lonely planet parchi nazionali europa

Il concetto di Parco Nazionale nasce negli Stati Uniti nel 1872 con Yellowstone: alle orecchie dei cittadini del mondo il suo nome è indissolubilmente legato all'idea di un'enorme area protetta dalla mano dell'uomo, dove la natura è preservata nel suo aspetto primitivo e selvaggio e dove gli animali vivono in libertà con l'unico disturbo alla loro privacy da parte di tutti i visitatori armati di macchine fotografiche, pronti a catturare ogni loro gesto. Dalla nascita del parco americano a oggi sono stati istituiti nel mondo circa 7.000 parchi nazionali. Solo in Europa ve ne sono 359: impossibile fare una classifica dei più belli. Ma Lonely Planet, la guida di viaggi più celebre al mondo, si è cimentata nell'impresa e ne ha scelti 5. La classifica è stata stilata lo scorso giugno. E noi, di fronte a tanta esperienza, non possiamo che inchinarci e riportarvi in un piccolo book fotografico i luoghi scelti dai nostri colleghi inglesi.

DARTMOOR NATIONAL PARK

parchi nazionali dartmoor

Strada tra Dartmoor and Sheepstor, foto di Lee Morgan

Sarà campanilismo, ma il primo nome sulla lista è proprio un parco del sud di Inghilterra, nella contea di Devon. Secondo i redattori della guida questo parco rappresenta il tipico paesaggio inglese nella sua forma più assoluta: "il cuore di tenebra sotto la superficie della verde amena terra". Luoghi che hanno ispirato scrittori come Arthur Conan Doyle e Agata Christie. Il suo aspetto più primitivo è ben rappresentato dai complessi megalitici testimoni delle popolazioni che abitavano queste terre nell'età della pietra: al pari di Stonehenge, la fila di pietre di Stall Moor rappresenta per gli studiosi un mistero da sviscerare.

PARCO NAZIONALE DEI LAGHI DI PLITVICE

parchi nazionali plitvice laghi

Laghi di Plitvice, foto di Aitor Salaberria

E' stato il primo parco a essere istituito in Croazia e, oltre ad avere la soddisfazione di essere collocato tra i cinque più belli in Europa, vanta anche il titolo di Patrimonio dell'Umanità dell'Unesco. Ma come non essere d'accordo: i laghi che si formano dall'incontro del Fiume Bianco e del Fiume Nero e si raccolgono in dighe naturali formatesi dalla sedimentazione di sali calcarei hanno qualcosa di magico. In tutto 16, i colori delle loro acque variano dal blu turchese al verde smeraldo, e sono comunque uno spettacolo. In quest'area protetta possiamo incontrare animali tipicamente montanari come l'orso bruno, il cinghiale e il capriolo.

PARCO NAZIONALE D'ABRUZZO

parchi nazionali orso marsicano

Orso bruno marsicano, foto di Antonio B.

Non può che farci piacere che uno dei nostri parchi più rappresentativi sia entrato di diritto nella lista. D'altronde come rimanere indifferenti al fascino delle montagne e delle valli che sono casa di splendidi esemplari (molti in pericolo) di orso bruno marsicano, lupo degli appennini, lince e aquila reale. Il Parco si estende anche nel Lazio e nel Molise, ma il suo cuore è nella città di Pescasseroli, uno dei tanti caratteristici borghi di montagna che rendono l'Abruzzo così spettacolare: non ci si va solo per la settimana bianca.

ISOLE CIES

parchi nazionali cies

Illa do Medio, foto di Anxo Resúa

Lonely Planet si esprime solo a proposito di questo trio di isole, che in realtà fanno parte del più ampio Parco Nazionale delle Isole Atlantiche della Galizia: un gruppo di isole a poche miglia dalla costa della regione della Spagna. Esse sono l'arcipelago di Ons, le Cíes, l'isola di Cortegada e l'isola di Sálvora. Le Cíes sono ricche in biodiversità marina, e tra tanti pesci e molluschi nuotano anche numerosi delfini. Nel cielo invece possiamo osservare numerosi stormi di gabbiano reale. Ma al visitatore forse interessa di più l'aspetto incontaminato di queste isole, che sembrano fuori dal mondo: nessun mezzo di trasporto a motore, niente cestini per la spazzatura (ai visitatori viene chiesto di riportare i loro rifiuti sulla terraferma) e delle spiagge da far invidia ai Caraibi. La spiaggia di Roda, sull'isola di Monteagudo, fu definita dal giornale inglese The Guardian "la spiaggia più bella del mondo".

VALLE DEL LAUTERBRUNNEN

parchi nazionali lauterbrunnen

Veduta di Wengen e Lauterbrunnen, foto di Ed Coyle

La riserva naturale in Svizzera è famosa per le sue 72 cascate. Tra le più famose Staubbach, tra le più alte d'Europa con i suoi 300 metri, e Trümmelbach, un insieme di 10 cascate glaciali che si gettano per 200 metri. Questi panorami hanno ispirato le penne dei poeti Goethe e Byron. Oggi noi possiamo ammirarli anche a bordo di improbabili mezzi di trasporto, come l'ascensore in galleria o la ferrovia a cremagliera. Ottimo pretesto per delle vacanze in montagna.

[In apertura: cascate nel Parco Nazionale di Plitvice, foto di Lassi Kurkijärvi]