205 CONDIVISIONI
11 Giugno 2014
14:35

San Paolo, Curitiba, Porto Alegre | Un viaggio “Mondiale”

Alla vigilia dei Mondiali 2014, ecco il terzo appuntamento con le città che ospiteranno l’evento. Questa volta è il turno di San Paolo, Curitiba e Porto Alegre: tre città diversissime, ma ricche di entusiasmanti attrattive turistiche. Ecco i suggerimenti per un viaggio in Brasile con i fiocchi!
A cura di Angela Patrono
205 CONDIVISIONI

Il conto alla rovescia per il calcio d'inizio è agli sgoccioli. Il Brasile si prepara a vivere l'evento che insieme alle Olimpiadi 2016 lo renderà protagonista assoluto dello sport internazionale: i Mondiali 2014. La festa sta per iniziare e la proverbiale esuberanza del popolo brasiliano la renderà ancora più spumeggiante. Le entusiasmanti serate carioca diventeranno presto una piacevole routine per milioni di telespettatori, pronti a vivere emozioni indimenticabili e ad esultare insieme alla Nazionale… incrociando le dita!

I Mondiali in Brasile sono anche una ghiotta occasione per scoprire meglio questo paese colorato e contraddittorio, dall'economia emergente e dalle mille sorprese. Tra megalopoli e foreste sconfinate, umili favelas ed eleganti locali di bossanova, un viaggio in Brasile è un mosaico di sensazioni contrastanti ma ugualmente inebrianti. Siamo al terzo appuntamento con le città dei Mondiali che ospiteranno le squadre di Fifa 2014: questa volta è il turno di San Paolo, Curitiba e Porto Alegre, tre realtà molto diverse ma accomunate da attrattive turistiche e una vita notturna intensa e divertente.

Sommario

San Paolo
Curitiba
Porto Alegre

San Paolo

Per raccontare la città di San Paolo non basta un articolo e nemmeno un'enciclopedia. Nel bene e nel male, questa megalopoli di quasi 20 milioni di abitanti è il principale centro economico e culturale del Brasile. Le cronache di questi giorni ci parlano di una città paralizzata, in preda al caos, con episodi di tensione come il recente sciopero della metropolitana che ha scatenato manifestazioni di protesta e mandato la città in tilt. Tutto questo esprime l'anima imprevedibile di São Paulo, dove il centro affollato di grattacieli convive con la miseria delle favelas. Città multietnica, è possibile trovarvi un angolo di Giappone, nel quartiere Liberdade, e perfino qualche sprazzo d'Italia, nei numerosi quartieri popolati da oriundi del Belpaese.

Visitare San Paolo significa anche camminare per la celebre Avenida Paulista, che ricorda New York per i suoi sfavillanti negozi e i suoi edifici vertiginosi. Da vedere in zona il Museo d'Arte di San Paolo. Per un tuffo nella storia incamminatevi per la Praça da Sé con la sua splendida cattedrale da Sé in stile neogotico. Tra vicoli pedonali e bancarelle giungerete a Praça da Republica dove potrete salire a Terraço Itália, ultimo piano di Palazzo Itália, che offre il panorama più bello di tutta la città. Praça da Luz. Qui non si è mai a corto di idee: si sa sempre cosa fare a San Paolo. Da non perdere il Teatro Municipal e il Monastero di São Bento, con le sue vetrate colorate e l'orologio più antico della città.

Veduta del Parco Ibirapuera (Foto di <a href="https://www.flickr.com/photos/stankuns/2669365148/" target="_blank" rel="nofollow">Fernando Stankuns</a>)
Veduta del Parco Ibirapuera (Foto di Fernando Stankuns)

San Paolo combina sapientemente intrattenimento e attrattive culturali. I musei sono numerosi e custodiscono curiosità tutte da scoprire, come il Museo Paulista o il Memoriale dell'Immigrante, che testimonia la formazione dell'identità nazionale del popolo brasiliano. Ma non manca lo spazio per lo svago e il divertimento: a Vila Madalena, il quartiere bohemien, c'è una ricca scelta di locali in cui sorseggiare della buona birra e ascoltare musica dal vivo, mentre in Rua Augusta si concentra il circuito underground di artisti, musicisti e letterari. Per un percorso gastronomico visitate il Mercado Municipal, dove potrete assaggiare le squisite polpette di baccalà. E per una meritata sosta relax dirigetevi nello splendido Parco Ibirapuera. Ideale per gli sportivi, ospita anche gallerie, mostre e manifestazioni di ogni tipo.

