31 Agosto 2018
23:56

Gioielli francesi: Abbeville e la Collegiata di San Vulfranno

Abbeville è una cittadina francese ricca di monumenti storici, tra cui spicca la bellissima Collegiata di San Vulfranno, dall’elegante facciata ricca di decorazioni. La località presenta altri splendidi edifici religiosi, nonché meravigliose aree verdi, un sontuoso castello e un interessante museo.
A cura di Angela Patrono
Collegiata di San Vulfranno – Foto <a href="https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Abbeville_–_Eglise_Saint–Vulfran_–_Parvis_Saint–Vulfran_–_ancienne_Coll%C3%A9giale_(2–2016)_P1040157.jpg" target="_blank" rel="nofollow noopener">Wikipedia</a>
Collegiata di San Vulfranno – Foto Wikipedia

Capitale storica della Piccardia Marittima, la cittadina di Abbeville si trova a soli 25 km dal Canale della Manica, sulla destra del fiume Somme. Benché duramente provato dai bombardamenti del 1940, il suo centro storico conserva ancora numerosi edifici d'epoca, tra cui un Beffroi del 1209, una delle torri civiche più antiche di Francia.

Collegiata di San Vulfranno – Foto <a href="https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Abbeville_–_Eglise_Saint–Vulfran_–_Parvis_Saint–Vulfran_–_ancienne_Coll%C3%A9giale_(8–2016)_P1040163cr.jpg" target="_blank" rel="nofollow noopener">Wikimedia Commons</a>
Collegiata di San Vulfranno – Foto Wikimedia Commons

Monumento simbolo di Abbeville è la Collegiata di San Vulfranno. La sua facciata ricca di sculture e decorazioni costituisce uno splendido esempio di stile gotico fiammeggiante. La costruzione dell'attuale edificio iniziò nel 1488. Nell'interno a tre navate si segnalano diverse opere d'arte, tra cui l'Ancona della Pericope dell'Adultera (XVI secolo). Molto bello anche l'Altare del Giudizio Universale, del XVI secolo, sovrastato da tre grandi statue degli Arcangeli. La Cappella di San Luigi, costruita nel 1492, custodisce l'Altare della Natività, una bellissima pala a rilievi policromi sovrastata dalle sculture raffiguranti San Pietro, San Paolo e Cristo. Di grande valore artistico anche l'Altare della Vergine e l'Altare di San Giovanni Battista.

Ancona della Pericope dell’Adultera – Foto <a href="https://it.wikipedia.org/wiki/File:Abbeville,_Coll%C3%A9giale_Saint–Vulfran_(7).jpg" target="_blank" rel="nofollow noopener">Wikipedia</a>
Ancona della Pericope dell’Adultera – Foto Wikipedia

Meritano una visita anche altri edifici religiosi. Tra questi, la Chiesa del Santo Sepolcro, la cui struttura originaria risale al XV secolo. L'edificio vanta splendide vetrate dipinte di Alfred Manessier, inaugurate nel 1993. Da vedere anche la Chiesa di Sant'Egidio del XV secolo e la  Chiesa di S. Gilles: costruita tra il 1485 e il 1528, venne ristrutturata nel 1860 in stile neogotico. Da non perdere il Musee Boucher de Perthes, dedicato all'importante geologo, archeologo e antiquario vissuto ad Abbeville nel primo Ottocento. Qui troverete dipinti, statue e reperti archeologici di ogni tipo.

Collegiata di San Vulfranno, interno – Foto <a href="https://it.wikipedia.org/wiki/File:Abbeville,_Coll%C3%A9giale_Saint–Vulfran_(2).jpg" target="_blank" rel="nofollow noopener">Wikipedia</a>
Collegiata di San Vulfranno, interno – Foto Wikipedia

Un monumento di grande fascino è il Castello di Bagatelle, costruzione in stile rococò eretta nel 1752 per la famiglia; la struttura presenta un giardino alla francese e un parco al'inglese. Abbeville possiede due principali aree verdi: il Parc de la Bouvaque, con due laghi, dove è possibile avvistare esemplari di fauna selvatica, e il Parc d'Emonville, un luogo dove ritrovare se stessi nella pace della natura; il suo giardino possiede oltre 500 specie di piante.

Castello di Chambord: il gioiello francese con un tocco di genio
Castello di Chambord: il gioiello francese con un tocco di genio
Commarin, un affascinante castello francese
Commarin, un affascinante castello francese
Gioielli francesi: Châteauneuf-en-Auxois e il suo castello medievale
Gioielli francesi: Châteauneuf-en-Auxois e il suo castello medievale
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni