Buona cucina e tradizione, già da sola sembra un'unione perfetta. Se poi ci aggiungiamo il sole ed il bel tempo del mese di maggio i motivi per restare a casa diventano davvero pochi. L'Italia è il vero regno per gli amanti delle feste e sagre, dove si può gustare la cucina più buona del mondo, con i piatti tipici ed i prodotti caratteristici di ogni regione. Nel mese di maggio in Italia ci saranno alcune delle sagre più belle dell'anno dove abbuffarsi con ogni ben di dio e trascorrere delle fantastiche giornate all'aria aperta. Ogni week end in Italia ha i suoi appuntamenti, vediamo quali sono in particolare.

Fiori, vino e medioevo dal 2 al 4 maggio
Dal 9 all'11 maggio l'Italia è una festa di sapori
Eventi e feste dal 16 al 18 maggio
Un tuffo nel Medioevo dal 23 al 25 maggio

Eventi dal 2 al 4 maggio

[Foto di Foto di Spalle]

–  Mostra nazionale dei vini passiti e da meditazione, Volta Mantovana (Mantova). Dal 1 al 4 maggio tutti gli amanti dei vini passiti si riuniscono in provincia di Mantova per una delle feste più grandi dedicate a questa bevanda squisita. Quest'anno infatti andrà in scena la XII edizione della “Mostra Nazionale dei Vini Passiti e da Meditazione” che si svolgerà presso lo storico Palazzo Gonzaga, le sue Scuderie e gli splendidi giardini terrazzati all'italiana. Alla Mostra da gustare ci saranno sia vini italiani che stranieri tutti presentati da somelier esperti e veri intenditori. Se si vuole si potranno anche prenotare delle degustazioni guidate dedicate ai passiti che saranno accompagnati da cioccolato, formaggi e prodotti del territorio mantovano.

– Pescia Medievale, Pescia (Pistoia). Durante il primo week end di maggio il piccolo borgo in provincia di Pistoia si trasforma in una piccola cittadella medievale dove dalla mattina alla sera ci saranno spettacoli storici, costumi indossati da dame e cavalieri a passeggio, esibizioni degli sbandieratori, artisti di strada, combattimenti, musicanti, banchi d’arte e antichi mestieri, mostra antiquaria ed esposizioni d’abbigliamento, medicina, alimentazione, cosmetica e numismatica antica. I quattro rioni della città si coloreranno di colori diversi e sfileranno per la città fino alla Chiesa della Maddalena per consegnare l’olio santo al Crocefisso. In serata tutti in piazza per l’illuminazione di una grande Croce.

– San Pellegrino in Fiore, Viterbo. Come tante città in questo periodo anche Viterbo si colora di fiori. Dal primo al 4 maggio la città si riempie di fiori e si trasforma in una mostra mercato coloratissima. La loggia del Palazzo Papale diventa terrazza suggestiva e profumata, da cui cadono cascate di fiori e tutte le fontane sono addobbati da veri maestri fiorai. In piazza invece si potrà partecipare a mostre d'arte, concorsi fotografici, animazione musicale, spettacoli, degustazione di prodotti tipici e dei Vini della Tuscia, rievocazioni storiche, laboratori per bambini, stand informativi, illuminazione serale con luci e fiaccole che rendono ancor più suggestivi gli allestimenti floreali.

– Quattro passi nel Medioevo, Crevalcore (Bologna). Il 3 ed il 4 maggio in provincia di Bologna rivive il medioevo. Prenderà vita un vero e proprio accampamento nel quale saranno riproposte varie scene della vita quotidiana di tanti anni fa, con le donne impegnate nelle loro faccende, gli uomini a lavoro, gli artigiani che mostreranno con orgoglio le loro produzioni. Uno dei momenti più attesi della festa è la rievocazione della Battaglia che vide il paese di Crevalcore teatro di un importante battaglia, tra l'esercito del duca Alberico da Barbiano, comandante delle truppe bolognesi e l'esercito visconteo.

Eventi dal 9 all'11 maggio

[Foto di Twice25]

– Sagra del fritto, Monteroni d'Arbia (Siena). Le specialità locali della terra di Siena saranno in mostra alla Sagra del Fritto che si terrà dal 9 all'11 maggio ed il 16 e il 17 dello stesso mese. Tutto sarà croccante e saporito, poiché tutte le pietanze saranno servite nella variante fritta. Il vostro lauto pranzo tra frittelle e bontà croccanti finirà con l'ultima portata: il tanto atteso gran fritto di agnello. Non vi resta che affilare il coltello ed impugnare la forchetta per lanciarvi in queste incredibili delizie. E dopo aver gustato un pò di tutto ci saranno spettacoli e danze che concluderanno in allegria la vostra serata.

– Candelo in fiore, Candelo (Biella). In provincia di Biella dal 10 al 18 maggio la città di Candelo si trasformerà in un regno colorato e profumato. Tutti gli angoli più caratteristici saranno decorati con ornamenti floreali e per dieci giorni la città diventerò un mondo fatato. Candelo fa parte dei borghi più belli d'Italia ed un week end in questa città sarà anche l'occasione per visitare il ricco verde Biellese.

– Calendimaggio, Assisi. La città di Assisi dall'8 al 10 maggio si divide in due, da una parte la Nobilissima Parte de sopra e dall'altra la Magnifica parte de sotto. Da qui inizia una grande sfida per la conquista dell'ambito Palio. Il Calendimaggio di Assisi è una festa di primavera in costume medioevale, databile tra il 1200 ed il 1450. Le due parti della città si sfidano in varie rappresentazioni in costume e saranno giudicati su chi avrà rappresentato meglio la Primavera. Una festa molto divertente a cui assistere in uno scenario molto suggestivo.

– Festa del Risotto alla Pilota, Castel D'ario (Mantova). C'è una zona in provincia di Mantova dove il paesaggio è caratterizzato da ampie distese di risaie, proprio alla sponda sinistra del fiume Mincio. Questo prodotto così importante per la provincia veneta, è stato amato fin dall'antichità infatti veniva servito alla gran corte dei Gonzaga. Ogni anno nella seconda settimana di maggio (dall'8 al 19 maggio), si continua a festeggiare il raccolto così come si faceva un tempo, con grandi abbuffate e bevute.

– Festa dei Sapori, Nepi (Viterbo). La Tuscia, questa terra ricca di sapori e di storia non poteva che non regalarci week end pieni di eventi dove vengono celebrati i cibi più buoni della tavola. Il 10 e l'11 maggio nel piccolo paese di Nepi ci sarà la Sagra del pecorino e dei prodotti tipici della Tuscia. Oltre al pecorino, vero protagonista della festa, non mancheranno le fave fresche, il salame cotto, il miele, le confetture. Una vera festa dei sapori che darà anche la possibilità di visitare uno dei posti più belli d'Italia.

– Palio del Casale, Camposano (Nola). Da quando il paese di Camposano ha conquistato la tanto attesa indipendenza da Nola nel lontano 1768, ogni anno il 10 e l'11 maggio, si tiene una grande festa che riporta alla luce le antiche tradizioni popolari. La festa è un susseguirsi di banchetti, musica e spettacoli popolari con la partecipazione anche dei 15 casali limitrofi, in ricordo della loro corsa in groppa agli asini per salvare i vicini contadini. La storia narra che una giovane di nome Giuseppina fece innamorare tutti i ragazzi del borgo che per dichiararsi fecero una gara per decidere chi sarebbe stato il primo a farsi avanti. Da allora ancora oggi si tiene una gara in groppa agli asinelli che però ora ha come protagonisti i campioni regionali d'Italia in questa specialità. La festa ha un programma molto ricco, infatti sabato 11 maggio si terrà la sagra del vitello dei Monzù, si continuerà con l'investitura e tanta musica da ballare. Nella giornata di domenica, invece, cominceranno le vere sfide, con l'inizio alle ore 18 del Palio del Casale. Durante i due giorni a fare da contorno alla manifestazione ci saranno tanti stands con prodotti tip mercatini di artigianato.

– Sagra del pesce, Camogli (Genova). Immaginate di stare in vacanza e di trovare improvvisamente una padella gigante che nel bel mezzo della piazza del porto frigge il pesce fresco offrendolo ai passanti. Non è un colpo di fortuna, ma una grande festa che si tiene ogni anno nella provincia di Genova. Stiamo parlando della festa del pesce di Camogli, che si tiene ogni anno la seconda domenica di maggio, nel giorno in cui cade il giorno dedicato a San Fortunato, il patrono dei pescatori. Alle prime ore del mattino della domenica viene benedetto il pesce fresco appena pescato e l'enorme padella che servirà per friggerlo. Durante la giornata verranno fritti circa tre tonnellate di pesce che verranno offerti ai passanti.

– Amatricianazionale, Amatrice (Rieti). Probabilmente la festa dedicata alla pasta più saporita d'Italia, ma anche del mondo, poichè si sa solo nel nostro paese sappiamo davvero cosa vuol dire mangiare la pasta. La vera, unica ed originale si può gustare solo ad Amatrice, luogo dove nasce questa deliziosa ricetta. Dal 10 all'11 maggio saprete dove gustare un buon piatto di pasta.

Eventi dal 16 al 18 maggio

[Foto di fazen]

– Infiorata, Cusano Mutri (Benevento). Dall'11 al 18 maggio il bellissimo borgo di Cusano Mutri diventa la città dei fiori. La festa ha tradizioni molto antiche, infatti ogni anno, nel giorno del Corpus Domini, la città viene tappezzata di quadri floreali realizzati dagli artisti del luogo. Questa ricorrenza è un vero vanto per la città e segue un rituale ben preciso, infatti pochi giorni prima della festa centinaia di donne, uomini, bambini e giovani si riversano nei campi dei dintorni della città del Beneventano per raccogliere i fiori dai colori più vivi colori che verranno poi usati per la creazione dei disegni nella mattina del Corpus Domini. Alle prime luci dell'alba di questo giorno il tappeto che ricoprirà l'intera città comincia a prendere forma, dopo che il giorno precedente si è provveduto a tracciare il disegno per strada. I disegni sono soprattutto a sfondo religioso e sono creati da artisti che tramandano quest'arte di generazione in generazione. Tutte le strade del centro storico saranno abbellite con queste istallazioni, fino a quando, nel pomeriggio ci sarà la processione che parte dalla chiesa dei SS. AA. Pietro e Paolo fino a quella di San Giovanni Battista. La novità di quest'anno è che la festa s trasforma in un'evento internazionale, diventando una vera e propria gara con maestri che concorreranno da ogni parte del mondo. Dalla Sicilia alla Liguria i maestri infioratori italiani si daranno appuntamento a Cusano Mutri e saranno presenti anche gruppi di artisti provenienti dall’Argentina, dalla Spagna e dal Giappone. I giorni dal 16 al 18 maggio è prevista un'esposizione di giovani artisti dal nome "Chiamata alle Arti", che ha l'obiettivo di promuovere i talenti campani che potranno esporre al pubblico ed on line le loro opere.

– Infiorata di Noto, Noto (Siracusa). La vera primavera si trova solo in provincia di Noto. Dal 16 al 18 maggio la città diventa un dipinto ricco di colori e profumi, che sembra far invidia ad un dipinto di Botticelli. L'infiorata uno degli eventi più noti della Primavera siciliana che richiama tantissimi turisti e non per ammirare gli splendidi quadri colorati che prendono vita nelle strade della città. La via principale in che si trasforma in un tappeto di petali è via Nicolaci, tanti artisti si raccolgono qui per creare ogni anno una rappresentazione diversa che stupirà sempre di più la gente accorsa per l'evento.

