Foto di Sergio Morchon
in foto: Foto di Sergio Morchon

Amalfi è la vera perla della Costiera Amalfitana, una città incastonata nella roccia che sembra risplendere di luce propria. Gli scenari che Amalfi cela sembrano essere riprodotti da un pittore che sulla sua tela ha voluto riprodurre un angolo di paradiso. La bellezza naturale di questa zona è incomparabile, unita a storia e tradizioni che la elevano a luogo ideale dove trascorrere una vacanza rilassante ed al tempo stesso ricca di emozioni. Una giornata in questa città, nasconde tante sorprese. Il duomo dorato nascosto tra le case appare improvvisamente splendente alla luce del sole. I vicoli stretti e labirintici ci proiettano in un altro mondo. La via dei souvenir è perennemente affollata e non si può resistere a entrare in ogni negozio. E soprattutto la spiaggia e il piccolo porto sono incantevoli. Difficile pensare che questo piccolo capolavoro fosse un tempo una delle potenti Repubbliche Marinare, e abbia avuto un'importanza fondamentale nei commerci marittimi del Mediterraneo. Oggi invece è un piccolo paese, quieto anche quando è affollato, talmente bello che è persino difficile sognarlo.

Cosa vedere ad Amalfi
Amalfi e le sue piccole spiagge
Come arrivare ad Amalfi

Cosa vedere ad Amalfi

Foto di il CE3000
in foto: Foto di il CE3000

Amalfi è uno dei luoghi più belli e romantici del mondo e uno dei più amati per andare in vacanza in Campania. Incastonata tra Napoli ed il Cilento, tutta la Costiera Amalfitana è una delle mete turistiche preferite del sud Italia. In particolare proprio Amalfi è un luogo storico, ricco di tradizioni, costruito sulla roccia a picco sul mare. La città appare come un piccolo borgo di pescatori, anche se in realtà nasconde un passato di città importante, era infatti una delle Repubbliche marinare che dominavano il Mar Mediterraneo intorno al 1200. Un luogo di commerci, di scambi mercantili e culturali, dove vennero scritte le Tavole di Amalfi, il codice marinaro che rimase in vigore per tutto il Medioevo. Oggi è una cittadina di 6500 abitanti famosa in tutto il mondo dal 1997 come Patrimonio dell'Umanità Unesco.

Il centro storico di Amalfi è fantastico da girare ed ha mantenuto la sua fisionomia medievale. Ad accogliervi ci saranno le antiche porte di accesso, e le strette stradine lastricate, vicoli e scalini che conducono ad ampie piazzette, su cui si affacciano bei palazzi medievali ed antiche costruzioni. Da vedere la Cattedrale di Sant'Andrea, preceduta da una scenografica scalinata che domina Piazza Duomo. Da qui si raggiunge facilmente l'Arsenale della Repubblica, ovvero ciò che rimane di un antico cantiere navale costituito da due grandi arcate e da una serie di magazzini. Nei pressi dell’Arsenale si trova Piazza dei Dogi, dove sono presenti molte botteghe artigiane. Tra gli altri edifici religiosi ricordiamo la Chiesa di Sant’Antonio, mentre tra quelli civili da non perdere l’ex Monastero della SS. Trinità, oggi sede del Comune. In Piazza Santo Spirito ha poi inizio la Valle dei Mulini, sede di una delle più antiche cartiere d’Europa, all’interno della quale è possibile anche visitare il Museo della Carta dove sono conservati macchinari antichi. Amalfi vanta anche una ricchezza naturalistica davvero eccezionale, ben conservata ed intatta.

Amalfi e le sue piccole spiagge

Foto di Joe Ross
in foto: Foto di Joe Ross

Le spiagge della Costiera Amalfitana sono piccole baie suggestive scavate nella roccia. Il mare è di un colore turchese che fa impallidire i turisti e soprattutto agli amanti delle immersioni subacquee. In particolare ad Amalfi troviamo l'incantevole spiaggetta delle Sirene, la più vicina al porto di Amalfi.Adiacente si trova la Grotta di Sant'Andrea dove secondo una leggenda si nascondeva un bue marino. Un'altro luogo da non perdere durante una visita ad Amalfi, è la spiaggia di Santa Croce dove si trova un magnifico arco naturale chiamato l'Arco degli Innamorati: la tradizione vuole che un bacio dato in questo luogo renda indissolubile un legame d'amore.

Come arrivare ad Amalfi

 

Amalfi si trova lungo la statale che unisce tutti i paesi della Costiera Amalfitana. Quindi da Roma o da Napoli bisogna seguire le indicazioni per l'autostrada A3 in direzione di Salerno e prendere l'uscita di Vietri sul Mare. Da qui si seguono le indicazioni per Amalfi e percorrerete la famosa Costiera Amalfitana.

Se si viaggia in treno la soluzione più conveniente è arrivare alla Stazione di Salerno. Da qui partono i Bus della SITA per arrivare ad Amalfi e nei principali comuni della Costiera. Se invece si preferisce arrivare a Napoli, dalla Stazione di Napoli Centrale si arriva fino a Sorrento utilizzando la linea ferroviaria circumvesuviana; da qui poi partono i bus della SITA per Amalfi.

Arrivare in aereo ad Amalfi comporta l'utilizzo di più mezzi di trasporto. Infatti dall'aeroporto di Capodichino si può arrivare in Costiera Amalfitana prendendo il treno o il metro del mare. Dall'aeroporto bisogna arrivare prima in centro, da dove partono i mezzi per la Costiera.

Da Salerno e da Capri, soprattutto nel periodo estivo, partono aliscafi e traghetti che collegano i centri costieri di Maiori, Minori, Amalfi e Positano. Le società che svolgono tali collegamenti sono la TravelMar e le Linee Marittime Partenopee.