6 Dicembre 2016
18:18

Glendalough, il volto magico dell’Irlanda tra storia e natura

Immerso nella natura selvaggia, il monastero di Glendalough è il posto ideale per chi cerca serenità lontano dal caos di Dublino. Il suo passato medievale incanta migliaia di turisti: ecco perché visitarlo.
A cura di Angela Patrono

Storia di Glendalough | Cosa vedere a Glendalough | Come arrivare a Glendalough

Glendalough – Foto di <a href="https://www.flickr.com/photos/irishwelcometours/4909536885" target="_blank" rel="nofollow">Irish Welcome Tour</a>
Glendalough – Foto di Irish Welcome Tour

"Soltanto l'immaginazione può descrivere il fascino di quel delizioso paesaggio. Una volta che lo hai visto, diventa tuo amico per sempre e sarai sempre felice quando ci ripenserai". Sono le parole del romanziere William Makepeace Thackeray per descrivere la bellezza di Glendalough. Il villaggio è tra le meraviglie dell'Irlanda e uno dei luoghi più apprezzati da chi cerca un'oasi di tranquillità. Il panorama è spettacolare: due romantici laghi dal fascino misterioso, immersi nel meraviglioso scenario delle Wicklow Mountains. I suoi paesaggi evocano leggende che si perdono nel fluire del tempo e non a caso molti registi sono stati conquistati dalla sua bellezza: qui sono stati girati film come Excalibur (1981), Braveheart (1995) e King Arthur (2004). Il nome deriva dal termine "Gleann dá Loch", che in gaelico significa "Valle dei Due Laghi".

Storia di Glendalough

Chiesa di St Kevin – Foto <a href="https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Stkevinschurch2.jpg" target="_blank" rel="nofollow">Wikimedia Commons</a>
Chiesa di St Kevin – Foto Wikimedia Commons

Situato nella contea di Wicklow, il villaggio vanta origini antichissime: qui nel 498 si stabilì il monaco eremita San Kevin, che conduceva uno stile di vita sobrio e distaccato dai beni terreni. Come nella perfetta tradizione ascetica, il religioso viveva in solitudine tra le aspre montagne, ma ben presto altri monaci furono attratti dal suo stile di vita e lo raggiunsero, formando così una folta comunità. Le invasioni dei Vichinghi provenienti dalla costa costrinsero i monaci a dotare l'edificio di alte mura e di un sistema di fortificazioni. Nel XII secolo il monastero iniziò a diventare meta di pellegrinaggi. Fu poi distrutto da una spedizione inglese nel 1398, ma una piccola comunità sopravvisse fino al Seicento, periodo in cui il sito fu definitivamente abbandonato. Oggi le rovine di Glendalough raccontano ancora la storia del suo mistico passato.

Cosa vedere a Glendalough

Veduta di Glendalough e delle Wicklow Mountains – Foto <a href="https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Wicklow_Mountains_National_Park_Glendalough_Valley_Upper_Lake_03.JPG" target="_blank" rel="nofollow">Wikimedia Commons</a>
Veduta di Glendalough e delle Wicklow Mountains – Foto Wikimedia Commons

Tra le attrazioni principali c'è sicuramente la torre a base circolare di 33 metri, seguita dalla cattedrale di san Pietro e Paolo. Altri luoghi da non perdere sono la Priest's House, il cimitero di Round House, Reefert Church, una chiesa risalente all'XI secolo in stile romanico, St Mary's Church del X secolo, i resti della St Kieran's Church e la St Kevin's Kitchen, capolavoro dell'architettura medievale. Dietro la Reefert, salendo i gradini si raggiunge la St Kevin's Cell.  Non può mancare uno sguardo a Teampall na Skellig, il sito originario dell'insediamento di St Kevin. In teoria sarebbe raggiungibile solo in barca, ma non essendoci un servizio di trasporto, ci si deve accontentare di guardarlo da lontano.

Attraversando il fiume si raggiunge la Deer Stone, legata a una leggenda locale: si dice che St Kevin dopo aver munto una cerva ne raccogliesse il latte nella concavità presente nella pietra per portarlo al villaggio e sfamare due piccoli orfani. Si tratta in realtà di un Bullaun, una pietra dotata di concavità naturali alle quali il popolo attribuiva qualità magiche. I laghi Upper e Lower sono tra le mete preferite degli escursionisti oltre ad essere il paradiso del birdwatching. Sono ben nove i sentieri che conducono agli specchi d'acqua. Nei pressi dell'Upper Lake si trova il Letto di St Kevin, una spelonca artificiale profonda 2 metri dove il santo visse per sette anni in totale isolamento, ritirandosi in meditazione.

Come arrivare a Glendalough

Upper Lake – Foto di <a href="http://www.geograph.ie/photo/23188" target="_blank" rel="nofollow">geograph.ie</a>
Upper Lake – Foto di geograph.ie

Per arrivare a Glendalough da Dublino esiste un servizio offerto da una compagnia privata di bus, la St Kevin Bus. Il costo è di 20 euro per gli adulti e 12 euro per i minori di 12 anni. Il capolinea di partenza è Dawson Street, l'arrivo è direttamente nel parcheggio di Glendalough. In alternativa si può effettuare un Day Tour offerto da compagnie di viaggi private. Queste gite di un giorno hanno un costo di circa 30 euro per gli adulti e 25 per gli studenti, con un biglietto che comprende trasporto, ingresso a Glendalough e visita a siti limitrofi come il Castello di Kilkenny.

La bellezza dell'Irlanda in 10 foto
La bellezza dell'Irlanda in 10 foto
Cong, il volto senza tempo dell'Irlanda
Cong, il volto senza tempo dell'Irlanda
10 Castelli da non perdere durante un tour in Irlanda
10 Castelli da non perdere durante un tour in Irlanda
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni