno di un contratto scritto. I truffatori spesso cercano di guadagnare la vostra fiducia con telefonate amichevoli che spesso si trasformano in transazioni con carte di credito.

2. Pagamenti con metodi non tracciabili

Un indizio che puzza di truffa è che spesso il pagamento viene richiesto attraverso vaglia postale piuttosto che un bonifico, che è un mezzo di pagamento tracciabile.

3. Il venditore utilizza solo un numero di cellulare

Anche il recapito telefonico può essere un indizio. Di solito se si tratta di un truffatore quest’ultimo preferirà lasciare solo il numero di cellulare piuttosto che un numero fisso. Richiedete sempre il numero dell'ufficio, una serie di risposte evasive saranno il segnale che è meglio riagganciare il telefono.

4. Offerte limitate nel tempo

Se non si tratta di offerte sui voli o iniziative speciali che è conveniente prenotare prima della scadenza, l'eccessiva fretta dovrebbe farci pensare. Bisogna fare molta attenzione alle offerte che compaiono per pochissimo tempo.

5. Il venditore ed il fornitore hanno nomi diversi

Non è detto sia una truffa, ma se accade meglio andare con i piedi di piombo. Molto spesso i nomi sono diversi per evitare la responsabilità per il prodotto.

6. Non viene detto il nome dell'albergo

Se non volete arrivare e scoprire che il vostro alloggio è inesistente, controllate immediatamente l'indirizzo d'ubicazione dello stabile, magari attraverso  google maps o meglio ancora su  street view. Alcuni siti come Priceline non rivelano i fornitori fino a quando l'offerta è stata accettata. Ma in questi casi di sicuro l'alloggio esiste. Invece se avete deciso di prenotare un viaggio in modo convenzionale, non vi è alcun motivo per cui il nome dell'hotel debba essere segreto.

7. Prezzi da vero affare

Una vacanza che costa 100 euro per una settimana ai Caraibi, già a prima vista nasconde qualcosa di strano. Offerte attraenti e sconti vantaggiosi sono un’attrattiva molto amata per i grandi portali di viaggio. Purtroppo le presunte offerte speciali spesso non sono propriamente convenienti. Si consiglia perciò di confrontare sempre i prezzi presso diversi gestori e portali.

8. Diventa un agente di viaggio

Spesso la nostra mail è intasata da proposte per farci diventare un agente di viaggio, promettendo guadagni considerevoli. Ma in alcuni casi l'offerta è accompagnata dalla promessa di viaggi gratuiti ed è proprio qui che scatta la truffa.

9. Improvvisi servizi aggiuntivi

Alcuni portali offrono in vetrina viaggi a prezzi convenienti, ma una volta che bisogna saldare questi crescono improvvisamente. E' bene assicurarsi prima di chiuder ogni accordo che tutti i servizi siano compresi nel prezzo.

10. Uso troppo frequente delle parole omaggio e gratis

Le offerte che sono condite troppo spesso con queste parole spesso cercano di buttare fumo negli occhi al cliente nascondendo la realtà.