21 Maggio 2014
13:01

Cosa vedere ad Ulm, città dei passeri, dei geni e della libertà

Ulm, una delle città più ricche di cultura e di storia di tutta la Germania. Qui è stata edificata la Chiesa più grande del mondo, ed ha visto nascere personalità illustri. Vediamo cosa vedere ad Ulm, città adagiata sul Danubio dalle tante sorprese.
A cura di Stefania Lombardi

Se questa città è considerata la città dei geni ci sarà un motivo. Qui sono nati Einstein, Max Bentele e Albrecht Berblinger, Ensinger, Syrlin e diversi altri. Un viaggio in Germania può portarci a conoscere dei luoghi magici ed unici al mondo. Ulm è uno di questi. Si tratta della città più storica della Germania del Sud, al confine con la Baviera e con il Baden – Württermberg, ricca di cultura e di architettura ad ogni angolo. Qui è sorta la chiesa più grande del mondo, testimone della potenza di questa città e del suo fiorente passato. Passeggiando per il centro se si alza la testa al cielo non è raro vedere planare dei deltaplani. Sembra una città libera dove volare non è una cosa impossibile, ma è un sogno realizzato. Uno dei suoi cittadini più illustri, infatti, è stato l'inventore del deltaplano, il sarto di Ulm, Albrecht Berblinger, che progettò la prima macchina volante nel 1811. Ma non solo questa personalità è nata ad Ulm, infatti questa è la patria del più grande scienziato della storia Albert Eistein, che la città ricorda con orgoglio e soddisfazione. In città non si incontrano solo edifici maestosi e deltaplani, ma anche passeri, di cui la città è piena, si incontrano dappertutto, sulle cartoline, sui tetti, nelle piazze, nelle vetrine dei negozi, nel fiume e perfino gli abitanti di Ulm vengono soprannominati "Spatzen" passeri. La presenza di questi uccelli è dovuta  ad una leggenda secondo la quale gli abitanti di Ulm devono la costruzione della loro cattedrale ad un simpatico ed ingegnoso passero. In questa città così ingegnosa non mancano certo le cose da vedere, di seguito ne segnaliamo alcune tra le più importanti.  

Cosa vedere ad Ulm
Come arrivare
Dove mangiare e bere
Dove dormire

Cosa vedere ad Ulm

[Foto di Drombalan]

Ulm è una città così ricca di architetture da dare quasi l'imbarazzo della scelta. Il centro storico è molto bello, compatto e facile da vistare, infatti tutte le attrazioni si trovano a poca distanza tra loro. Ulm è attraversata dal Danubio che divide in due la città, sul lato sinistro si trovano la maggior parte dei distretti urbani in cui è divisa la città insieme al centro storico, sulla riva destra, invece, ci sono i distretti di Wiblingen, Gögglingen, Donaustetten e Unterweiler. Su questa sponda del fiume si trova anche la città gemella Neu-Ulm, che fino a due secoli fa faceva parte della città più grande.

Da vedere la Cattedrale, detta Muster, che è la chiesa più grande del mondo,testimone delle potenza che la città ha avuto nella storia. La Chiesa è di chiaro stile gotico, mentre il suo campanile è alto 161,53 metri ed ancora oggi è il più alto del mondo. Per raggiungere la cima bisogna salire ben 768 gradini, se si è pronti a questa impresa si può ammirare un panorama incredibile. Da lassù si vedono le Alpi da Säntis a Zugspitze, sembra quasi di essere in paradiso. Legata alla costruzione di questa cattedrale è la leggenda legata al passero ingegnoso che si dice abbia costruito lui questa cattedrale. Si narra che i costruttori fecero male i calcoli e non riuscirono a far entrare le travi attraverso le porte della Chiesa. Improvvisamente a risolvere i loro problemi arrivò un passero che diede loro l'idea di far passare le travi in orizzontale. Per omaggiarlo fu costruita una statua di un passero in bronzo sulla Cattedrale. Altra architettura maestosa è il Rathaus, il palazzo comunale, costruito nel 1370 come simbolo del potere civico della Ulm medievale. Il palazzo spicca con il suo colore giallo che da ancor di più un tocco di allegria ad una città già briosa e piacevole da visitare. All'interno si possono ammirare affreschi del XVI secolo ed uno splendido orologio astronomico del 1520. Ma il pezzo forte che si trova in questo edificio è il primo prototipo di deltaplano, la famosa macchina da volo di Berblinger, che fatto sognare tante persone di poter volare.

[Foto di Nono vlf]

Nelle vicinanze del Duomo si trova il memoriale dedicato ad Albert Einsten, che nacque a Ulm nel 1879. La scultura segna il luogo esatto in cui un tempo si trovava la casa natale dello scienziato, distrutta dai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale. Si tratta di una fontana di bronzo che raffigura lo scienziato con i capelli arruffati e la lingua fuori. Un altro luogo da non perdere è il Fisherviertel, l’antico quartiere dei pescatori, uno dei luoghi più suggestivi della città. Questo luogo si trova sulla sponda del fiume Blau, ed offre uno scorcio molto caratteristico con casette di legno, piccole stradine collegate da ponticelli. In questo quartiere una della case più strane del mondo, la Schiefes Haus, oggi un albergo dalle pareti pendenti. Oltre a quello di Eistein in città si trova un altro memoriale, questo è dedicato a due ragazzi, fratello e sorella, attivisti del gruppo antinazista della "Rosa Bianca" e simbolo della ribellione non violenta al Terzo Reich di Hitler. Ad Ulm si può anche vedere la casa di Keplero che visse qui per diversi anni. Molto bella all'esterno, ma internamente oggi è diventata un importante ristorante di lusso.

Tra i musei uno dei più particolari e belli da visitare è quello della cultura del pane, un'esposizione permanente sulla storia dei cereali, della macinatura e della cottura al forno, con lavori anche di grandi maestri quali Breughel e Kollwitz. Un museo di recente costruzione è invece il Legoland dedicato completamente alle famose costruzioni Lego. Una delle manifestazioni più importanti in città ha luogo la vigilia dell'ultimo lunedì di luglio di ogni anno, si tratta del  Schwörmontag, il giorno del giuramento. Questa tradizione risale al 1397, e prevede una grande sfilata per tutta la città dopo il giuramento alla Costituzione proclamato dal balcone dello Schwörhaus. Infine si può concludere la visita con una piacevole passeggiata lungo le mura della città. Costeggiando il Danubio tra mattoni rossi si parte dal quartiere dei pescatori, passando per la leggendaria Metzgerturm, la torre dei macellai, fino al parco Friedrichsau.

Come arrivare

Ulm è molto vicina alla città di Monaco di Baviera e da qui facilmente raggiungibile attraverso una strada stradale E52 e l'autostrada 8 che passa per Augsburg e poi conduce fino ad Ulm. SE si arriva da nord invece l'autostrada da seguire è la A7 , la stessa da seguire in direzione opposta da Sud. L'eroporto più vicino alla città di Ulm è quello di Stoccarda, seguito da quello di Monaco. E' possibile arrivare in questa città della Germania anche in treno, la stazione di Ulminfatti è ben collegata al reto della nazione tedesca.

Dove mangiare e bere

[Foto di Les-cheques]

Come il resto della Germania anche Ulm è una città della birra, in città si trovano tanti pub caratteristici dove sedersi e gustare un bel boccale fresco di birra. Uno dei più celebri è la birreria Moritz. Per quanto riguarda il cibo, un locale molto bello dove mangiare si trova nel quartiere dei pescatori, è il Lochmühle, un vecchio mulino del 14° secolo trasformato in ristorante, che offre una cornice ideale per gustare qualche piatto svevo. Molto bello andare a cena in estate poichè si può mangiare all'aperto specchiandosi nel fiume. Altro locale dove si mangia bene è lo Stern che si trova in pieno centro. E' l'ideale se siete in vacanza con i bambini, infatti il locale offre tanti giochi per intrattenere i più piccoli. Per mangiare piatti tradizionali a prezzi accessibili, si può infine scegliere lo Zunfthaus der Schiffleute, un locale molto accogliente che offre ottimo cibo.

Dove dormire

[Foto di Franzfoto]

Se andate in vacanza ad Ulm c'è solo un posto dove dovete per forza soggiornare. Si tratta di un edificio che è anche entrato nel Guinnes dei primati, guadagnandosi un titolo molto particolare. Parliamo dello Schiefes Haus, l'albergo più storto del mondo, dove camminare diritti può essere un'impresa. Questa costruzione i trova nel quartiere dei pescatori ed è un bell'edificio in black and white che ha però la particolarità di avere le pareti pendenti. L'edificio è inclinato su un canale e nel tempo l'erosione dell’acqua ha provocato alcuni cedimenti. Allora invece di raddrizzare l'edificio si è pensato di ristrutturarlo e consolidarlo così come è, cioè storto. Unico neo i prezzi, un pò costosi, ma del resto si sta dormendo in una delle case più sbilenche del mondo. Una notte con colazione a buffet parte da 119 euro per soggiornare in camera doppia, con vista a nord e pavimento abbastanza orizzontale, per arrivare ai 160 euro per la doppia con vista panoramica sulle montagne.

[Foto principale di Photochrome]

Livorno: cosa vedere nella città toscana
Livorno: cosa vedere nella città toscana
Cosa vedere a Chiusi, l'affascinante città etrusca
Cosa vedere a Chiusi, l'affascinante città etrusca
Cosa vedere a Monza: una città regale e raffinata
Cosa vedere a Monza: una città regale e raffinata
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni