L’eccentrico Michael O’Leary, CEO di Ryanair.
in foto: L’eccentrico Michael O’Leary, CEO di Ryanair.

Se si dice "Ryanair" si pensa immediatamente ad una compagnia che ha fatto del "low cost" il suo brand, anche se ciò ha implicato un'essenzialità dei servizi che, con il tempo, ha contribuito a creare qualche problema di immagine. Ma il mercato si evolve e per non perdere importanti quote di mercato è necessario intercettare le tendenze. A marzo lo stesso Ceo dell'azienda irlandese, Michael O' Leary aveva spiegato che "per 25 anni abbiamo offerto voli a bassissimo costo e andava bene così, ora il nostro business comincia a evolversi". Ed ecco dunque l'evoluzione: nasce il servizio "Ryanair business class", che a partire da un prezzo di 70 euro (69,99, per la precisione) dà al passeggero sedili più confortevoli, aumento del limite massimo del peso del bagaglio da stiva fino a 20 kg, imbarchi più veloci e modifica più semplice delle prenotazioni. Si tratta di servizi aggiunti che, pur non essendo paragonabili a quelli delle compagnia "di bandiera", rappresentano comunque un plus rispetto allo standard del low cost.

Brand reputation: nuove regole su bagagli e prenotazioni

Ad ottobre del 2013, del resto, Ryanair aveva annunciato una serie di modifiche che ha poi realizzato nei mesi successivi e che hanno avuto come obiettivo il miglioramento dei servizi offerti ai propri passeggeri. Un modo per riabilitare la propria immagine di fronte ad un'utenza che appariva sempre più critica verso il brand irlandese. Il "new deal" ha riguardato le diverse fasi dell'esperienza di un viaggiatore, dalla semplice consultazione del sito – di cui è stata migliorata l'usabilità e per le cui prenotazioni è andata on line un'apposita app – fino a nuove regole per il check-in on line, passando appunto per una maggiore tolleranza sui bagagli.

Assunzioni in Ryanair

Intanto il vettore irlandese sta selezionando nuovi assistenti di volo, con un calendario di colloqui che interessa tutta l'Italia:

  • 27/08/2014 Pisa
  • 28/08/2014 Roma
  • 28/08/2014 Bari
  • 28/08/2014 Perugia
  • 28/08/2014 Brindisi
  • 10/09/2014 Bologna
  • 16/09/2014 Milano Bergamo
  • 17/09/2014 Bari
  • 18/09/2014 Roma
  • 23/09/2014 Pisa
  • 24/09/2014 Cagliari
  • 25/09/2014 Palermo

I giovani selezionati seguiranno poi un corso di formazione per diventare assistenti di volo. La selezione sarà curata da Crewlink, la società con sede in Irlanda e ad Hahn (in Germania), che formerà i candidati scelti e li assumerà con un contratto della durata di tre anni. La formazione tuttavia è a carico degli stessi candidati. Inizialmente il personale lavorerà direttamente per Crewlink, ma successivamente si segnala la possibilità di essere impiegati direttamente alle dipendenze di Ryanair.