4 Marzo 2011
17:42

Il Museo della tecnologia di Praga

Il Museo che ripercorre le tappe della storia e della scienza e della tecnica è un’inaspettata sorpresa tra le tappe che potete stabilire in un viaggio nella capitale della Repubblica Ceca.
Interno del Museo della Tecnologia di Praga.
Interno del Museo della Tecnologia di Praga.

Il viaggio in Repubblica Ceca nella sua città più bella va ben oltre le canoniche mete di interesse. Praga incanta ogni anno i suoi visitatori con la suggestiva atmosfera del paesaggio dominato dal fiume Moldava e dalla straordinaria bellezza delle sua chiese e monumenti. Ma se siete amanti della tecnologia e dell'innovazione per voi c'è qualcosa di più: una volta approdati nella magica città non lasciatevi sfuggire la visita al Museo Nazionale della Tecnologia che ripercorre le fasi della storia della scienza e della tecnica.

Il Museo di Praga si struttura in cinque diversi settori dedicati alla fotografia, ai trasporti, all'architettura, all'astronomia e alla stampa. L'edificio è stato realizzato nel 1908 e custodisce al suo interno alcune interessanti rarità come il più antico dagherrotipo del mondo, alcuni particolari strumenti usati nel XVI secolo dall'astronomo Tycho Brahe e la prima automobile realizzata in Cecoslovacchia. Il Museo  è aperto dalle 10,00 alle 18,00, ad eccezione del lunedì che resterà chiuso, mentre il primo giovedì del mese resterà aperto fino alle 20,00. Il biglietto di entrata prevede un costo di 170 corone ceche (meno di 7 euro). Per raggiungere il museo si consiglia di prendere la metropolitana e scendere alla fermata Hradcanska della linea A o Vltavska della linea C. Aggiungete subito il museo sulla vostra lista di cose da vedere a Praga.

[In apertura: foto di Adam Zivner]

Praga youtube
Praga youtube
7.199 di viatugo
Guida di Praga: alla scoperta della città magica
Guida di Praga: alla scoperta della città magica
10 foto per innamorarsi di Praga
10 foto per innamorarsi di Praga
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni