Brindisi molto spesso è considerata un punto di passaggio, la porta d'ingresso per il Salento o il porto da cui prendere traghetti per la Grecia ed altre destinazioni di mare. Molti turisti ci capiteranno per caso, come scalo per un volo in Salento, oppure per prendere una nave per la Grecia. Ma anche con poche ore di tempo, questa città, forse troppo sottovalutata, ha molte cose da offrire. La città di Brindisi ha monumenti da non perdere ed un litorale come quello salentino. Brindisi ha tante testimonianze importanti che vale la pena di vedere, come il suo passato romano, la dominazione aragonese. Ma Brindisi è anche una città di mare, quindi non può mancare una visita alla costa fino all'isolotto di Sant'Andrea, situato all'ingresso del porto, dove si erge la fortezza, simbolo della dinastia Sveva e della sua lotta contro l'invasione d'Oriente. Tutta la provincia brindisina sarà un buon punto d'appoggio per le vostre vacanze al mare in Puglia, dove storia, cultura e tradizione si intrecciano, incorniciate da un mare mare cristallino che fa capolino tra le dune della spiaggia che circonda tutta la città.

Cosa vedere in una giornata a Brindisi
Il litorale di Brindisi
Come arrivare per una visita a Brindisi

Cosa vedere in una giornata a Brindisi

Foto di freschcreator
in foto: Foto di freschcreator

Brindisi è una città affacciata sul mare Adriatico, ma maggior parte dei turisti si trovano qui per andare in Salnto o per salire su uno dei tanti traghetti che da Brindisi portano in in Grecia. Ma se vi rimane qualche ora prima di partire o quando sarete appena sbarcati può essere molto affascinante fare una visita alla città. Brindisi si trova sulla costa Adriatica Pugliese ed è ancora circondata dalle antiche mura aragonesi. Tra le cose da vedere spiccano le colonne romane, che si ritiene segnino la fine della via Appia, ma sono anche il culmine di un’antica area monumentale di epoca romana. Delle due colonne gemelle, oggi solo una è rimasta integra, mentre dell'altra è visibile solo la base. Nelle vicinanze delle colonne si trova la casa del poeta Virgilio, che secondo la tradizione qui scrisse alcuni versi dell'Eneide. Dalle colonne si accede ad una scalinata che porta direttamente sul mare, regalando un panorama molto suggestivo. Tra le colonne romane e Palazzo Nervegna, altra importante dimora brindisina, c’è il Museo Archeologico, molto interessante da visitare per i tanti reperti conservati.

Al centro città si trova la cattedrale intitolata a S. Giovanni Battista completamente ricostruita a seguito del crollo avvenuto a causa del terremoto del 1743. Altri edifici religiosi da vedere in visita a Brindisi sono la chiesa di Santa Maria del Casale, nei pressi dell'aeroporto e la chiesa di San Benedetto. Altro monumento da non perdere è il tempietto di San Giovanni al sepolcro, e la cosa curiosa è che sembra che proprio da qui sia nata l'usanza di dire facciamo un brindisi. Infatti in questo tempio fatto a somiglianza di quello di Gerusalemme ed in uso incontrarsi per brindare prima di salpare per la città santa. A largo del porto di Brindisi si intravede un castello ce sembra vegliare sulla città. Si tratta del Castello Alfonsino, che si può raggiungere con dei piccoli traghetti che partono dal porto di Brindisi. Ma il Castello più antico ed importante della città è il Castello Svevo, detto anche castello grande o di terra, costruito nel 1227 da Federico II, come residenza per sè e le sue guarnigioni. D'interesse nazionale è il monumento al marinaio, che commemora la morte dei marinai italiani durante la prima guerra mondiale. Questa struttura è alta ben 53 metri e dalla sua sommità si può ammirare tutta la città con il suo porto sempre in attività.

Il litorale di Brindisi

Torre Guaceto – Foto di Yuruno
in foto: Torre Guaceto – Foto di Yuruno

Nonostante una visita a Brindisi spesso sia solo il passaggio per andare nelle più popolari spiagge del salento, è bene sapere che anche questa città offre un litorale da sogno per trascorrere le vacanze al mare. La costa brindisina è bassa e sabbiosa ed è lambita da splendide acque trasparenti. La costa di Brindisi ha molte insenature, tra cui Torre Santa Sabina, Carovigno e nelle vicinanze Ostuni, la città bianca. Le spiagge più belle sono: Lido di Specchiolla, Laguna Blu, Mezza Luna, Lo Scoglio Del Cavallo, Pantanagianni. Le spiagge del brindisino sono per tutti i gusti, da quelle attrezzate, a quelle libere, fino a quelle più selvagge. Inoltre nelle vicinanze c'è una bellissima area naturalistica, l'oasi WWF di Torre Guaceto. Qui il mare si insinua tra la macchia mediterranea creando uno spettacolo mozzafiato. La sabbia è bianchissima ed il mare è limpido che vi sembrerà di essere alle Maldive.

Come arrivare per una visita a Brindisi

Per raggiungere Brindisi si può utilizzare la propria automobile, ideale per chi vuole continuare il proprio viaggio alla volta del Salento. Per raggiungere la città bisogna seguire l'Autostrada del Sole (Milano-Bologna-Canosa), meglio conosciuta come A1. Da li si continua sulla superstrada Bari – Brindisi, arrivando agevolmente nel centro città. Se invece si arriva dal sud, bisogna prendere la SS106 Jonica che collega Reggio Calabria a Taranto ed entrare nella E90/SS7 attraverso lo svincolo per Grottaglie – Brindisi. Una seconda possibilità per partire in visita a Brindisi è il treno, infatti con le ferrovie dello stato Brindisi è collegata alle maggiori città italiane. L'ultima alternativa è l'aereo atterrando all'aeroporto Brindisi – Casale che si trova a soli sei chilometri dal centro della città.

[Foto principale di greg]