– Balconi fioriti, Santarcangelo di Romagna (Rimini). Non vi piacerebbe se la vostra città almeno una volta all'anno venisse abbellita con fiori e colori? Avere una città colorata e ricca di profumi è il sogno di tutti, a Santarcangelo di romagna questo accade tra il 17 ed il 18 maggio. Le strade, le piazze e le case dell'intero paese improvvisamente si riempiono di fiori e veri esperti fanno a gara per aggiudicarsi il premio della decorazione più bella. Ci sarà spazio per tutti gli appassionati di giardinaggio che potranno mettere in pratica il loro pollice verde grazie ai consigli di veri esperti. Non mancheranno le aree dedicate al cibo, dove si potranno gustare le specialità locali e una vasta selezione dei migliori prodotti tipici dell'Emilia Romagna.

–  Sagra del limone, Monterosso Al Mare (Spezia). Dal 17 al 19 maggio il borgo ligure si tingerà di giallo in onore di uno dei suoi prodotti più pregiati: il limone. Tutta la città si riempirà di questo odore acre ma allo stesso tempo profumato che ha ispirato tante saporite ricette. Tra le cose da assaggiare ci sono il ghiotto limoncino, la golosa crema di limoni, la marmellata e la torta aromatizzata al limone.

– Festa del prosciutto veneto dop Montagnana (Padova). Amanti del prosciutto fatevi avanti, in provincia di Padova una sagra non aspetta che voi. Dal 16 al 25 maggio, infatti, a Montagnana si celebra la festa del prosciutto veneto dop, che si presenterà in tutte le sue varianti più gustose, per esepio stagionato o accompagnato da tantissime altre specialità locali, come i formaggi ed i vini. A questo si aggiungono gli stand ed i mercatini di artigianato locale e si potranno anche visitare i vari prosciuttifici presenti in città per scoprire dove e come nasce questa gustosissima bontà.

[Foto di Instatour.it]

– Instatour  #Napoleone200, Isola d'ElbaNel terzo week end di maggio ci sarà anche spazio per un grande evento fotografico, dal 15 al 18 del mese, un gruppo di instagramers italiani ed europei esporranno e contemporaneamente condivideranno sui principali social network i photo reporter di un Instatour che avrà come protagonista il periodo in cui Napoleone è stato in esilio sull'Isola d'Elba. I 298 giorni di esilio dell'ex imperatore hanno creato un legame indissolubile con l'isola, che viene celebrato ora a distanza di 200 anni. L'Instatour sarà una delle iniziative più innovative per ricordare questo importante avvenimento storico. Durante la manifestazione l'isola verrà invasa, da un gruppo di fotografi professionisti che racconteranno per 4 giorni l'isola e tutte le sue facce, la natura e il mare, il food, la bellezza, i luoghi storici ed i deliziosi prodotti. L'iniziativa è promossa dall'Associazione Nazionale Instagramers Italia, Confesercenti Elba,  Acqua dell’Elba, Blu Navy, CCN Il Golfo e sarà realizzata grazie ad importanti professionisti come Antonio Ficai, coordinatore dell'Associazione Nazionale Instagramers Italia per la regione Toscana, Ilaria Vangi, un fotografo freelance, blogger e manager della community Instagramers Firenze e Federica Berselli, titolare del portale Marina-di-Campo.it. Per seguire l'evento tramite i canali social Instagram, Facebook e Twitter basterà tenere d'occhio il tag ufficiale #Napoleone200.

Eventi dal 23 al 25 maggio

[Foto di Edinsonblus]

– Festa Medievale Bianco Azzurra, Castiglion Fiorentino (Arezzo). Dal 23 al 25 maggio ed ancora dal 30 al 31 dello stesso mese, ad Arezzo si fa un tuffo nel passato, ed ecco che compaiono dame e cavalieri, tutto si arricchisce di un'atmosfera magica e ci si sentirà improvvisamente catapultati in un mondo medievale. Ma non solo, infatti si potranno gustare anche delle ricette tradizionali all'interno di taverne molto caratteristiche, ed infine a mancare non sarà di certo il vino che da queste parti delizia i palati. La festa Medievale Biancoazzurra si svolge nella cornice della Rocca del Cassero e durante la manifestazione si potrà assistere a giochi popolari, entrare in taverne antiche, ed ammirare bellissimi spettacoli storici e personaggi tipici.

