Vendôme, gli splendidi mosaici floreali sulle rive della Loira – Foto Wikimedia Commons
in foto: Vendôme, gli splendidi mosaici floreali sulle rive della Loira – Foto Wikimedia Commons

A 42 km da Parigi sorge Vendôme, un pittoresco borgo sulle rive della Loira. Si tratta di una città fortificata che incanta per la sua elegante architettura e per il suo romantico fascino fluviale. Le fortificazioni di Vendôme furono costruite dall'XI al XVI secolo. La prima parte venne edificata durante il conflitto tra i re di Francia e i Plantageneti, la seconda fu costruita più tardi, al tempo della Guerra dei Cent'Anni. Le fortificazioni sono divise in due parti distinte: da un lato il castello feudale di Vendome; dall'altro, i bastioni della città, tra cui la Porta di San Giorgio, la Porta dell'Acqua, la Torre delle Islette e l'Arco dei Bourreaux.

Porta di San Giorgio – Foto Wikimedia Commons
in foto: Porta di San Giorgio – Foto Wikimedia Commons

Nel centro storico, uno dei principali edifici è il Municipio, antica sede dell'università fondata dal duca Cesare di Vendôme e poi da lui affidata agli oratoriani. Proprio qui il celebre scrittore Honoré de Balzac studiò per sette anni. Molto bella la Cappella di San Giacomo, sede espositiva fin dal 1982, ma creata nel XII secolo per accogliere i pellegrini lungo il Cammino di Santiago de Compostela.

Abbazia della Trinità – Foto Wikipedia
in foto: Abbazia della Trinità – Foto Wikipedia

Il più importante luogo di culto è l'Abbazia della Trinità, con facciata in stile gotico fiammeggiante. La struttura fu eretta nel 1034 sui resti di una chiesa benedettina, ma venne ricostruita nel 1271. Risale al XII secolo il maestoso campanile romanico alto 80 metri, mentre la facciata venne costruita tra il 1432 e il 1439. All'interno la luce che filtra dalle vetrate colorate crea un effetto magicamente spiazzante: un senso di sacralità e mistero pervade l'animo. Del resto la chiesa è oggetto di devozione in quanto ospita una reliquia preziosa, la lacrima versata da Cristo alla morte di Lazzaro. Di notevole bellezza il chiostro cinquecentesco che d'estate si anima con spettacoli e concerti. Tra i più antichi edifici della città c'è la cappella di San Pierre la Motte, risalente al’XI secolo e realizzata in stile romanico.

Abbazia della Trinità – Foto Wikimedia Commons
in foto: Abbazia della Trinità – Foto Wikimedia Commons

Inoltre, da non perdere il caratteristico quartiere di Rochembau, con tipiche case a graticcio. Durante le vostre passeggiate sulle rive del fiume potrete scoprire la presenza di meravigliose composizioni floreali sui prati: Vendôme, infatti, è stata nominata città dei fiori per 10 anni e la tradizione dei mosaici floreali è molto sentita nel borgo.

Castello di Vendôme – Foto Wikimedia Commons
in foto: Castello di Vendôme – Foto Wikimedia Commons

Da visitare anche il Castello di Vendôme,  l'antica dimora dei conti e dei duchi di Borbone-Vendôme. Sebbene ora in rovina, è stato trasformato in un magnifico parco che consente rilassanti passeggiate in mezzo agli alberi, tra cui spicca un un maestoso cedro piantato nel 1807. Inoltre il luogo consente una meravigliosa vista panoramica. In estate si tengono numerose mostre di ortensie, pianta coltivata da agricoltori locali.

Veduta di Vendôme – Foto Wikipedia
in foto: Veduta di Vendôme – Foto Wikipedia

Nei dintorni di Vendôme, meritano una visita il villaggio medievale di Lavardin e il piccolo centro di La Fertè-Bernard, oltre al Chateaux de Rocheau con un grande bosco che ospita gare e giochi.