Non c'è meta così esotica e così moderna allo stesso tempo come l'Egitto. La terra dei faraoni rappresenta una miniera turistica senza fine: sono pochi i paesi che possono vantare di essere una destinazione ideale lungo tutto il corso dell'anno. E non c'è che dire, le vacanze in Egitto rappresentano una scelta molto azzeccata in qualsiasi periodo si voglia organizzare la propria pausa all'estero. Grazie al suo clima, sia d'estate che d'inverno ci si può recare per godersi il meritato riposo. Nella bella stagione si sa, il caldo non dà tregua, ma con il mare a due passi basta poco per rinfrescarsi. In inverno invece è l'ideale per allontanarsi per un po' dal freddo gelido della città, soprattutto se si vuole organizzare una vacanza diversa dal solito.

Il Mar Rosso e il resto del paese offrono svariate tipologie di vacanze: dalla classica crociera sul Nilo che va dal meraviglioso sito archeologico di Luxor fino al Cairo e alle piramidi di Giza; al divertimento giovanile, ma anche per famiglie, di Sharm el Sheikh, Marsa Alam e Hurgada, le principali città che meglio hanno saputo incrementare l'attività turistica; alla vacanza naturalista che permette favolose immersioni nei pressi della barriera corallina o escursioni nel deserto. Il viaggio non è neanche parecchio dispendioso se prenotato con largo anticipo, basta solo decidere da dove partire e come arrivare in Egitto: ma in anticipo bisogna preparare anche i documenti. Non si entra in Egitto senza le carte necessarie.

Documenti per l'Egitto

Foto di Derek Keats

Il passaporto, per chi ce l'ha, rappresenta sempre la soluzione migliore: se in corso di validità per altri sei mesi, un timbro e avrete superato la dogana. Se non ne siete in possesso, e volete sapere come procurarvelo, leggete tutti i nostri consigli su come ottenere il passaporto per le vacanze. Altrimenti potrà bastarvi la carta d'identità, cartacea o elettronica, ma solo per ottenere un permesso turistico valido per tre mesi: nonostante ciò, anche la carta dovrà essere valida per l'espatrio e in corso di validità per almeno altri sei mesi. Fa fede comunque il timbro di prolungamento validità apposto sul retro del documento cartaceo. Sia che usiate il passaporto o la carta, dovrete comunque munirvi di due fototessere: queste serviranno al rilascio del visto. Il visto può essere chiesto prima della partenza a un'ambasciata o consolato in Italia. Oppure, se si è in viaggio per turismo, anche direttamente in aeroporto, dietro pagamento di 15 dollari o equivalente in euro. Ma in ogni caso dovrete portarvi le fototessere da casa, perché all'aeroporto non sono presenti le macchinette automatiche.

Deserto del Sinai

Foto di Jonah Bettio

I documenti per il turismo non sono l'unica nostra preoccupazione. Bisogna inoltre sapere che ci sono delle limitazioni per quanto riguarda l'importazione di alcolici e sigarette: solo una bottiglia di alcolici, soft o super, e solo una stecca di sigarette. A 24 ore dall'arrivo, però, si possono acquistare presso i negozi autorizzati, altre 3 bottiglie e 3 stecche. Una violazione in tal senso fa incorrere in pagamenti fino al 3000% della multa. Infine il denaro: non si può entrare o uscire con più dell’equivalente di 10.000 $ in contanti senza dichiararli. E non si può uscire dal paese con più di 5.000 lire egiziane: per rendervi conto a quanto ammonti in euro date un occhio al cambio della moneta egiziana. Scoprirete che, a meno che non abbiate deciso di giocarvi tutto ai casino di Sharm, non avrete bisogno di cifre così elevate per godervi appieno una vacanza in Egitto.