Ibiza è sicuramente la più famosa tra le isole Baleari, nonché meta estiva per eccellenza, compresa per la presente estate. La sua fama si regge tutta sulla perenne movida che la caratterizza, di giorno ma soprattutto la notte, grazie alle discoteche tra le più grandi e frenetiche d’Europa, nonché a quel gusto musicale, il balearic beat, che ha imposto l’isola all’attenzione dei più grandi dj del continente, in particolar modo quelli della Gran Bretagna. Qui la vita notturna è un caos estatico che accompagna la voglia di divertirsi dei vacanzieri fino all’alba e oltre, succhiando le energie dei turisti che per una o due settimane si trasformano in vampiri e non vedranno la luce del sole.

Ebbene, non è solo questo che offre la Isla Blanca: perché tornare a casa più bianchi di prima quando si può sfruttare il giorno con attività sportive, passeggiate tra i mercatini, o semplicemente bagnandosi nelle acque turchesi, che siano calette vergini o lungomare straripanti di gente? Ibiza offre tra le spiagge più belle del Mediterraneo, sarebbe un peccato non visitarne qualcuna tra le cento sparse per tutta l’isola. Non per niente lo spettacolare incrocio di flora e sabbie bianche sono tra i motivi che hanno permesso all’isola di essere dichiarata Patrimonio dell’Umanità Unesco nel 1999. I mercatini delle città invece sono l’esempio lampante di quella che è una delle massime espressioni dell’isola, ovvero l’artigianato locale: portare a casa almeno un souvenir fatto a mano è d’obbligo.

Ibiza è l’ideale per gli amanti del turismo attivo: possiamo praticare numerosi sport, spaziando da quelli acquatici come windsurf, vela, sci nautico e immersioni; a quelli di terra, come il ciclismo, grazie agli itinerari per mountain bike attrezzati ad hoc, o l’equitazione, praticabile in numerosi maneggi. E che dire di rilassarci un po’ imbucando qualche pallina su un green? Le Isole Baleari sono il paradiso del golf, e Ibiza è attrezzata con due campi per un totale di 27 buche.

La sera non possiamo perderci il tramonto sulla spiaggia di Sant Antoni, il più bello dell’isola: cullandoci tra le note chill out provenienti dal famosissimo Café del Mar ci uniremo all’applauso della gente che si reca lì per assistere allo spettacolo sorseggiando un aperitivo. Ma la musica è presente dappertutto sull’isola, che siano i lounge, gli artisti di strada o le discoteche a diffonderla:, si balla sempre a ritmo di funky, elettro-jazz, salsa e house.

E veniamo alle discoteche: non possiamo ignorare che la vita trasgressiva e nottambula dei club rappresentino il principale polo di attrazione dell’isola. L’Amnesia, lo Space, il Privilege, il Pacha sono solo alcune delle discoteche famose in tutto il continente. Qui potrete incontrare personalità di tutti i tipi, e a un certo punto non potrete più parlare neanche più di trasgressione tanta è l’apertura mentale dell’isola. Ibiza è infatti conosciuta anche tra le mete privilegiate del turismo gay, e le drag queen saranno una presenza ricorrente per le strade ibicenche.

Ma se vogliamo godere delle bellezze dell’isola cercando di stare via dalla pazza folla? Nessun problema, Ibiza offre anche spiagge e calette più appartate. Oppure possiamo optare per un itinerario culturale per i luoghi storici che conservano tracce delle popolazioni che l’hanno abitata: fenici, musulmani, cristiani… E, se tutto questo non ci dovesse bastare, possiamo sempre prendere un traghetto per la vicina e più quieta Formentera, la perla delle Baleari.