La dea bendata spesso è da rincorrere e da cercare. Ed ecco scongiuri, scaramanzie, gesti che portano fortuna, che anche chi non ci crede si trova a fare perché tentar la buona sorte fa gola a tutti. Siamo un popolo di superstiziosi, e anche chi non lo ammette si lascia prendere dalla tentazione di indossare amuleti portafortuna o compiere gesti scaramantici per propiziare la buona sorte. In Europa ed in Italia ci sono luoghi che hanno la nomea di portare bene, a volte basta lanciare una monetina, accarezzare statue, calpestare testicoli per far avverare i desideri. Ecco i 10 monumenti portafortuna più famosi in Europa che secondo antiche tradizioni portano prosperità, salute e soldi.

1. Calpestare i testicoli del toro a Milano

[Foto di Luca Vanzella]

Uno dei luoghi più famosi che portano bene si trova a Milano, all'interno della celebre Galleria Vittorio Emanuele II. Sul pavimento è raffigurato un mosaico di un toro con le piastrelle in corrispondenza delle parti basse letteralmente consumate a causa dei tantissimi riti scaramantici. La leggenda vuole che calpestare i suoi testicoli e fare su di essi una giravolta di 360 gradi ad occhi chiusi porti molta fortuna. IL periodo più propiziatorio per compiere questo gesto va dal 24 al 31 dicembre. Chiunque arriva nella grande città ne approfitta per calpestare "le palle del toro" sperando in un anno fortunato.

2. Dare monete al porcellino di Firenze

[Foto da wikipedia]

Nel Mercato Nuovo di Firenze c'è la statua di un porcellino con le fauci spalancate. Per tentare la buona sorte bisogna accarezzare il naso ed inserire una monetina nelle sue fauci. Se questa cadendo riesce ad oltrepassare la grata dove finisce l'acqua, allora la buona sorte è in arrivo. Anche se in realtà a ben vedere, non si tratta di un porcellino, ma di un cinghiale, poco importa, ciò che conta è che garantisca l'arrivo della dea bendata.

3) La colonna che piange ad Istanbul

[Foto da Flickr]

Sembra incredibile, ma ad Instanbul, all'interno della Basilica di Santa Sofia, si trova una colonna che piange. Il sostegno conosciuto come colonna di San Gregorio piange delle lacrime miracolose che secondo alcune credenze possono guarire gli ammalati. visitatori infilano un dito in una fessura della colonna, se esce bagnato, allora la malattia sarà guarita.

4. L'anello magico di Norimberga

[Foto di Roger]

Quella che sembra una semplice fontana, seppur molto bella, in realtà nasconde un talismano magico dai poteri incantati. Guardando la fontana di Schöner Brunnen, si resta affascinati per la sua imponenza e bellezza, ma i più attenti noteranno sulla cancellata un anello dorato girevole. Per avere buona forte bisogna farlo ruotare tre volte ed esprimere il proprio desiderio.

5. La statua di Everard ‘t Serclaes

[Foto da Flickr]

Anche Bruxelles ha il suo luogo portafortuna che viene consumato dalle mani di migliaia di turisti ogni giorno. Si tratta di una statua che si trova in un piccolo vicolo vicino la celebre Grand Place che raffigura un uomo un cane ed un angelo. La leggenda dice che chi tocca il braccio destro della statua, sarà toccato dalla dea bendata, chi tocca dalla cintola in giù si sposerà e chi invece tocca la statua dalla cintola in su ci si separerà. Ogni visitatore farà la sua scelta.

6. La tomba portafortuna a Parigi

[Foto da Flickr]

Il cimitero di Pere Lachaise è un luogo di pellegrinaggio per la presenza di tombe celebri, come quella di Jim Morrison, Edith Piaff e Oscar Wilde. Ma solo una di queste offre qualcosa di molto particolare: porta la buona sorte. E' la tomba di Victor Noir, un personaggio più famoso da morto che da vivo. Tutte le donne in cerca di amore fanno a gara a baciare le labbra del monumento funebre, infatti, si dice che un suo bacio faccia trovare marito entro l'anno.

7. Toccare il seno di Giuletta a Verona

[Foto da Flickr]

In Italia c'è un luogo dove toccare il seno ad una donna non crea imbarazzi o scandali, anzi è un gesto che porta bene. La donna in questione è la più famosa di Verona, Giuletta conosciuta in tutto il mondo per la storia del suo tormentato amore con Romeo. Nel giardino della casa della promessa sposa, oltre al celebre balcone, c'è una sua statua. Strofinare il seno della dolce donzella è di buon auspicio. Per essere baciati dalla fortuna bisogna appoggiare una mano sul seno destro della statua di bronzo, proprio sotto il famoso terrazzino.

8. La pietra da leccata in Irlanda

[Foto di Brian Rosner]

Leccare o baciare questa pietra portafortuna richiede molto coraggio, infatti, si trova in un punto impervio e bisogna avvicinarsi a testa in giù. La pietra magica si trova nel castello Blarney, nella contea di Kork, nel sud dell'Irlanda. Per raggiungerla bisogna salire una scalinata di 1.200 gradini e sdraiarsi sporgendosi verso un baratro, rimanendo quasi sospesi nel vuoto.

9. Un moneta ed il desiderio si avvera (Roma)

[Foto da Flickr]

Uno dei luoghi più famosi per chi crede nella buona forte è la fontana di Trevi a Roma. Lanciare una monetina nella fontana, voltando le spalle augura il ritorno nella città eterna e la speranza di vedere avverato il desiderio espresso durante il lancio. Però bisogna stare attenti ad eseguire il rituale correttamente, altrimenti la fortuna potrebbe non arrivare. La moneta va lanciata con la mano destra sopra la spalla sinistra. Questa tradizione nasce dal film "Tre soldi nella Fontana" secondo cui il lancio di una sola monetina farà tornare a Roma, il lancio di due monete farà trovare l'amore, il lancio di tre monete porterà a delle nozze nella capitale. Fortuna o no, le monetine lanciate dai turisti hanno un risvolto benefico, infatti, vengono donate alla Caritas.

10. La fortuna sulla piastrella di Vilnius

[Foto da Flickr]

Avete un desiderio da far avverare? Potete provare con la piastrella di Vilnius, girare su voi stessi ed aspettare la dea bendata. La piastrella miracolosa si trova nella piazza della cattedrale di Vilnius, e non è difficile da individuale poiché reca la scritta “stebuklas”, appunto miracolo. E' stata realizzata sul luogo dove terminava la catena umana realizzata del 1989 da 2 milioni di persone tra Vilnius, Riga e Tallinn, per protestare contro l'occupazione sovietica.

[Foto di principale di Neil Richards]