Sarà lo stadio Cícero Pompeu de Toledo, detto Morumbi (capienza 62.000 spettatori), a ospitare i Mondiali 2014. Qui a São Paulo gli amanti del calcio possono davvero esultare: un altro stadio, il Pacaembú, custodisce il Museu do Futebol, un museo interattivo che mostra l'evoluzione del calcio in Brasile e nel mondo con tutti i video dei Mondiali. Un ottimo pretesto per partire di volata, non credete? Un viaggio a San Paolo è più semplice di quanto si pensi, dato che ci sono voli diretti da Milano e Roma. Ovviamente non trascurate il dettaglio sicurezza: no al trasporto di oggetti personali di valore, evitate le aree periferiche.

Curitiba

Ópera de Arame (Foto di <a href="http://commons.wikimedia.org/wiki/File:Curitiba–opera–de–arame.jpg" target="_blank" rel="nofollow">Adelano Lazaro</a>)
Ópera de Arame (Foto di Adelano Lazaro)

Curitiba è una città dalla vita intensa e vibrante: merito dell'aria universitaria e multietnica che si respira nella capitale del Paranà. Grazie ai suoi numerosi parchi e musei, una vacanza a Curitiba è un modo piacevole per ascoltare i ritmi della natura e immergersi in una realtà allegra e giovanile. Ogni strada sembra accogliere il turista e farlo sentire a casa. Basta andare nei pressi di Passeio Publico, dove si trovano un lago e un piccolo zoo, mentre chi desidera atmosfere più urbane può recarsi a Rua 15 Novembro per un po' di sano shopping. Da non perdere la Fiera della domenica di Largo da Ordem, dove si possono acquistare souvenir e prodotti artigianali di ogni tipo. Una visita al Giardino Botanico, infine, regala una grande tranquillità.

Ogni luogo a Curitiba è la perfetta sintesi di natura e cultura. Basti pensare che nel plesso del Museo Oscar Niemeyer, considerato uno dei 20 musei più belli del mondo, è possibile vedere importanti mostre d'arte così come fare un picnic all'aria aperta, mentre il Teatro d'Opera di Arame è costruito su un suggestivo lago. Non perdete inoltre il Museu Paranaense, con numerosi artefatti creati dagli indios, e visitate la Cattedrale neogotica di Nossa Senhora da Luz, ispirata alla Cattedrale di Barcellona.

Parque Tingui (Foto di <a href="http://commons.wikimedia.org/wiki/File:Curitiba_Parque_Tingui.jpg" target="_blank" rel="nofollow">Astrodyum</a>)
Parque Tingui (Foto di Astrodyum)

I parchi e boschi presenti a Curitiba sono di solito dedicati a un paese colonizzatore: è il caso dello splendido Parque do Tingui, con un memoriale in onore degli oriundi ucraini e bancarelle di artigianato made in Ucraina. Il Bosque do Alemão è invece dedicato ai tedeschi e ospita una replica della Cattedrale di Bach, oltre a chioschi dove gustare un vero apfelstrudel, mentre Praça do Japão è un memoriale degli oriundi giapponesi. Per quanto riguarda l'aspetto divertimento, Curitiba non si fa mancare niente. Bar e ristoranti abbondano in Santa Felicidade, il quartiere italiano. La presenza italiana è molto sentita a Curitiba, tanto è vero che esiste perfino una… Piazza Garibaldi, in omaggio all'Eroe dei Due Mondi! Nel Bosque São Cristóvão, inoltre, si svolgono feste tradizionali italiane come la Sagra della polenta. Se volete qualcosa di più internazionale andate a Estação Plaza Show, area ricca di bar, ristoranti e discoteche.

Raggiungibile in pullman da San Paolo e servita da un modernissimo aeroporto, la città di Curitiba presenta un clima subtropicale per via della sua altitudine elevata ed è meglio perciò visitarla nella nostra primavera. Prendendo un caratteristico treno express è possibile visitare le splendide località montane del Paranà, tra paesaggi mozzafiato e delizie gastronomiche. Da non perdere le meravigliose cascate dell'Iguazù, un vero capolavoro naturale. Un motivo in più per scegliere una vacanza a Curitiba! E, last but not least, non dimentichiamo una visita allo Stadio Joaquim Américo Guimarães, o Arena da Baixada, che ospiterà le partite mondiali.

Porto Alegre

Lago Guaíba (Foto di <a href="https://www.flickr.com/photos/felipenogs/7059229289/in/photostream/" target="_blank" rel="nofollow">Felipe Nogs</a>)
Lago Guaíba (Foto di Felipe Nogs)

Panorami da sogno, ottima gastronomia, vibrante musica dal vivo: cosa c'è di meglio di un viaggio a Porto Alegre? Città a misura d'uomo, agli antipodi delle caotiche metropoli brasiliane, Porto Alegre è un vivace rifugio in cui sentirsi a casa. Non per niente, su 9 milioni di persone dello Stato Rio Grande do Sul, ben 3 sono italiani! La capitale "gaucha" è un piacevole mix di etnie, sapori e tradizioni. Il Rio Grande do Sul è lo stato brasiliano con la migliore qualità della vita e la popolazione più longeva. Sarà (anche) merito della Vale dos Vinhedos e del suo prosecco di chiare origini italiane? Ecco cosa visitare a Porto Alegre per godersi il meglio di questa splendida città!

Porto Alegre spicca per la sua florida natura incastonata tra le montagne come una gemma preziosa. Il tramonto da Morro Santa Teresa è uno spettacolo imperdibile: dalla cima si scorgono i riflessi dorati del Lago Guaíba, visibile anche da Morro do Osso. Morro Santana è il punto più alto della città e ospita boschi rigogliosi, fiumi e ruscelli, mentre Morro São Pedro presenta una ricca varietà di flora e fauna. A Porto Alegre vi sono inoltre numerosi parchi: uno dei più importanti è il Parque Chico Mendes, dal nome del grande difensore della foresta amazzonica e dei lavoratori di caucciù, ucciso nel 1988. Porto Alegre è una vera riserva naturale cittadina: ogni parco presenta ecosistemi perfettamente preservati, immersi in boschi estesi e sconfinati, come le lussureggianti foreste di eucalipti. Inoltre, sulle 28 isole derivanti dalla confluenza dei fiumi è nato nel 1978 il Parco Statale del Delta del Jacuí, con numerose specie di piante e animali.

Parque Farroupilha (Foto di <a href="https://www.flickr.com/photos/felipenogs/7059229289/in/photostream/" target="_blank" rel="nofollow">Andre Oliveira</a>)
Parque Farroupilha (Foto di Andre Oliveira)

Il turismo a Porto Alegre è sia naturalistico che culturale, data la bellezza dei suoi monumenti. Lo stile barocco e quello moderno si confondono, dando origine a un gradevole mix architettonico. Tra gli edifici più importanti ricordiamo il Palazzo sede della Poste e dei Telegrafi e il Museo d' Arte del Rio Grande do Sul, con un'ampia collezione di opere brasiliane e internazionali. Per il divertimento, basta raggiungere i numerosi locali di musica live disseminati sulle isole o fare un salto in Avenida José Bonifácio, all'interno del Parco Farroupilha: è il ritrovo preferito dai giovani. Non dimenticare una sosta in un ristorante brasiliano per assaggiare un churrasco, la tipica carne cotta alla brace, piatto tipico dello Stato del Rio Grande do Sul!

Lo stadio Beira-Rio si prepara ad ospitare le squadre di calcio per la Coppa del Mondo 2014. E voi, siete pronti per un viaggio in Brasile come si deve? Porto Alegre è una fantastica città che vale la pena di visitare: certo, nel mese di giugno il clima è invernale e può raggiungere i 5 gradi, ma l'inverno dura molto poco e nella primavera-estate brasiliana (quindi intorno a novembre-dicembre) diventa una delle città più calde del Brasile. E vi sorprenderà con le sue meraviglie naturali al 100%.

(La foto in apertura è di Marcosleal)

205 CONDIVISIONI
Brasilia, Cuiabá, Manaus | Un viaggio "Mondiale"
Brasilia, Cuiabá, Manaus | Un viaggio "Mondiale"
Salvador, Belo Horizonte, Rio de Janeiro | Un viaggio "Mondiale"
Salvador, Belo Horizonte, Rio de Janeiro | Un viaggio "Mondiale"
I misteri della Pieve di San Paolo a Vico Pancellorum
I misteri della Pieve di San Paolo a Vico Pancellorum
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni