Kabira Bay – Foto Wikipedia
in foto: Kabira Bay – Foto Wikipedia

Le isole Yaeyama sono 32 splendide isole nella prefettura di Okinawa, in Giappone. Segni particolari? Un paesaggio marino spettacolare. Spiagge dal fondale trasparente e dalla candida sabbia, immerse in uno scenario paradisiaco, con una flora e fauna uniche al mondo. Queste isole sono perfette per una vacanza al mare in un contesto autentico e genuino, dove a regnare è una tranquillità rurale che sorprende. Partiamo alla scoperta di quattro tra le isole principali: Ishigaki, Iriomote, Taketomi e Hateruma. Ecco perché visitare le isole Yaeyama.

Ishigaki

Kabira Bay – Foto Wikimedia Commons
in foto: Kabira Bay – Foto Wikimedia Commons

Ishigaki è l'isola più popolosa dell'arcipelago e ospita la città più importante, Ishigaki City. Qui il tempo sembra essersi fermato e i ritmi sono lenti e pacati, pronti ad accogliere il visitatore in cerca di quiete. La località è piena di botteghe artigianali, sale di tè, giardini e tradizionali case in legno. Se deciderete di pranzare in una locanda tradizionale, sappiate che ogni pietanza che si rispetti è insaporita con sale di Ishigaki, usato come ingrediente perfino nei dolci, sorprendendo il palato con gusti insoliti.

Promontorio di Uganzaki – Foto Kzaral
in foto: Promontorio di Uganzaki – Foto Kzaral

Non mancano spiagge degne di un sogno ad occhi aperti. La più bella è Kabira Bay: un paradiso naturale unico al mondo per la produzione di perle nere. Degne di nota anche la spiaggia Yonehara, con pezzi di corallo bianco, la spiaggia Sukuji e la spiaggia Sunset, dal fondale sabbioso e trasparente. Per un'avventura nel verde potete intraprendere un'escursione in kayak sui fiumi Miyara e Fukido. Se volete ammirare Ishigaki in tutta la sua bellezza, salite sui promontori di Uganzaki e Hirakubo e fate il pieno di emozioni. Per scoprire il patrimonio culturale dell'arcipelago fate tappa al Museo Yaeyama. Qui sono in mostra ceramiche, abiti, imbarcazioni e oggetti tradizionali.

Iriomote

Fiume Nakama – Foto Wikimedia Commons
in foto: Fiume Nakama – Foto Wikimedia Commons

Bella e selvaggia, Iriomote è collegata con Ishigaki per mezzo di traghetti. Il 90% dell’isola è ricoperto di foreste di mangrovie, che donano al paesaggio un tocco primordiale e ricco di fascino. Per ammirare da vicino la natura rigogliosa di Iriomote è possibile imbarcarsi in una crociera sul fiume Urauchi o sul fiume Nakama o, in alternativa, percorrere i fiumi in kayak. Lungo il sentiero potrete ammirare le cascate Mariyudo e Kampire o raggiungere la piccola isola di Yubujima Suigyu. Meraviglioso il percorso che conduce alla Cascata di Pinaisara, dalla sfolgorante bellezza.

Hoshizuna no Hama – Foto Wikimedia Commons
in foto: Hoshizuna no Hama – Foto Wikimedia Commons

Iriomote è ricca di spiagge e calette incontaminate, molte delle quali raggiungibili solo in barca. Una delle più suggestive è Hoshizuna no Hama, letteralmente "spiaggia dalla sabbia stellata", così chiamata perché la sabbia è composta da tanti sassolini a forma di stella, in realtà organismi unicellulari. L'isola ospita anche alcuni esemplari di Iriomote Yamaneko, specie autoctona di gatto selvatico al quale è dedicato un museo.

Taketomi

Taketomi – Foto Wikimedia Commons
in foto: Taketomi – Foto Wikimedia Commons

Taketomi è un'isola dall'atmosfera selvaggia e rurale. Il piccolo centro abitato emana un fascino antico e tradizionale: quasi tutte le case hanno tetti di tegole rosse, muri di corallo e uno shisa, statuetta a forma di leone, a fare da guardia per allontanare gli spiriti maligni. L'ambiente dell'isola, raccolto e genuino, richiama i visitatori affamati di autenticità: alcune dimore tradizionali fungono da locande o botteghe con prodotti artigianali. L'isola è percorribile interamente a piedi o in bicicletta. Durante il vostro tour potrete scoprire due gioielli del litorale: la spiaggia Kondoi, con acque verde smeraldo e sabbia bianchissima, e la spiaggia Kaiji, con la sua sabbia composta da piccole stelle, proprio come la "collega" Hoshizuna no Hama. Se volete una vista sensazionale dell'isola salite sulla Torre Nagominoto, alta 4,5 metri.

Hateruma

Spiaggia di Nishihama – Foto di Kzaral
in foto: Spiaggia di Nishihama – Foto di Kzaral

Ad Hateruma si trova una delle spiagge più belle dell’Asia: Nishihama. La spiaggia è nota per la sua sabbia candida e soffice, ma anche per il colore delle sue acque trasparenti, che variano dal turchese all'azzurro. Nella zona meridionale dell’isola si trova Takanasaki, una collina rocciosa affacciata sull’Oceano Pacifico, che rappresenta il punto più a sud di tutto il Giappone. Inutile dire che turisti e fotografi prendono d'assalto questo luogo panoramico.