Panorama di Sambuca di Sicilia dal lago Arancio. Foto da Wikipedia
in foto: Panorama di Sambuca di Sicilia dal lago Arancio. Foto da Wikipedia

"Specchio specchio delle mie brame qual è il borgo più bello del reame?" Dopo Gangi  e Montalbano Elicona, domenica sera il programma di Rai Tre "Alle falde del Kilimangiaro"  ha incoronato Sambuca di Sicilia, un paesino dell'Agrigentino, come borgo più bello d'Italia. I luoghi da sogno nel nostro bel paese di certo non mancano e dietro le grandi città si nascondono dei piccoli paesini incantati che fanno del loro patrimonio una ricchezza per il turismo. Anche poche case con solo un centinaio di abitanti possono nascondere gioielli preziosi, molto vicino all'incantevole mare siciliano. Quest'anno il titolo ambito è toccato al paesino siciliano di sei mila abitanti, che custodisce un suggestivo centro storico e un maestosa cattedrale che domina l'orizzonte, regalando un panorama da favola. Ma dietro il suo successo si nasconde un giallo. Il sistema di web voting, con il quale la trasmissione elegge il borgo vincitore ha mostrato qualche falla. Infatti, il diretto concorrente, il comune di Cervo ligure, che era dato per favorito, è stato escluso all'ultimo momento per presunte irregolarità nel voto dei telespettatori. La conduttrice Camilla Raznovich ha annunciato l’accertamento di scorrettezze telematiche riscontrate nel tentativo di manipolazione da parte di alcuni sostenitori della cittadina ligure. Questo intoppo ha scatenato una feroce polemica da parte del sindaco di Cervo, Gian Paolo Giordano, che ha affermato che se è così facile manipolare vuol dire che il sistema non funziona.

Per il terzo anno consecutivo la Sicilia è vincente. Viene da chiedersi il perché di questo successo. In realtà il messaggio che passa da Sambuca, come dai centri che hanno vinto gli anni precedenti, è un senale di riscatto. Vale a dire una voglia di recuperare la credibilità della Sicilia sfruttando bene quest'opportunità per fare del turismo culturale il primo volano economico. Come afferma il sindaco si Sambuca questo riconoscimento sarà il traino per dare una svolta al turismo, infatti dice "Dobbiamo utilizzare i piccoli borghi per fare scoprire una Sicilia fatta di persone che vogliono condividere l'ambiente, la natura, i prodotti del territorio. I primi segnali promettono bene". Sambuca è un meraviglioso scrigno che si trova a breve distanza dal mare di Menfi e dai templi del Parco archeologico di Selinunte. Passeggiare per il borgo è come tornare indietro nel tempo, proiettati in un'epoca remota. Le tracce di un antico passato sembrano essersi sedimentate in ogni vicolo, chiesa o fortificazione.