sindone 2010

Dopo dieci anni dall’Ostensione del Giubileo, e concluso il restauro del 2002, la Sindone sarà di nuovo esposta al pubblico. E per Torino si prevede un boom di afflusso turistico per i giorni dal 10 aprile al 23 maggio 2010, periodo dell’Ostensione.

La Sindone, il lenzuolo di lino sul quale si ritiene sia impresso il volto di Cristo, sarà visibile solo su prenotazione. Da poco si è superata la soglia del milione di visitatori prenotati e l’Assessore alla Cultura del Comune di Torino, Fiorenzo Alfieri, prevede per la città due milioni e mezzo di arrivi. Il percorso per vedere il sacro sudario partirà dai Giardini Reali e si snoderà affiancando il Museo Archeologico, percorrerà la Manica nuova di Palazzo Reale e uscirà vicino al Campanile del Duomo. Un filmato sulla Sindone prodotto dall’Arcidiocesi di Torino mostrerà la reliquia prima di poterla vedere dal vivo.

La prenotazione può essere effettuata online sul sito ufficiale del turismo in Piemonte o telefonando al numero verde della regione 800.329.329, o da cellulare al numero +39 0114399901. La prenotazione è totalmente gratuita e richiede solo un indirizzo e-mail valido per poter ricevere il biglietto online. Si può scegliere di ricevere il biglietto anche per posta ordinaria assieme a una guida informativa sulla città.

Il percorso per la Sindone è attrezzato anche per accogliere i disabili, e un personale volontario di assistenza sarà pronto all’accoglienza. Informazioni sugli edifici che possono accogliere i disabili in città si possono chiedere all’indirizzo accoglienza@sindone.org, o al numero 011.0204734.

Torino offre parecchi siti di interesse: su tutti la Mole Antonelliana, il Museo del Cinema, il Museo Archeologico e il Museo Egizio, quest’ultimo il secondo più grande del mondo dopo quello del Cairo. Considerata l’enorme affluenza di persone che si prevede è consigliabile prenotare già da adesso l’alloggio per le giornate di permanenza.

Giuseppe D’Angelo