30 Settembre 2019
23:59

Alla scoperta di Marcolès, un pittoresco borgo francese

Marcolès è un piccolo borgo francese immerso nel verde e sospeso nel tempo. Camminando tra le sue caratteristiche stradine chiamate “Carrierons” è possibile scoprire numerosi tesori artistici e architettonici. Un must per chi desidera immergersi nella natura del Cantal e scoprire un autentico angolo di Francia.
A cura di Angela Patrono
Marcolès – Foto <a href="https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Village_de_Marcol%C3%A8s_DSC_3995.JPG" target="_blank" rel="nofollow noopener">Wikimedia Commons</a>
Marcolès – Foto Wikimedia Commons

Marcolès è un villaggio francese che si fregia del titolo di "piccola città di carattere". Ex priorato dipendente dall'abbazia di Aurillac, il borgo si trova nel dipartimento del Cantal, nella regione Alvernia-Rodano-Alpi. Il centro abitato sorge incastonato in un pittoresco paesaggio collinare.

Auberge de la Tour, Marcolès – Foto <a href="https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Auberge_de_la_Tour,_place_du_village_–_Marcol%C3%A8s.jpg?uselang=fr" target="_blank" rel="nofollow noopener">Wikimedia Commons</a>
Auberge de la Tour, Marcolès – Foto Wikimedia Commons

La pianta circolare di Marcolès riflette il carattere militare delle sue origini. Con le sue case fortificate e la cinta muraria, il borgo è profondamente intriso di un'aura medievale che lo rende solo più affascinante. Passeggiando per i "Carrierons", stradine pittoresche dall'atmosfera caratteristica, è possibile ammirare gli antichi portali, le fontane, le abitazioni costruite con pietre di granito e ricoperte di piastrelle di ardesia.

Abitazione tipica del Cantal – Foto <a href="https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Maison_typique_du_Cantal_–_Marcol%C3%A8s.jpg?uselang=fr" target="_blank" rel="nofollow noopener">Wikimedia Commons</a>
Abitazione tipica del Cantal – Foto Wikimedia Commons

Tra le attrazioni architettoniche, il borgo ospita la chiesa Saint-Martin del XIII e XV secolo, che contiene diverse opere d'arte, tra cui una serie di quattro statue in pietra policroma del XV secolo. Sono presenti anche tre interessanti Castelli: il Castello Morétie, che in passato apparteneva alla famiglia dei Conquans, Château du Poux e Château du Faulaut.

Il borgo è in continuo fermento e nel corso dell'anno vengono organizzati numerosi eventi. Durante la terza settimana di luglio, per quattro giorni, ha luogo la rassegna Nuits de Marcolès con spettacoli itineranti e tanta musica nel cuore del borgo medievale. Il 15 agosto è la volta del festival Léz'arts, con spettacoli legati alle arti di strada tra i "carriéroux" del villaggio medievale. Il terzo fine settimana di novembre si tiene invece il mercato dell'arte e dell'artigianato.

Porta del villaggio di Marcolès – Foto <a href="https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Porte_du_village_de_Marcol%C3%A8s_DSC_4005_–_Copie.JPG?uselang=fr" target="_blank" rel="nofollow noopener">Wikimedia Commons</a>
Porta del villaggio di Marcolès – Foto Wikimedia Commons

Una curiosità storica: intorno al 1310 Marcolès diede i natali a un personaggio illustre: Jean de Roquetaillade (Giovanni di Rupescissa), monaco francescano del convento di Aurillac, visionario, alchimista e contestatore del papato di Avignone. Il religioso è noto per i suoi trattati sull'astronomia, la medicina e i metalli. In particolare, è il teorico della "quintessenza", un elisir ottenuto dalla quinta distillazione degli elementi. Trascorse gran parte della sua vita imprigionato per le sue idee religiose e morì ad Avignone nel 1364.

Alla scoperta di Beuvron-en-Auge, pittoresco borgo francese
Alla scoperta di Beuvron-en-Auge, pittoresco borgo francese
Eguisheim, un pittoresco borgo francese
Eguisheim, un pittoresco borgo francese
4.292 di Angela Patrono
Cison di Valmarino: un pittoresco borgo da scoprire
Cison di Valmarino: un pittoresco borgo da scoprire
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni