Ristoranti spaventosi

Quando andate a mangiare fuori, vi piace sperimentare cose nuove? Assaggiare quel piatto che ha quel gusto in più che manca agli altri locali? E chi dice che il sapore stia per forza nel condimento? D'altronde l'esperienza culinaria è composta dalle portate, dal servizio, dalla cortesia… e dall'atmosfera. E possiamo giurare che in questi posti non mancherà. Soprattutto se siete amanti del brivido e dell'orrore. Abbiamo scovato una serie di ristoranti spaventosi che potrebbero rappresentare lo scenario ideale se siete fuori a cena la notte di Halloween. E non parliamo di una decorazione da quattro soldi fatta di ragnatele e zucche malamente intagliate. Queste cucine servono la paura con contorno di brividi professionalemente e per tutto l'anno. O sicuramente vi faranno divertire un po':tutto sta nel vostro coraggio, ma l'esperienza complessiva sarà sicuramente singolare.

5 – The Lockup, Tokyo

Nella grande capitale del Sol Levante potrà capitarvi di finire in prigione ben più di una volta… senza aver fatto niente. Questo è il concept di una catena di ristoranti diffusa tra i quartieri di Shibuya, Shinjuku, Omiya e Ikebukuro. Il gioco comincia già tutto dall'ingresso: ci si trova in una stanza buia di fronte a varie porte, e solo una di queste accede al ristorante, mentre altre nascondono sorprese spaventose. Ma anche una volta che si imbocca l'ingresso giusto si passa attraverso una serie di oscuri corridori illuminati da effetti strobo, dove di tanto in tanto spuntano immagini raccapriccianti come un uomo in procinto di essere giustiziato su una sedia elettrica.

Una volta superato anche questo angusto tragitto, si viene accolti da una poliziotta che ammanetta uno dei commensali a mo' di esempio, e sbatte tutto il gruppo all'interno di una cella. Quella sarà la stanza dove si mangerà per il resto della serata. La porta sarà virtualmente chiusa, ma in realtà si può andare dove si vuole. L'esperienza da brivido però prosegue con piatti dai nomi inquietanti come Esperimento umano, Elettrocuzione, Tossicodipendenza… Nel locale non si serve alcol, ma gli ingredienti per creare i propri cocktail analcolici serviti in alambicchi fumanti: per mezzo di una siringa (da iniezione letale?) ci si può divertire a miscelare il proprio drink. Il Lockup è solo una delle tante esperienze alternative a Tokyo, come vedremo.

4 – Ninja, New York

Si trova nella Grande Mela, ma in realtà il concept arriva nuovamente da Tokyo. E come ci si poteva aspettare diversamente, da un ristorante che vi proietta direttamente nell'epoca in cui le spie imperiali erano questi grandi maestri dell'illusione e del combattimento. I ninja che danno il nome al ristorante, in realtà, non si faranno vivi subito… e ci mancherebbe, visto che il loro compito è nascondersi per la maggior parte del tempo.

La tensione infatti deve prima essere pian piano creata all'ingresso, con un labirintico percorso scenografico ricreato all'interno del ristorante, dove avrete l'impressione di attraversare le buie strade di una città giapponese medievale. E al momento giusto, loro balzeranno fuori dall'oscurità. Lo spavento è assicurato, ma il tutto è seguito da un intrattenimento per famiglie. Durante la vostra cena, se siete fortunati, farà visita al vostro tavolo l'illusionista: un grande esperto di giochi di prestigio che vi mostrerà alcuni dei trucchi più usati dai ninja per dissimulare e ingannare. E non sono in grado di fare solo quello: osservate come sono bravi a tagliare una noce di cocco con un solo colpo della loro katana.

3 – Alcatraz + E.R., Tokyo

Simile al Lockup nell'idea, ma in realtà aggiunge un altro concept: quello dell'ospedale. In pratica, una clinica detentiva, ma di quelle che appaiono nei più biechi horror movie di serie B: sporca, tetra, e popolata da personaggi per niente rassicuranti. A cominciare dall'infermiera che vi accoglie: sarà lei, questa volta ad ammanettarvi (mmm, un altro bondage in costume… intravediamo del sottile erotismo in tutto questo?). E dopo vi sparerà una finta iniezione dietro al collo, prima di portarvi nella vostra cella. Di nuovo.

E di nuovo avrete a disposizione una lista di piatti originali tra cui scegliere. Nomi come Pollo morto o Salsiccia di pene (ahem…) arricchiranno il vostro menù. O cocktail dall'aspetto particolare, serviti in un bicchiere dove galleggiano denti umani, si spera falsi. Al disgusto però si aggiunge il divertimento. Di tanto in tanto le infermiere apriranno "per sbaglio" la porta della cella. Compito del commensale sarà girare per tutto il ristorante su una sedia a rotelle gridando come un ossesso e cercando di sfuggire alle mani dei secondini che vorranno rimettervi in gabbia. Ormai avrete capito che a Tokyo hanno un certo gusto per i ristoranti strani.

2 – Jekill & Hyde Club, New York

Questo ristorante, più che spaventare, diverte adulti e bambini allo stesso modo. E non è un caso che si tratti dell'attrazione capofila di una serie incentrate su tema orrorifico appartenenti tutte alla stessa catena, la Eerie World Entertainment. Il fatto che il posto sia dedicato alle famiglie, però, non lo rende meno inquietante: l'atmosfera horror è ricreata nel dettaglio grazie a delle brillanti scenografie, oggettistica curata e soprattutto attori in costume. Prima di arrivare alla sala ristorante infatti si passa attraverso una spettrale riproduzione della casa del dottor Jekyll, con simpatiche sorprese come il bagno nascosto dietro un passaggio segreto. Una volta seduti a tavola l'intrattenimento continuerà con una cena spettacolo. Ma non saranno solo le persone in carne ed ossa a farvi compagnia: in puro stile hollywoodiano la sala è popolata anche da pupazzi animatronici capaci persino di cantare Happy Birthday nel caso qualche bambino celebri il suo compleanno.

Il cibo, di per se, non presenta particolari novità se non le classiche specialità americane di pollo, hamburger e patatine fritte. Ma il prezzo che si paga è per lo più per il divertimento. Il ristorante in tema horror è ormai una delle attrazioni consolidate di Times Square. Ma un particolare interessante è che la società aveva avviato contemporaneamente diversi ristoranti "sperimentali" dell'orrore, per decidere poi quale tenere: uno era dedicato ai lupi mannari, un altro ancora invece alla figura di Jack lo Squartatore.

1 – Le Festin Nu, Parigi

Questa volta non è tanto l'ambientazione, quanto il cibo che vi farà salire i brividi lungo la schiena: questo ristorante parigino è infatti specializzato nel cucinare cavallette, scarafaggi e altri insetti. Le Festin Nu non è l'unico ristorante al mondo che propone questo genere di menù: peccato che la maggior parte siano localizzati tutti in estremo oriente, America Latina e Africa. Mangiare insetti è infatti pratica comune in molti paesi, e non vengono solo cucinati come una sorta di street food sporco ed economico. Vengono anzi presentati sotto forma di varie specialità, delicate e salutari anzi che no (gli insetti sono ricchi in proteine, vitamine e ferro e poveri di grassi). Non per niente anche Le Festin Nu si presenta come un ristorante chic e trendy, proprio per non far torto a quella Parigi che vuole sempre distinguersi in fatto di tendenze ed eleganza. Ma per quanto lustrini e paillettes possano decorare il posto, niente ci farà passare il moto di disgusto e l'orrore che noi occidentali proviamo al solo pensiero di metterci in bocca uno scarafaggio.

[In apertura: foto di Takoyaki King]