29 Giugno 2019
15:06

Kenidjack Castle, il lato più selvaggio della Cornovaglia

Rovine archeologiche, natura selvaggia e scogliere a picco sul mare: Kenidjack Castle è uno dei posti più suggestivi della Cornovaglia e regala vedute panoramiche indimenticabili. Il luogo sembra condensare l’essenza di questa magica terra, dove il vento sussurra a ogni pietra il suo canto millenario.
A cura di Angela Patrono
Kenidjack Castle – Foto di <a href="https://www.flickr.com/photos/treehouse1977/14800951780" target="_blank" rel="nofollow noopener">Jim Champion</a>
Kenidjack Castle – Foto di Jim Champion

La Cornovaglia è una terra meravigliosa, pervasa da un alone di mistero, risonante di leggende e puntellata di antichi castelli. Uno dei luoghi più suggestivi è Kenidjack Castle, a breve distanza dalla cittadina di St Just. Si tratta di uno dei cosiddetti "cliff castles", panoramiche fortezze costruite in cima a promontori a scopo difensivo. Kenidjack Castle risale all'Età del Bronzo e regala vedute indimenticabili. In questo luogo selvaggio e panoramico, gli unici suoni che attraversano il nostro udito sono lo sciabordio delle onde che si infrangono sulle scogliere e le acute strida dei gabbiani. Sulla vetta del promontorio è possibile ammirare un meraviglioso panorama che abbraccia l'intera costa, con una veduta mozzafiato di Cape Cornwall. Nelle giornate serene è possibile vedere all'orizzonte le isole di Scilly.

Veduta della Valle di Kenidjack. Sullo sfondo Cape Cornwall – Foto <a href="https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Kenidjack_Valley_meets_the_Sea_–_geograph.org.uk_–_493077.jpg" target="_blank" rel="nofollow noopener">www.geograph.org.uk</a>
Veduta della Valle di Kenidjack. Sullo sfondo Cape Cornwall – Foto www.geograph.org.uk

Il luogo era protetto da una spessa muraglia. La maggior parte del versante sud delle fortificazioni è andata persa a causa dell'erosione, ma gran parte del triplice bastione nord è ancora intatto. Kenidjack doveva essere un importante avamposto commerciale. Nell'area sono state ritrovate alcune testimonianze di estrazione dello stagno risalenti all'Età del Bronzo e all'Età del Ferro: lo stagno era un bene prezioso nell'età del Bronzo, poiché indispensabile per la produzione del bronzo stesso.

Cerchio di cairn – Foto <a href="https://www.geograph.org.uk/photo/5119551" target="_blank" rel="nofollow noopener">www.geograph.org.uk</a>
Cerchio di cairn – Foto www.geograph.org.uk

Nei pressi delle rovine della miniera di stagno si trovano interessanti resti archeologici con pietre disposte in cerchio, i cosiddetti cairn. Proseguendo verso sud, troviamo Ballowall Barrow, un complesso di tumuli e tombe risalenti al Neolitico e all'Età del Bronzo, esempio unico nel suo genere in Cornovaglia. L'area archeologica si trova a Carn Gloose, una serie di alte scogliere di granito che offrono una vista spettacolare. A breve distanza troviamo St Helen's Oratory, antica chiesa cristiana, e l'ottocentesca miniera di stagno di Cape Cornwall.

La magia della Cornovaglia in 15 immagini mozzafiato
La magia della Cornovaglia in 15 immagini mozzafiato
56.506 di Angela Patrono
Visita al Nijo Castle di Kyoto
Visita al Nijo Castle di Kyoto
15 foto per sognare un viaggio in Cornovaglia
15 foto per sognare un viaggio in Cornovaglia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni