Primo Capodanno nel mondo a Auckland

E dopo il Natale tocca al Capodanno. Le due festività invernali si intervallano esattamente alla distanza di una settimana l'una dall'altra. Il che significa che se non disponiamo di più di sette giorni di ferie per quel periodo, siamo costretti a scegliere quale dei due giorni passare a casa, e quale invece celebrare in vacanza.

Per molti la scelta non si pone neppure. Natale è il giorno per eccellenza da passare con la famiglia a tavola, tra le pareti domestiche. E se altrettanta importanza riveste la tradizione del veglione di capodanno con i propri cari, molti sono disposti a sacrificarla per celebrare l'arrivo dell'anno nuovo in qualche località magari anche parecchie ore di fuso orario lontano da casa.

Perché allora non spingersi in estremo oriente e andare dove si può essere tra i primi a festeggiare il Capodanno 2011? Succede a Auckland, in Nuova Zelanda: è la prima città al mondo con oltre un milione di abitanti a salutare l'anno nuovo. E lo si fa sotto la Sky Tower, da dove vengono esplosi i fuochi d'artificio. Poco dopo toccherà a Sydney, in Australia, dove la gente si radunerà presso l'Opera House e l'Harbour Bridge.

Se abbiamo deciso di passare il Capodanno al caldo, molto probabilmente ci troveremo a ridosso dell'equatore, in una struttura alberghiera nelle più belle località del pianeta: Maldive, Caraibi o magari alle Fiji. Paradisi tropicali dove si può anche perdere la cognizione del tempo e delle stagioni: ci penserà sicuramente il personale di qualche resort di lusso a ricordarci l'arrivo dell'anno nuovo e a festeggiare con noi con un cenone speciale.

Se invece desideriamo restare in Europa la scelta è vasta: a Parigi possiamo assistere allo spettacolo della Torre Eiffel illuminata a festa. A Londra festeggiamo con più di un milione di persone sotto l'enorme ruota panoramica London Eye, che sovrasta la città. A Berlino ci raccogliamo tutti presso l'imponente porta di Brandeburgo. Oppure possiamo decidere di giocare in casa e spostarci nelle grandi città della nostra penisola.

Famosissimo è il capodanno a New York, celebre per l'immagine di una miriade di persone che si riversa in Times Square per vedere la mongolfiera a forma di mela che scandisce gli ultimi secondi dell'anno vecchio scendendo verso l'orologio che celebrerà l'arrivo dell'anno nuovo. Ci troviamo ora sull'altro versante del planisfero, e se siamo partiti dal punto più a est, ci spingiamo ora sull'estremo opposto. I fortunati che avranno deciso di trascorrere le loro vacanze di Capodanno alle Hawaii saranno tra gli ultimi ad accogliere l'anno nuovo. Specialmente se si trovano nella capitale Honolulu, festeggiando sulla spiaggia dell'isola: decisamente un bel modo per cominciare il nuovo anno.