Da Nord a Sud, tutte le città sono pronte ad accogliere il Natale. I mercatini, affollano tutti i paesi, dai più grandi ai più piccoli, riservando a cittadini e turisti mostre, concerti, spettacoli, festival, rassegne e moltissimi altri eventi per tutti i gusti. Ma in questo week end dal 13 al 15 dicembre non ci sono solo le festività natalizie a tenere banco, infatti si celebrano tante feste popolari e prodotti tipici che contribuiscono a rendere ancora più speciale il fine settimana in Italia. Eccone alcuni spassi economici da non perdere.

Mercatini di Natale
Altri eventi natalizi
Sagre e feste popolari

Mercatini di Natale

[Foto di  Kurverwaltung Meran]

Giornate fredde e la prima neve che cade, cosa c'è di meglio che iniziare a gustare in pieno il clima natalizio trascorrendo qualche pomeriggio tra i mercatini di Natale che vengono allestiti in tutta Italia. Un assaggio di vacanze di Natale che vi porterà in borghi incantati tra  tante casette di legno che propongono oggetti unici ed introvabili. Un passatempo economico per fare una passeggiata in compagnia di amici, sempre se non si ha intenzione di spendere un patrimonio.

– Mercatino degli Angeli di Sordevolo. Si tratta di uno dei più attesi della provincia di Biella e che ha già aperto i battenti la settimana scorsa riscontrando molto successo. Nel Mercatino degli Angeli i visitatori possono girare tra casette colorate ricoperte di neve e decorate con gli enormi angeli sparsi per le stradine del borgo, che danno il nome al mercatino di Natale. Durante la passeggiata potrete ammirare prodotti artigianali unici e  e dolcissime leccornie da regalare o gustare. Il freddo è combattuto, come da tradizione, gustando dell'ottimo vin brulè e mangiando caldarroste nei tanti punti ristoro che si trovano durante il percorso. Il mercatino è aperto dal 17 novembre al 15 dicembre, quindi questa è l'ultima occasione per programmare una vista.

Mercatini di Natale a Merano. A Merano la magica atmosfera natalizia andrà in scena dal 29 novembre al 6 Gennaio. Ad aspettare i turisti e visitatori nel borgo ci saranno circa 80 casette di legno, che insieme alle luci ed i colori festosi, regaleranno uno spettacolo unico del centro storico. Tra le bancarelle dei mercatini di Natale Merano si potranno trovare  gli oggetti artigianali più particolari, come i vestiti in lana cotta e feltro tipici del Tirolo, carillon, lampade ed assaporare i prodotti eno gastronomici tipici quali zuppa di gulash, il prosciutto speziato, i Brezen, il vin brulè ed il pane a cui sarà dedicato un intero villaggio. La novità di quest’anno di Goldy, uno spazio dedicato ai bambini, dove potranno divertirsi con tante attività manuali e non.

Altri mercatini del Trentino. L'atmosfera di montagna , accarezzata dai fiocchi di neve che scendono sulle casette e sulle strade piene di luci  di Natale, fa sì che il Trentino sia un luogo magico per visitare i mercatini di Natale. A Trento il mercato si tiene a piazza Fiera, ed all'interno si trova anche una speciale sezione nella quale gustare le specialità eno gastronomiche del territorio. Ancor più suggestiva è la città di Riva del Garda, che per tutto il mese di dicembre, all'interno della Rocca sul lago, ospita la casa di Babbo Natale. Ogni giorno c' è un via vai di bambini che fanno merenda con gli Elfi  e ascoltano i racconti di Babbo Natale direttamente sul suo lettone. Per incontrare gli elfi, però, potete anche andare in Valsugana, dove vi accoglieranno fate e tanti piccoli aiutanti di Babbo Natale. Altro mercatino da non perdere è quello di Bolzano, con le strade illuminate a festa e le casette che espongono i più particolari prodotti di artigianato.

Altri eventi natalizi

[Foto di SabineCretella]

Le vie dei Presepi, Urbino. Anche quest'anno si terrà ad Urbino la tradizionale manifestazione Le Vie dei Presepi dal 6 dicembre al 6 gennaio. Durante l'evento decine di natività saranno allestite in tutta la città, nei vicoli, nelle pazze e nei palazzi storici, delle location di sicuro suggestive che stupiranno i visitatori. I presepi in particolare saranno visitabili il 7 e l'8, poi il 14 e 15 e dal 21 dicembre al 6 gennaio.

Il presepe artistico di Gragnano. La città famosa per i panini e per la pasta ospita anche uno dei presepi più belli d'Italia. Questo meraviglioso presepe viene allestito nei locali ricavati dagli archi canali del 600 del Ponte della Conceria. L'autore è un vero è proprio artista, il maestro Pasquale Cesarano, che se ne occupa dal 1969 ed ogni anni lo arricchisce con effetti nuovi con l'aiuto del maestro elettricista Giuseppe Somma, artefice dei movimenti delle scene e delle cascate che si fa fatica a credere che siano finte. Il presepe di Gragnano resterà aperto fino al 2 Febbraio ed è visitabile su prenotazione.

Presepe Gigante, Soave. Da Domenica 15 dicembre a Domenica 19 Gennaio a Soave si potrà ammirare il presepe dei presepi. Il borgo medievale durante il periodo natalizio appare totalmente trasformato, diventa un enorme palcoscenico dove vengo allestite bellissime rappresentazioni. Ogni chiesa avrà il suo presepio, ognuno caratterizzato da un tema e da alcune particolarità. Sarà messo in scena anche il Presepio Gigante, che ospiterà anche animali da cortile e domestici: l’asinello, i conigli e le papere.

Trieste Christmas run. La maratona dei Babbi Natale ritorna anche quest'anno a Trieste. La manifestazione si terrà domenica 15 dicembre, da piazza Unità d'Italia fino al piazzale del Castello di San Giusto. Il fischio di inizio sarà alle 10 e 30 e verrà partire i tantissimi partecipanti ognuno con un il proprio costume a tema natalizio. La corsa è un momento di agonosco per i runner che vogliono gareggiare, ma anche un piacevole per stare insieme e divertirsi, per chi vuole semplicemente passeggiare o correre senza pensare alla classifica. Il numero dei partecipanti è fissato a 600 (200 Run e 400 Family), quindi è proprio il caso di dirlo correte ad iscrivervi.

La vera grotta di Babbo Natale, Ornavasso. Vi sembrerà assurdo, ma a pochi passi dal Lago Maggiore potrete visitare la vera grotta di Babbo Natale, direttamente trasportata dalla Lapponia in Piemonte. Dal 23 novembre al 6 Gennaio l'antica cava di Marmo Rosa sarà trasformata nella Grotta di Babbo Natale, con le renne che si riposano prima di affrontare il lungo viaggio della notte di Natale, i mercatini ed i trenini renna express che portano i bambini buoni a cospetto di Babbo Natale.

Il presepe della Marineria, Cesenatico. In questo week end dal 13 al 15 dicembre sarà ancora possibile vedere il presepe galleggiante di Cesenatico. Si tratta dell'unico presepe al mondo costruito su delle imbarcazioni. Lo scenario è stupendo e suggestivo con  queste statue che rappresentano la natività che risaltano nel buio della notte. Si tratta di sculture in legno, a grandezza naturale, che riproducono le figure tipiche della vita marinara locale come il pescatore, la pescivendola, unitamente alle classiche figure dei Re Magi e della Sacra Famiglia.

Sagre e feste popolari

[Foto di Codas2]

Sagra del torrone e del croccantino, San Marco dei Cavoti. Tra le tante feste e sagre che si svolgono in Italia, ricordiamo la festa del torrone e del croccantino. Una festa sicuramente da non perdere per tutti i golosi, che troveranno tante dolcezze da assaggiare. La festa è iniziata lo scorso week end e il 14 ed il 15 dicembre saranno gli ultimi due giorni per parteciparvi e gustare i torroncini nelle varie versioni. Il momento più atteso è l'assalto al mega croccantino. Un dolce gigante, entrato ormai nel guinness dei primati, che dopo essere stato mostrato alla folla, viene preso d'assalto da tutti i visitatori.

Festa di canti, balli e sapori tradizionali, Roccaromana. Questa festa popolare Campana si svolgerà dal 14 al 15 dicembre nel meraviglioso borgo di Roccaromana. Da come lascia intendere il nome delle festa sarà una celebrazione di vari aspetti della tradizione di questa terra. Nei locali del borgo saranno allestite vecchie botteghe dove per l'occasione torneranno a lavorare per un week end gli artigiani. Ci sarà anche occasione per gustare le specialità locali, con i tanti prodotti tipici caratteristici della zona. Tutto questo sarà reso ancor più suggestivo dalla luce delle torce che illumineranno il borgo, evocando nei visitatori la sensazione di tornare a centinaia di anni fa, quando l'elettricità non esisteva. Tutto il paese, così illuminato dalla fioca luce delle candele, sarà animato anche da balli e canti che intoneranno melodie natalizie e i classici canti degli zampognari.

Fiera di Santa Lucia, Verona. Secondo la tradizione nella notte tra il 12 ed 13 dicembre, Santa Lucia, arriva in città in sella ad un asinello e consegna dolci, doni o carbone ai bambini, a seconda se sono stati buoni o monelli. A Verona il culto di Santa Lucia ha delle radici molto antiche, infatti si narra che in passato una pericolosa malattia colpì agli occhi i bambini della zona ed i genitori invocarono l'intervento della santa, protettrice della vista, e fecero voto di portare i bambini in pellegrinaggio, a piedi nudi, nella sua chiesa, ogni 13 dicembre, convincendoli che Lucia avrebbe riempito nel frattempo le loro calze di doni e dolci. Da quel giorno bambini e genitori si recano nella chiesa di Santa Agnese in Piazza Bra. Oggi la fiera ha perso un pò del suo senso religioso e si è trasformata in un enorme mercatini con centinaia di espositori che offrono in particolare le tipiche frittelle veronesi e le paste frolle di santa Lucia.

– Fiera di Santa Lucia a San Giovanni, Marignano. Anche in provincia di Rimini si celebra la fiera di Santa Lucia, una festa molto antica che risale all'Ottocento, quando la cittadina si animava di mercanti e cantastorie per festeggiare uno dei più importanti momenti del mondo agricolo. Infatti si passava dalle giornate sempre più buie alle giornate che pian piano si allungavano di nuovo e quindi alla fine dell'inverno. Durante questa festa popolare l'intero paese si arricchisce di bancarelle con ogni ben di dio, botteghe di artigianato locale, giochi per i più piccoli e vari spettacoli. La festa si svolgerà dal 13 al 15 dicembre.

Festa di Santa Lucia, Siracusa. Anche a Siracusa la festa di Santa Lucia è molto sentita, soprattutto da molti fedeli che si ritrovano nella Cattedrale per seguire i rituali della celebrazione della Santa. La mattina del 12 dicembre viene traslato il simulacro della Santa, dalla cappella della cattedrale all'altare maggiore. Alla sera vengono invece celebrati i vespri, al termine dei quali ogni fedele riceve la cuccia, un dolce tipico preparato proprio in occasione di questa ricorrenza. Il giorno successivo si assiste alla processione verso la Basilica, dove i portatori con i tradizionali cappelli verdi portano in spalla la statua della santa, che è salutata dalle navi e da tutta la popolazione. Il corteo è seguito da una carrozza settecentesca, con personaggi in costume. La settimana dopo, il corteo compie il percorso a ritroso e la statua ritorna nella cattedrale.

Candele a Candelara. Una festa magica ed affascinante dedicata alle candele, che saranno l'unica luce del antico borgo medievale marchigiano. La festa è iniziata il 30 novembre e le luci si spegneranno il 15 dicembre. Per tutta la durata della festa ogni sera la luce artificiale viene spenta per lasciare posto a migliaia di fiammelle accese. Contemporaneamente saranno anche liberati dei palloncini luminosi e delle piccole mongolfiere, che illumineranno il cielo. Oltre alle luci, da vedere nel borgo ci sarà anche la via dei presepi, con statuette provenienti da tutta Italia ed il mercatino dove troveranno spazio sia le candele che le sculture in ferro battuto.

[Foto principale di Fabio Becchelli]