– Festa dei banderesi, Bucchianico (Chieti). Dal 18 al 24 maggio ogni anno in Abruzzo si ricorda un fatto storico che è avvenuto in questa terra con una rievocazione medievale. Secondo le antiche leggende il paese di Bucchianico si salvò da un lungo assedio, grazie all'intervento di Sant'Urbano, che apparve in sogno al comandante delle truppe dandogli consigli e direzioni su come vincere la battaglia. Da allora le contrade del paese, in ricordo del santo, mettono in moto carri che sfilano e cavalieri che gareggiano tra loro. Tutto si conclude il 25 maggio con la festa di San'Urbano, che vede per tutto il giorno cerimonie cavalleresche e religiose.

– Palio dei quartieri, Cicciano (Napoli). Ogni anno nella graziosa cittadina di Cicciano si tiene il Palio dei Quartieri "Castrj Ciccianj", che è una rievocazione storica della Commenda dei Cavalieri di Malta di Castel Cicciano nel 1500. La rappresentazione si tiene in un luogo molto suggestivo, l'antica Casa-Fortezza. Durante la giornata del 25 maggio i vari quartieri si sfidano per aggiudicarsi il Palio, il vincitore verrà poi festeggiato con una cerimonia nella piazza situata proprio davanti alla Casa Fortezza. 

Wine & The city, Napoli. Siamo nei luoghi più significativi di Napoli, dal centro storico al lungomare, fino al quartiere scintillante di Chiaia. In questi luoghi, tra librerie, vinerie, ristoranti ed associazioni, si assaggia vino, si balla, si discute, alcuni fanno yoga. Bisogna scegliere il locale più in sintonia con i propri gusti, perché Wine & The city è un'esperienza itinerante, tra il 20 e il 24 maggio, per la strade di Napoli. In quei giorni il capoluogo campano vanta spesso temperature miti, ideali per un'uscita con gli amici e una sana bevuta in compagnia.

Gelato Festival, Milano. Anche questo viaggio è itinerante, ma parte da Firenze, fa un paio di escursioni fugaci nel Sud Italia e poi va a nord, fino ad Amsterdam. Tra il 22 e il 25 maggio fa tappa a Milano, nella Piazza del Castello Sforzesco. Questi eventi nascono dall'idea di estendere il Firenze Gelato Festival non solo geograficamente, ma anche culturalmente, perché, spostandosi dal capoluogo toscano, gli espositori presenteranno di luogo in luogo un gusto rappresentativo della regione ospitante. Magari l'ultimo week end di maggio a Milano farà caldo: meglio rinfrescarsi con un bel gelato.

This is Food, Roma. A via dei Monti della Farnesina, presso le Officine Farneto, è possibile assaggiare buon cibo e partecipare a laboratori a mini workshop culinari e a laboratori, alcuni dei quali – gratuiti – fatti per i più piccoli. L'ingresso costa 5 euro (i minori di 12 anni non pagano) e gli assaggi vanno da 3 a 7 euro. Gli appuntamenti sono sabato 24 maggio dalle 18:00 alle 02:00 e domenica 25 maggio, dalle 11:00 alle 24:00.

– Banchetto medievale, Castiglion Fiorentino (Arezzo). Siete alla ricerca di una cena particolare? In provincia di Arezzo c'è di sicuro quello che fa per voi. Vi trasformerete per una notte in dame e cavalieri e assaporerete la gastronomia di tanti anni fa, mentre intorno a voi si esibiranno mangiafuoco, sbandieratori e canti e balli medievali. Niente sarà lasciato al caso, i padroni di casa rigorosamente in abiti medievali vi accompagneranno al tavolo. L'atmosfera è magica, con candele, erbe aromatiche e bacinelle di acqua profumata da petali di rosa. Il cibo viene servito all'interno di cocci di terracotta, con posate di legno e brocche sempre piene di buon vino rosso. 

[Foto principale di Michal Osmenda]