Ryanair, voli low cost

Ryanair sembra intenzionata ad aumentare di nuovo la tariffa sul bagaglio da stiva. Stando a quanto riportato dal quotidiano inglese Daily Mail lo scopo sarebbe quello di fare in modo che "il prezzo arrivi a una cifra tale che i passeggeri non potranno più permettersi di imbarcare il bagaglio da stiva". Queste le parole del provocatorio CEO della compagnia irlandese Michael O'Leary, che si è già fatto notare in diverse occasioni per le sue boutade.

L'intenzione di aumentare la tariffa è stata rivelata in una conferenza a Londra. O' Leary ha annunciato che Ryanair ha già aumentato le tariffe sul bagaglio da stiva di 20 sterline per il periodo delle vacanze estive, in modo da pizzicare i viaggiatori. A chi gli ha chiesto conto della logica dietro tale decisione lui ha risposto: "Questo è il periodo in cui viaggiano con più valigie". E ha proseguito: "Continueremo ad aumentare le tariffe fino a quando non riusciremo a sbarazzarci dei bagagli da stiva". O'Leary sostiene che Ryanair ha ridotto dall'80 al 19 percento il numero dei passeggeri che imbarcano il bagaglio in stiva, e che questo ha permesso alla compagna di risparmiare "una fortuna in denaro". Ma accetta anche il fatto che ci saranno sempre viaggiatori che avranno bisogno di imbarcare grosse valigie che necessitano della stiva. Ha infatti dichiarato "Non riusciremo mai a liberarci di questi bagagli, ma ci rimarrei davvero male se non riuscissimo a diminuire il loro numero dal 20 al 10 percento".

L'anno scorso O'Leary ha ammesso in un'intervista che lui stesso viaggia con Ryanair, e che paga una fortuna in bagagli in eccesso durante i suoi voli. Oggi sostiene che a un certo punto sarà molto probabile che le compagnie aeree impongano una tariffa anche per il bagaglio a mano. A chi gli ha chiesto se Ryanair fosse intenzionata a farlo ha risposto "Non riesco proprio a capire in che modo si possa applicare una tariffa del genere. È molto improbabile che lo faremo".

La compagnia aerea irlandese guadagna una fortuna in tariffe extra, e ha persino "minacciato" di far pagare l'utilizzo della toilette, e di introdurre posti in piedi per aumentare il numero dei passeggeri. Questa settimana ai piloti della compagnia è stato ordinato di viaggiare più lenti, ritardando il viaggio di due minuti, per risparmiare 70 milioni all'anno sul costo del carburante. Ryanair ha anche in progetto di mettere a disposizione spazi pubblicitari sugli aerei, e O'Leary si dice disposto ad accettare le pubblicità di chiunque, persino da compagnie low cost rivali e dall'Antitrust. A chi gli ha chiesto se avesse intenzione di risparmiare anche sull'aria condizionata all'interno dei velivoli O'Leary ha risposto: "No. Nemmeno io farei una cosa del genere".