Frascati, Villa Aldobrandini – Foto Wikipedia
in foto: Frascati, Villa Aldobrandini – Foto Wikipedia

A soli 30 minuti di treno da Roma, nel magico territorio dei Castelli Romani, sorge la splendida Frascati. Circondata dal verde, la cittadina regala scorci panoramici che lasciano a bocca aperta. Tra tutti, risulta degna di nota la veduta dal belvedere che permette di abbracciare con lo sguardo la Capitale, consentendo addirittura di intravedere la cupola di San Pietro. La stessa Frascati, in effetti, ospita una San Pietro in miniatura: proprio al santo con le chiavi del Paradiso è consacrato il Duomo del centro storico, che risale al XVI secolo ed è ricco di capolavori artistici. Da vedere un altro edificio religioso come la Chiesa del Gesù risalente alla fine del Seicento, con facciata attribuita a Pietro da Cortona e l'intero a navata unica arricchito da numerosi affreschi barocci della scuola di Andrea Pozzo. La chiesa di Santa Maria in Vivario ospita invece affreschi del tardo XV secolo, sarcofagi e resti romani e una suggestiva cripta. Degno di nota anche il Palazzo Vescovile, edificato sotto il pontificato di Papa Pio II Piccolomini (1458-64) e completato, alla fine del XV secolo, dal cardinale Guglielmo d'Estouteville. Da visitare anche le Scuderie Aldobrandini, sede di una mostra archeologica permanente e contenitore culturale dove si tengono eventi, rassegne e manifestazioni.

Le Ville Tuscolane di Frascati

Giardino e Ninfeo di Villa Lancellotti – Foto Wikipedia
in foto: Giardino e Ninfeo di Villa Lancellotti – Foto Wikipedia

Fiore all'occhiello di Frascati sono le splendide Ville Tuscolane. Si tratta di dimore nobiliari tardorinascimentali e barocche fatte costruire sui Colli Albani. Questi palazzi costituivano una sorta di buon retiro per l'aristocrazia clericale e laica, che eludeva i clamori cittadini per riposare e coltivare le proprie passioni lontano da occhi indiscreti.

Villa Aldobrandini – Foto Wikipedia
in foto: Villa Aldobrandini – Foto Wikipedia

Le ville raggiunsero il massimo splendore nel periodo barocco,  con giochi d'acqua, fontane sfarzose e giardini lussureggianti. Oggi alcune sono residenze private, altre sono state trasformate in lussuosi hotel. Di esse, la più importante è forse Villa Aldobrandini, detta anche Villa Belvedere. La sua costruzione si deve al Cardinale Pietro Aldobrandini tra il 1598 ed il 1602. Circondata da un elegante giardino con uno scenografico ninfeo, è nota per i suoi spettacolari giochi d'acqua. La villa venne costruita per la potente famiglia Aldobrandini tra la fine del XVI e l'inizio del XVII secolo, e al suo progetto contribuirono alcuni tra gli architetti più importanti dell'epoca, come Carlo Maderno, Giacomo della Porta e Giovanni Fontana. Numerosi anche i contributi artistici: la Stanza del Parnaso è affrescata dal Domenichino e dal Passignano; da segnalare anche lo splendido organo ad acqua di Giovanni Guglielmi, Giovanni Anguilla e Jacques Sarrazin. Al piano nobile sono conservati affreschi del Cavalier d'Arpino con scene bibliche. La Villa è proprietà privata della Famiglia Aldobrandini, pertanto l'interno del palazzo è chiuso al pubblico, ma è possibile visitare il parco ogni mattina nei giorni feriali, dalle 8.30 alle 17.30. L'ingresso è libero.

Villa Falconieri, nota come la "Rufina", è stata la prima villa edificata a Frascati tra il 1540 e il 1550 per volere di Alessandro Rufini, Vescovo di Melfi. Benché danneggiata dai bombardamenti della guerra, l'interno conserva ancora le notevoli decorazioni della Stanza della Ringhiera, attribuibili a Perin del Vaga. La maggior parte degli affreschi è stata eseguita da Pier Leone Ghezzi.  Ricordiamo anche Villa Tuscolana: fatta edificare nel 1578 dal cardinale Alessandro Rufini, passò poi nelle mani di diversi proprietari illustri; oggi è diventata hotel congressi e location per grandi eventi. L'ultimo piano è impreziosito dalla loggia Belvedere, dalla quale si gode dello splendido panorama della campagna romana. Il complesso monumentale di Villa Mondragone, oggi adibito a centro congressi, si estende per 80.000 metri cubi. Tra le sue attrazioni spiccano i 18 ettari di parco, la corte interna, il meraviglioso giardino all’italiana, il maestoso del Vasanzio, il teatro delle Acque e l’incantevole Giardino segreto pensile. Villa Lancellotti, con il ninfeo costruito tra il 1617 e il 1619, non è aperta al pubblico; di Villa Torlonia, distrutta dalla guerra, è rimasto solo il bellissimo giardino e il Teatro Delle Acque con la sua cascatella, il tutto progettato da Carlo Maderno.

Cosa fare a Frascati

Chiesa di San Pietro Apostolo – Foto Wikipedia
in foto: Chiesa di San Pietro Apostolo – Foto Wikipedia

Se sognate un pic-nic nella natura incontaminata e nel contempo volete avventurarvi tra le rovine del passato, il Parco Archeologico del Tuscolo è il posto che fa per voi. Immerso nel verde, offre un panorama meraviglioso e la visita dei resti dell'antica Tuscolo.

Partendo dal centro storico è possibile percorrere la celebre "Passeggiata di Frascati", un viale alberato che collega Piazza Guglielmo Marconi alla zona periferica della città proseguendo fino a Grottaferrata. Si tratta di una zona ricca di locali, gelaterie e mercatini notturni, e per questo molto frequentata dai giovani. Impagabile la vista sulla campagna romana. Non dimenticate di sostare in una delle locali fraschette, dove degustare il rinomato vino bianco, formaggi, porchetta e la "pupazza", tipico biscotto al miele.